sabato, 4 Dicembre 2021

Turismo

Home Turismo Pagina 2
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Will Smith e i selfie fake in tutta Italia (FOTO)

Termoli.

Will Smith quest’estate fa il giro dell’Italia. Una vacanza che sembra toccare ogni parte del nostro stivale: la Puglia, la Basilicata, il Molise, la Liguria, le Marche. E chissà quante altre.

Si tratta di fake creati ad hoc e diventati subito viralissimi. Tutto è iniziato con il selfie – quello vero – aPisa: il selfie dell’attore davanti alla Torre pendente più famosa del mondo ha raggiunto più di 3 milioni di visualizzazioni sulla sua pagina Facebook. “Selfie with the Leaning Tower of Pisa. I am Anthony Bourdain!!” scrive Will sulla sua bacheca, pubblicando la foto in canotta rosso fuoco e sorriso smagliante, dopo aver condiviso con i suoi fan un’altra foto dei bellissimi paesaggi italiani: si tratta di Firenze, dove l’attore dice di “essere venuto in visita per la prima volta”.

La rete però non è stata ferma a guardare: subito virali i fake dell’attore, turista in ogni parte d’Italia. La prima è stata Lecce: il Salento XIX, blog famoso per le bufale, ha pubblicato un selfie di Will Smith in piazza Sant’Oronzo. Subito la foto ha fatto il giro del web e tutti i salentini e i turisti presenti nel territorio hanno dato via la “caccia al VIP”, entusiasti della presenza dell’attore nella terra pugliese.

Will Smith e i selfie fake in tutta Italia (FOTO)

Ma ecco che il selfie più famoso dell’estate diventa una corsa al fotomontaggio. Ecco una carrellata di tutti i fake di Will Smith.

Tutti i luoghi di “P.S. I love you” (FOTO)

photo credits: tourireland

C’è una cosa che accomuna le persone dall’animo romantico e quelle affette da wanderlust, passando per i prati verdi dell’Irlanda. Di cosa si tratta? Di uno dei film più strappalacrime di sempre, ovviamente: P.S. I love you.

Nato come romanzo dalla penna di Cecilia Ahern, P.S. I love you è conosciuto ed apprezzato anche per il film prodotto nel 2008.
Hilary Swank è la dolce e complicata Holly alle prese con un dolore davvero difficile da gestire: la morte prematura di suo marito Gerry, interpretato da Gerard Butler.
Nel film, Holly vola dagli Stati Uniti all’Irlanda per visitare i posti ed i luoghi dove Gerry è cresciuto e dove i due si sono innamorati.

Il successo di P.S. I love you va, senza dubbio, attribuito alla bellezza dei paesaggi mozzafiato irlandesi. Abbiamo selezionato tre luoghi dove è stato girato il film che vi faranno prenotare il primo volo per l’Irlanda.

Powerscourt Gardens


I giardini di Powerscourt si trovano a 20 chilometri da Dublino e sono tra i giardini botanici più belli d’Europa. Più di quaranta acri di terra arricchiti con cespugli e fiori di qualsiasi forma e colore.
Oltre al giardino italiano e giapponese, un caffè ed un ristorante accolgono i visitatori.
Chi sogna un matrimonio indimenticabile, sarà felice di sapere che la tenuta di Powerscourt ospita anche cerimonie nuziali.

Wicklow Mountains


Le Wicklow Mountains attraversano la parte sud-orientale dell’Irlanda ed ospitano, al loro interno, un parco nazionale molto frequentato. Sia i turisti che gli abitanti limitrofi apprezzano le attività che il parco offre. Pesca, arrampicata e barbecue tra amici sono tra le favorite.
Il paesaggio circostante viene fatto ammirare più volte nelle scene di P.S. I love you.

Sally Gap


Il primo incontro di Holly e Gerry è molto suggestivo. Holly, poco più che adolescente ed in gita scolastica, si perde tra le brughiere dell’Irlanda e non riesce a trovare le sue compagne di corso. Proprio tra le montagne di Wicklow, seguendo una strada tortuosa, si arriva al Sally Gap.
La leggenda vuole che il santo patrono dell’Irlanda, San Patrick, si sia spento su questo passo di montagna.
Il panorama dal Sally Gap è meraviglioso e permette di ammirare anche il lago Lough Tay, appartenente alla famiglia Guinness.

Il mondo si tinge del tricolore francese (FOTO)

Credits photo: www.tpi.it

Non ci sono parole per descrivere gli eventi che ieri hanno coinvolto la Francia, causando oltre 120 morti e 200 feriti. Dopo gli attentanti dello scorso gennaio, Parigi ed il mondo intero tornano a tremare, di paura, di rabbia e di tristezza perché cose del genere sono un attacco a tutta l’umanità.

Per far capire che siamo tutti vicini alla Francia, alcuni importanti monumenti in giro per il mondo si sono illuminati con i colori della bandiera francese. Blu, bianco e rosso regnano sovrani su numerose città, in segno di solidarietà ai parigini.

Il municipio di San Francisco, lo stadio Wembley a Londra, il Nation Anthem a Washington, il One World Trade Center di New York, il Convention Center a Dublino, Dallas e Città del Messico, ma anche il Cristo Redentore a Rio de Janeiro e il Cn Tower a Toronto: il tricolore francese fa il giro del mondo.

I posti paradisiaci più economici del mondo (FOTO)

Luoghi meravigliosi, quasi incantati. A poco prezzo.
Posti paradisiaci senza spendere una fortuna? Ecco alcuni suggerimenti.

Avarua, Cook Islands

Avarua, Cook Islands
Dove si trova esattamente questo posto: le Isole Cook sono tecnicamente parte della Nuova Zelanda, ma si trovano 2.008 miglia a nord est, nel bel mezzo del Pacifico meridionale. “Hanno le stesse bellezze paradisiache delle Hawaii o Tahiti, ma, a differenza di Hawaii o Tahiti, l’affitto medio di un appartamento è 130 dollari al mese”.
Gli abitanti sono indigeni polinesiani per lo più. Stranamente le Isole ospitano relativamente pochi turisti ogni anno, circa 100.000. Per dare una certa prospettiva, Hawaii ne attira circa 8 milioni.
Si può fare qualsiasi cosa: trekking, snorkeling, ma gli stranieri non possono acquistare proprietà sull’isola, lo si può fare solo diventando un cittadino a tutti gli effetti o ottenendo un permesso speciale.

Český Krumlov, Repubblica Ceca

Český Krumlov, Repubblica Ceca
Questo posto si trova nella regione Boemia della Repubblica Ceca. C’è un enorme castello, strade fatte di ciottoli, e una sensazione e un’atmosfera medievale, che culmina in una tipica celebrazione del solstizio d’estate che ricorda una fiera rinascimentale: si chiama “Cinque Petali Rose Festival” e comprende giostre, divertimento e fuochi d’artificio. È uno dei posti paradisiaci più economici sulla terra e in questo paese si può addirittura ottenere un pasto di tre portate per due a 20 dollari l’anno e affittare un appartamento a $13 al giorno (costa di meno di tantissime altre cose, come per esempio fumare abitudinariamente a New York City).

Koh Tonsay, Cambogia

Koh Tonsay, Cambogia
È una piccola isola, nel sud della Cambogia, nei pressi della città di Kep. È uno dei piccoli ma immensi e magnifici posti paradisiaci del mondo: è una giungla robusta e tutta da ammirare; si può soggiornare in un bungalow sulla spiaggia per “sei ossa al giorno” (questo è solo slang per “dollari”).
L’isola è per lo più disabitata, tranne che per un paio di pescatori con le loro famiglie. Potrete rilassarvi sulla spiaggia o esplorare la giungla piena di grotte e pertugi.

Guanajuato, Messico

Guanajuato, Messico
Questa meraviglia si trova nel bel mezzo del Messico. È una città intellettuale. Alcuni probabilmente la chiamano il “Brooklyn” del Messico. Inoltre, è possibile affittare un appartamento per circa 6 dollari al giorno, il costo della birra è di circa un dollaro, e un biglietto del cinema è 3$.

Pearl Islands, Panama

Pearl Islands, Panama
Le isole Pearl sono un gruppo di isole a circa 20 chilometri a ovest di Panama nel Pacifico. Molte delle isole sono disabitate: si potrebbe plausibilmente vivere a “noleggio gratuito”, il che porterebbe l’affitto a 0 dollari al giorno. Oppure si può noleggiare qualcosa vicino alla spiaggia per $10 al giorno.
Fino agli anni ’70, l’isola era abitata dai pirati. Il posto è davvero bellissimo, ricco di perle e pietre.
Curiosità: non tutti sanno che qui hanno girato tre stagioni di Survivor.

Agonda Beach a Goa, India

Agonda Beach a Goa, India
Tante sono le cose “pazze” e stravaganti che si possono fare qui: si può cavalcare un elefante sulla spiaggia, acquistare una bottiglia di vino per 0,44 dollari, avere un taglio di capelli per $0,60, una capanna sulla spiaggia per 4 dollari al giorno. Di cos’altro avete bisogno?
È un luogo abbastanza spopolato. A differenza del resto di Goa, che è lo stato più ricco dell’India (grazie in parte al turismo), la spiaggia Agonda è relativamente priva di turisti.
Cosa si può fare una volta arrivati ​​lì: al di là della spiaggia, non c’è molto. Si può praticare yoga, visitare i templi e naan.