lunedì, 1 Marzo 2021

Gossip

Home Gossip Pagina 421
News di gossip, pettegolezzi d’autore e cronaca rosa

Salvini aggredito: in corsa verso l’Oscar come miglior attore

Salvini è stato “aggredito” e c’è chi pare intenzionato a comparare l’”aggressione” avvenuta ai danni dei bottoni della camicia con l’assassinio di Willy.

Signori non confondiamoci: uno è un attore di bassa lega che ha perso un rosario e qualche bottone mentre l’altro è Willy, ragazzino di colore, ucciso a botte da due picchiatori nazifascisti (bianchi ovvio).

Come al solito la stampa si rivela di alta professionalità: fra i titoli vediamo Libero che parla di Salvini aggredito da una donna nera e il Giornale che parla di magia nera vudù.

Io sono semplicemente scioccata.

Salvini aggredito possibile candidato per l’Oscar

Ora: a quanti di voi è venuto il dubbio che la signora sia stata pagata per fingere l’aggressione?

Berlusconi docet: gli fu tirata contro una statuetta ma si scoprì che era tutta una sceneggiata.

L’aggressione ha comportato come vittime: un rosario e i bottoni della camicia del noto politico.

Il Giornale si butta a capofitto in teorie complottistiche degne degli analfabeti funzionali: il gesto di strappare il rosario (che dubito la signora sapesse essere lì) può essere un atto di magia nera alias stregoneria vudù.

Ovviamente: donna di colore uguale magia nera vudù. E certo. E sarebbero loro quelli con l’anello al naso? No, io non direi.

Sono stati interpellati anche degli antropologici ma vi risparmio le immani fesserie dette.

Salvini incita all’odio e ne paga le conseguenze

Lo so che è una frase forte la mia, ma non si può non condannare pubblicamente la morte razziale di un ragazzo (no Salvini non l’ha fatto), gridare contro i migranti e gli extracomunitari e poi fare finta di essere Gandhi. Non regge, nessuno se la beve.

La destra incita all’odio, in America la polizia bianca commette omicidi razziale e la popolazione afro è giustamente in crisi: pur non giustificando l’ira della signora posso capire il suo smarrimento ed il suo sbrocco momentaneo.

Bisognerebbe mettersi nei panni delle persone di colore: attaccate da ogni dove per via del colore della loro pelle.

Ovviamente non possiamo non presumere che la signora sia stata manipolata o pagata.

Sapremo mai la verità?

Ibs libri: Il nome del vento di Rothfuss Patrick

Ibs libri: oggi presentiamo Il nome del vento di Rothfuss Patrick

Dunque una giornata veramente autunnale oggi, di quelle che paiono non finire più, fa freddo e alla tv magari non c’è nulla…beh spegnetela ho io qualcosa di impegnativo da proporvi: un romanzo fantasy-avventuroso che ho acquistato di recente e sto attualmente leggendo (non spaventatevi sono 800 pagine!).

Il protagonista è nientemeno che un eroe leggendario, mitico, di cui tutti hanno sentito parlare ma nessuno ha più visto, che fine ha fatto Kvothe?

Ibs libri: Il nome del vento di Rothfuss Patrick

Ecco cosa recita la nota di copertina:

“Ho sottratto principesse a re dormienti nei tumuli. Ho ridotto in cenere la città di Trebon. Ho passato la notte con Felurian e me ne sono andato sia con la vita, sia con la sanità mentale. Sono stato espulso dall’Accademia a un’età inferiore a quella in cui la maggior parte della gente viene ammessa. Ho percorso alla luce della luna sentieri di cui altri temono di parlare durante il giorno. Ho parlato a dèi, amato donne e scritto canzoni che fanno commuovere i menestrelli. Potresti aver sentito parlare di me.”

Ibs libri: Il nome del vento di Rothfuss Patrick

Una giorno uno scrivano viene attaccato da dei ladri che “credono” di rubargli quasi tutto ma questi ha delle riserve segrete e s’incammina verso il prossimo villaggio per acquistare i beni materiali che gli sono stati sottratti e durante un tragitto scorge un fuoco felice di potersi accampare si avvicina ma accanto al fuoco c’è una misteriosa figura minacciosa che gli intima di andarsene o di restare accanto al fuoco, d’improvviso i due vengono attaccati dagli scrael…

Il giorno dopo lo scrivano si sveglia nella locanda di Kote, un uomo dai capelli rossi sempre immerso nella lettura, e del suo aiutante Bast che a quanto pare hanno già incontrato degli scrael prima, precisamente la notte in cui uno degli avventori si precipita dentro ferito e sanguinante e sarà proprio il mite e misterioso locandiere Kote a curarlo e sbarazzarsi dello scrael.

Allo scrivano sorge un dubbio, non può essere, eppure è certo di sapere chi sia realmente Kote così gli chiede di parlargli di lui ed il permesso di raccontare la sua storia ma inizialmente Kote è reticente perché se i guai non sanno dove sei non possono trovarti e perché nei giorni precedenti aveva già rischiato di essere scoperto per caso da uno degli ospiti della locanda.

Infine decide di raccontarsi di raccontare la vera storia di Kvothe di modo che una volta per tutte si sappia la verità: è così ha inizio la storia nella storia da quando il bambino Kvothe è uno degli Edema Ruh, la sua famiglia di giramondo, giocoliere e cantastorie. Il suo incontro con l’arcanista Abenthy e poi il suo ingresso all’Accademia dove apprenderà tutte le arti che lo renderanno celebre e dove troverà l’amore…

Live: Luxuria contro Panzironi, guerra aperta

Live Non è la D’Urso: la conduttrice si trova a dover richiamare Luxuria perché fa battute su Adriano Panzironi.

Fra i due è in corso una guerra: lui ha fatto un’affermazione e lei è andata su tutte le furie.

Approfondiamo.

Luxuria e Panzironi a Live Non è la D’Urso, temi scottanti

Il tema che riguarda la causa della lite è l’AIDS. Tema molto delicato quindi.

Adriano Panzironi propone la sua dieta Life 120, che non solo ti fa campare fino a 120 anni ma pare faccia altri miracoli: guarigioni, gambe che si allungano etc. Manco l’acqua di Lourdes.

L’opinione di Panzironi è che questa dieta possa guarire l’AIDS. Ovviamente è una panzana mostruosa perché a) non si guarisce b) senza terapie mediche si muore.

Luxuria è andata su tutte le furie:

“ Con quale titolo dice questo? È una cosa molto grave. Lei chi è, un immunologo? Si vergogni di aver detto una cosa del genere. Fin quando si parla di diete ci sto, ma lei non può dire una cosa del genere! Lei che non ha nessun titolo, perché dice quelle cose?”.

Barbara D’Urso live richiama Luxuria

Stava per andare in onda il servizio sul costo dei cibi prodotti da Adriano Panzironi, quando Barbara si è rivolta a un’ospite dicendo: “Il salame di Panzironi non l’hai mai provato?”

Luxuria risponde “Non hai mai mangiato il salame di Panzironi?” ma Barbara replica “Vladimir, per favore, siamo seri”.

Siamo seri? Beh certo serio è il programma che ospita un cialtrone (3000 euro di cachet, badate bene) che sostiene che con una dieta si può guarire dall’AIDS.

Panzironi era un giornalista, fu sospeso dall’ordine e ad oggi fa La Wanna Marchi di turno. I suoi metodi non ha alcuna evidenza scientifica, né tanto meno ha goduto del supporto dei medici. Lorenzetti sin da subito si è scagliato contro Panzironi accusandolo di cialtroneria e truffa.

Luxuria ha fatto benissimo a dirgliene quattro perché non esiste, alle soglie del 2020, sentir ancora di diete e altri rimedi cialtroni contro malattie importanti e devastanti.

Cosa fa Meghan Markle in quarantena: la rivoluzione dell’ex duchessa


Cosa fa Meghan Markle in quarantena? Credevate davvero che fosse sparita? Manco per sogno. Dopo esser stata avvistata a far la volontaria per consegnare spesa a domicilio è apparsa di nuovo sul web.

Questa sua apparizione, in una nuova veste, ha lasciato tutti di stucco.
Ve la ricordate la duchessa Meghan? Ebbene adesso c’è solo mamma Meghan ed è tutta un’altra storia.

Cosa fa Meghan Markle in quarantena: la mamma che coccola il suo bebè

Meghan è apparsa totalmente diversa: chignon, short e ricrescita in vista.
Esattamente l’opposto di come dovrebbe essere una reale. Ma lei non lo è più quindi se ne può fregare alla grande.

E’ apparsa con Archie che compie un anno: lo tiene in braccio mentre sfoglia un libro per bambini (Harry stava riprendendo).

Meghan incita Archie a girare le pagine «Dai, Arch, gira la pagina» e questo è il secondo nomignolo sul figlio svelato, il primo è bubba rivelato invece durante il viaggio in Africa.

Qualcosa ci ha notato qualcosa di strano: viene chiamato “Arch” e non “Archie” perché quello è il soprannome di baby George. Gli ex reali hanno voluto lanciare un segnale distensivo ai parenti?

Cosa fa Meghan Markle in quarantena? Rifiorisce senza le regole di corte

L’ex duchessa appare vivace e sorride, mostra le gambe e la ricrescita, ha i capelli raccolti ed il suo volto è molto più rilassato e meno spigoloso.

L’aspetto è molto più florido, qualcuno parla di nuova gravidanza e qualcuno di filler.
A noi la verità sembra evidente: lontana da corte, lontana dai paragoni con la futura regina consorte Kate, Meghan è libera di essere se stessa.

Cosa fa Meghan Markle in quarantena? Scrive un libro con Harry

I rumors si rincorrono: Harry e Meghan starebbero lavorando al libro-bomba che rivelerà tutti i dettagli sul perché abbiamo deciso di lasciare la corte.

Si vocifera che sarà in vendita ad agosto e probabilmente non piacerà affatto ai reali.

Lo chiameranno Megxit?