lunedì, 21 Giugno 2021

Bon ton 3.0

Home Costume & Società Bon ton 3.0

Bon Ton in viaggio, le regole per ogni occasione

bon ton in viaggio

Ci sono diverse ragioni per cui si viaggia, molto spesso il momento della partenza è legato alle vacanze e quindi ad un periodo che si spera sia piacevole e rilassante. Altre volte invece si è costretti a viaggiare per lavoro, o perché magari si vive una relazione a distanza e l’amore ci costringe a frequenti spostamenti.

A seconda delle motivazioni che ci spingono a spostarci anche il nostro stato d’animo sarà diverso. Ma in ogni caso l’eleganza e le buone maniere devono sempre viaggiare con noi. Il bon ton in viaggio è essenziale perché dimostrarsi incivili e maleducati è più facile di quanto si pensi in determinate situazioni.

Bon Ton in treno e aereo

Se si affrontano viaggi lunghi può capitare di trascorrere tante ore con degli sconosciuti in spazi molto ridotti. Rispettate queste semplici regole di educazione nel rispetto di tutti.

-Se si viaggia in aereo è importante presentarsi puntuali al check in e all’imbarco con il biglietto e il documento in mano in modo da velocizzare le procedure di partenza e non creare inutili code.
-Sempre in aereo è necessario sistemare i bagagli negli appositi spazi a seconda delle disposizioni della compagnia con cui si viaggia. I posti sono assegnati ed è necessario rispettarli senza creare inutili confusioni.
-Va bene reclinare il sedile cercando però di procurare minor fastidio possibile al passeggero seduto alle nostre spalle.
-In treno è buona educazione salutare i passeggeri quando si entra nel proprio scompartimento.
-Sempre durante i viaggi in treno prima di aprire il finestrino o la porta è bene chiedere se si arreca fastidio.
-Se viaggiamo con dei bambini facciamo sempre attenzione che questi non disturbino troppo gli altri passeggeri.
-Ricordiamoci di abbassare la suoneria del telefono.

Il galateo in hotel

Quando siamo ospiti in un albergo ricordiamo sempre che non ci troviamo a casa nostra ed è importante rispettare gli altri ospiti e le persone che in quel luogo ci lavorano.

-Rispettare scrupolosamente i divieti imposti dall’hotel.
-Tutto ciò che trovate in camera è di proprietà dell’albergo. Non è lecito portare via nulla, che sia una posacenere, delle pantofole o le saponette.
-Non è bene organizzare riunioni in camera, ogni hotel ha degli ambienti appositi per l’organizzazione di meeting.
-Quando si esce la chiave della camera va lasciata in reception e ripresa al rientro.
Buona regola è lasciare la mancia al personale di servizio e al consierge.

Galateo in ufficio, una sana convivenza con i colleghi

galateo in ufficio

L’ufficio non è casa nostra, anche se forse è il posto dove passiamo la maggior parte del nostro tempo. C’è chi è fortunato e fa un lavoro che adora o che considera una passione, ma per molti la realtà è molto più dura. Si condividono gli spazi con altre persone, i colleghi, che se a volte possono diventare dei grandi amici, o anche qualcosa di più, altre volte possono essere un vero e proprio incubo. Sia perché si tratta di persone insopportabili, ma anche perché nei luoghi di lavoro spesso manca del tutto la buona educazione.

Il galateo in ufficio diventa imprescindibile, bastano poche e semplici regole di buona educazione e buon senso. Vediamo quali.

Il cibo è uno degli argomenti che più crea disagio all’interno dei luoghi di lavoro. Mangiare rumorosamente è qualcosa di poco tollerabile non solo in ufficio, ma in qualsiasi luogo o ambiente ci si trovi. Capita spesso che ci si trovi a dover mangiare davanti al computer o insieme ai colleghi in aree adibite dell’ufficio, meglio però evitare cibi con odori troppo spiccati e non proprio gradevoli.

Le buone maniere sul posto di lavoro e il rispetto nei confronti dei colleghi si dimostrano anche con l’ordine e la precisione. Scrivanie cariche di oggetti e fogli disposti a caso possono intralciare il lavoro altrui e sicuramente non sono un bel vedere. Per rispettare il galateo in ufficio poi, è necessario essere puntuali, ascoltare gli altri e non interrompere. Altri aspetti non strettamente legati all’attività lavorativa ma che a lungo andare possono creare stress in un ambiente di lavoro, sono ad esempio, fare lunghe telefonate private a voce alta, o lamentarsi spesso anche di questioni molto private e familiari.