sabato, 4 Dicembre 2021

Turismo

Home Turismo Pagina 126
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Barcellona: moda, divertimento e attrazioni

Barcellona è una città che offre un’ampia possibilità di svago che ogni anno porta i turisti a visitarla e vivere la sua freschezza e vivacità. Barcellona è nota per le opere di Gaudì sparse per la città, per la sua architettura dallo stile modernista e naturalmente per la famosa opera incompleta del grande maestro: la Sagrada Familia.

Barcellona è anche una delle città europee più trendy e alla moda degli ultimi anni. Si trova sempre al centro di nuove tendenze culturali e anche enogastronomiche. L’estro dei suoi abitanti con origini differenti, rende ancora più interessante la scoperta della città.

Barcellona, parola chiave: divertimento

Barcellona è una città affascinante e amata per la sua capacità di divertire i turisti grazie alle sue innumerevoli attrazioni e tendenze modaiole. I locali sulla spiaggia, le discoteche, i pub, i bar con musica dal vivo sono solo una delle tante attrazioni cittadine.

Gli amanti del gioco e chi è sempre pronto a valutare i migliori bonus casino online non potranno che apprezzare anche la presenza del Casino Barcellona. Un posto divertente e perfetto sia per chi vuole giocare alle slot machine sia ai giochi classici come il poker, il blackjack e la roulette.

Continuando a passeggiare tra le attività divertenti di Barcellona, non possiamo che dedicare un paragrafo allo shopping. La città è uno dei centri della moda spagnola con negozi di marchi iconici all’interno di edifici unici ed emblematici, ma anche di store con prodotti glamour e che si contraddistinguono per il loro stile peculiare.

Se si ama la cultura popolare non ci si può perdere l’atmosfera delle sue strade e dei suoi mercati. Ecco perché quando ci si trova a Barcellona bisogna farsi immergere dalla tipica Las Ramblas o dai mercati tradizionali come quello de La Boquerìa.

Infine, non bisogna dimenticarsi il mare e la spiaggia! Il lungomare di Barcellona è romantico e frizzante, si possono inoltre prenotare delle gite in barca oppure semplicemente rilassarsi sulla spiaggia con i piedi nella sabbia, o su una terrazza a bere un drink mentre si osserva il mare.

Cosa vedere a Barcellona

I posti da vedere a Barcellona sono così tanti che c’è bisogno davvero di almeno un paio di settimane di vacanza in città per scoprirla in lungo e in largo. Se però non avete a disposizione tanto tempo, ci sono alcune attrazioni da non perdere. Tra le principali troviamo:

  • La Sagrada Familia: l’assoluto capolavoro del maestro Gaudì, ancora incompiuta dopo la sua morte, con lavori in corso che molto lentamente cercano di completarla seguendo i progetti originali del maestro. In ogni caso, se l’esterno è ancora incompleto sono gli interni a lasciare a bocca aperta tutti i visitatori.
  • La Rambla: questa è la via più vivace e famosa di Barcellona, si snoda per circa un chilometro fino a raggiungere il mare. La Rambla è sempre affollata sia di giorno sia di notte. Su questa si affacciano diversi edifici di pregio artistico, ma soprattutto si respira la vera anima festaiola di Barcellona. Mentre si cammina non si può che lasciarsi incantare dai suoi artisti di strada o tra le bancarelle che vendono un po’ di tutto.
  • Parco Güell: il parco si trova nel quartiere Gracia di Barcellona ed è una delle tante meraviglie che Gaudì ha donato alla città. Il parco in origine era pensato per diventare un complesso residenziale borghese. In seguito però fu abbandonato il progetto, e fu lasciato aperto al pubblico diventando tra le icone di Barcellona come la sua famosa fontana a forma di drago.
  • Il Castello di Montjuic: salendo sulla collina di Montjuic è possibile scoprire una zona inedita della città. Per raggiungerla bisogna prendere la funivia in partenza dal porto oppure la telecabina. Giunti in cima c’è il castello, che in origine era una fortezza/prigione.
  • Casa Milà e Casa Batllò: entrambe si trovano sul Passeig de Gracia su una delle strade più esclusive per fare shopping a Barcellona. Casa Milà e Casa Batllò come altre strutture architettoniche di Barcellona, sono altre due opere di Gaudì realizzate per due famiglie borghesi di Barcellona e oggi trasformate in due musei.

Barcellona è una città meravigliosa non puoi far altro che lasciarti incantare dallo spirito unico e m

Da Leon a Santiago: cosa mettere nello zaino

Da Leon a Santiago

Da Leon a Santiago: cosa mettere nello zaino?

Tutti quelli che fanno il cammino lo scrivono ovunque: il vostro zaino sarà la vostra casa, ci deve stare tutto il necessario ma deve essere leggero non una zavorra.

Questa estate mi sto documentando sul “camino de Compostela” (no, non perché vogliono farlo) per capire bene di cosa si tratta e perché attira così tante persone.

Da Leon a Santiago: quale zaino portare?

Lo zaino deve avere una capienza massima di 40 litri possibilmente in tessuto tecnico con una mantellina per la pioggia.

E’ importante usare lo zaino molto prima di partire per essere sicuri che si adatti bene alla schiena.

Da Leon a Santiago: cosa mettere nello zaino?

Sono necessari almeno 3 cambi: 3 pantaloni tra lunghi e corti, 3 magliette (tutto in tessuto tecnico), una camicia, una giacca leggera a maniche lunghe, un pile, una mantella per la pioggia, calze senza cuciture, cappello, costume (in estate), intimo senza cuciture.

Scarpe: un paio di sandali per l’estate e per la doccia, scarpe per camminare (collaudate e comode)

Cosa mettere nel beauty: sapone solido per corpo, bucato e capelli, spazzolino e dentifricio.

Accessori per doccia e bucato: mollette per stendere, corda (un paio di metri per stendere), telo bagno in microfibra.

Da non dimenticare: tagliaunghie, tappi per le orecchie, auricolare, cavo per caricare il telefono, spille da balia (per appendere allo zaino gli indumenti ancora umidi), sacco a pelo, torcia, coltellino svizzero, occhiali da sole, protezione solare, borraccia per l’acqua.

Contro le vesciche e tendiniti: cerotti, vasellina, antifiammatori, pomate all’arnica, ago e filo (pungere la vescica e far passare dentro il filo per assorbire l’acqua).

Pronto soccorso: antiepiretico, antidiarroico, sali minerali, tintura di odio, spray cicatrizzante.

Se dimenticate qualcosa potrete sempre acquistarla in cammino.