mercoledì, 7 Dicembre 2022

Costume & Società

Home Costume & Società
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

Gift card per acquisti online: come ottenerle gratis


Abbiamo già visto qui alcuni modi per ottenere le gift card per acquisti online gratis, oggi ne vediamo degli altri.
Si tratta sempre di panel di sondaggi, che non sono per nulla difficili e non richiedono chissà quale impegno o tempo.

Gift card per acquisti online con Mingle

Mingle è un panel di sondaggi che fra i premi ha le gift card per acquisti online. Si tratta di una piattaforma di ricerche di mercato online creata nel 2005.

Il meccanismo per ottenerle è molto semplice: ci si iscrive qui https://mingle.respondi.it/registration-refer-a-friend/?sponsorship_token=KoVJxB23AyZJdVDw3QlBOaTlMUZ7AAAv466ICytF1c0 utilizzando la propria mail e si inseriscono i dati richiesti.

Una volta aperto il profilo andremo a completare i sondaggi iniziali, a cosa servono? Sono importanti perché ci vengono assegnati dei punti e perché permettono al panel di conoscerci e assegnarci i sondaggi che meglio ci si addicono.
A questo punto non ci resta che attendere le mail con i sondaggi. Fra i premi ci sono i buoni Amazon.

Gift card per acquisti online con Opionione.net

Anche con il sito Opionione.net si possono ricevere gift card per acquisti online e ricariche telefoniche.
Come nel caso precedente bisogna cliccare qui https://opinione.net/accedi/#page-content ed iscriversi.

Si compila il form con i dati e si conferma la mail.
Anche in questo caso all’inizio vanno compilati i sondaggi iniziali che consentiranno poi al panel di inviarci i sondaggi che meglio si addicono al nostro profilo.

Gift card per acquisti online con Mister Panel

Stessa identica procedura per avere le gift card per acquisti online anche con Mister Panel.

Bisogna iscriversi qui https://www.misterpanel.it//site/about inserendo la mail ed i dati richiesti.
Gli obiettivi da raggiungere non sono molto difficili, si viene retribuiti in euro per ogni sondaggio e alla soglia si possono riscattare le gift che preferiamo.
Si viene avvisati via mail quando arrivano i sondaggi. Fra i premi abbiamo: ricariche telefoniche, buoni benzina e buoni acquisto digitali vari.

Coupon gratis: IdeeOpinioni e Maximiles per contrastare la crisi

Ormai i prezzi sono alle stelle, dal carburante al cibo. Come fare?

Ho una proposta: usare i coupon gratis. Come si ottengono? Io sto sperimentando i panel dei sondaggi, ovvero dei siti dove si viene pagati per dire la propria opinione.

Cosa si può ottenere? Diversi premi. In questo caso vedremo due siti: IdeeOpinioni e Maximiles, nel primo troveremo buoni amazon, zalando carrefour etc e nel secondo buoni benzina, esselunga etc.

Coupon gratis: IdeeOpinioni

Con IdeeOpinioni ho già riscattato 50 euro di coupon gratis Carrefour, come si fa?

Per prima cosa iscriversi qui

Con questo panel ci sono diverse attività da fare ed ognuna comporta dei punti, ad esempio scaricare ed attivare l’app SpotRadar ma anche la app di IdeeOpinioni, invitare gli amici etc.

I punti, dai 1000 in su, sono riscattabili in qualsiasi momento e servono per acquistare le gift card.

È tutto molto semplice e questo sito manda sempre gli inviti alle attività via mail, pertanto non c’è bisogno di controllarlo ogni giorno.

Coupon gratis: Maximilies

Io sto usando Maximilies per ottenere coupon gratis per la benzina.

Anche in questo caso iscriversi qui

Completare il profilo con tutti i dati richiesti, in particolare completare i primi sondaggi (si guadagnano i primi punti!) per poter accedere ai sondaggi successivi.

Qui le attività non sono molte: si ricevono punti quando si leggono le loro mail (non quelle dei sondaggi), o si invitano amici e ci vengono proposti i sondaggi. A volte le mail arrivano tardi, quindi l’ideale è buttare un occhio al sito quotidianamente.

Anche in questo caso c’è una app per gestire il panel anche da telefono, ma attenzione perché alcuni sondaggi sono esclusivi per il pc (viene indicato nell’invito).

Ne vale la pena? Sì. Questi due siti non richiedono grande impiego di tempo e di energie ma i risultati sono ottimi.

Gioco, numeri, superstizione: una vecchia (ma popolare) storia

Quanto conta la fortuna nel gioco? Quando si vuole provare a vincere grosse somme, non si punta solo sull’abilità: la buona sorte ricopre quasi sempre un ruolo fondamentale. In molti, quindi, interpretano il destino a modo loro, chi per cercare di ingraziarselo, chi per timore di sfidarlo troppo andandogli contro. Anche le superstizioni fanno parte del gioco. Che si tratti di bingo, giochi di carte o altre attrazioni da sala, a volte i numeri si mescolano alle credenze popolari, finendo inevitabilmente col condizionare la propria condotta. A prima vista potrebbe sembrare strano che il folklore possa influenzare un ambiente rigido e schematico come quello del tavolo verde.

Esistono molteplici tipi di giocatori, ognuno con le proprie idee e fissazioni. Di conseguenza, non sorprende che la scaramanzia appartenga ad una frangia di amanti del gioco. La superstizione più famosa e conosciuta è probabilmente quella relativa al numero 17. Per gli antichi romani veniva scritto “XVII”, cioè l’anagramma di “vixi”, traducibile come “ho vissuto”, dunque “non sono più in vita”. Il 13 è un altro numero che sembra portare particolare sfortuna. In questo caso il riferimento è ai commensali dell’Ultima Cena di Gesù Cristo. Le credenze, però, possono cambiare da popolazione a popolazione, in quanto per i giapponesi il 13 sarebbe invece benevolo.

Non finisce qui. Alla paura per questi numeri, infatti, sono stati associati nel tempo dei termini specifici: la triscaidecafobia e l’eptacaidecafobia. Se il calendario lega il 13 e il 17 a determinati giorni della settimana, per i più timorosi il loro potere nefasto aumenta sensibilmente (in America l’intero settore economico perde addirittura un miliardo di dollari ogni volta che capita un venerdì 13). Il timore nei confronti dei numeri non si riscontra tanto nei giochi di carte, quanto nei giochi ad estrazione come la roulette. In quel caso bisogna necessariamente puntare sui numeri e il 13 e il 17 figurano tra quelli disponibili. Le tradizioni scaramantiche non si sono perse con l’avvento del web: anche chi ha a che fare con la roulette online che si gioca dal vivo tende ad evitare certe circostanze. D’altronde, le regole del gioco non cambiano. Secondo i più superstiziosi la sfortuna può colpire anche a distanza!

Non mancano casi di numeri che invece possono essere considerati fortunati, anche se le motivazioni non sono sempre molto convincenti. Il 12, ad esempio, sarebbe ben visto semplicemente in quanto numero comodamente divisibile in diverse soluzioni: 2 metà, 3 terzi o 4 quarti. Anche il 9 incontra il gradimento di molti giocatori, in quanto risultato della moltiplicazione del 3, ossia il numero perfetto, per se stesso. Insomma, chi più ne ha più ne metta, ma c’è da scommettere sul fatto che anche chi gioca online tenda a prodursi in gesti scaramantici dietro allo schermo.

Di fatto, la scaramanzia può inficiare solo alcune scelte dei giocatori, contribuendo a rendere meno monotona una partita, ma non rappresenta certo un fattore obbligatorio nel gioco. Tutti i giocatori del mondo hanno cercato almeno una volta di scoprire soluzioni o vie alternative per arrivare più facilmente al successo. La superstizione può essere considerata come una di queste.

Cosa fare e cosa non fare in caso di alluvione: io non rischio

Forse avrete sentito parlare della campagna “io non rischio”, che fra le tematiche si occupa proprio di alluvione.

L’obiettivo di questa campagna è informare i cittadini su cosa fare, e cosa non fare, in caso di calamità naturali. Non è ancora partita, ma noi abbiamo deciso di anticiparla. Il motivo è sulle pagine della cronaca: l’alluvione nelle Marche.

Ha causato soprattutto grande tristezza la notizia di quei due uomini, padre e figlio, che hanno perso la vita cercando di togliere l’auto dal garage.

Leggete con attenzione e condividere.

Cosa fare prima dell’alluvione: allerta gialla, arancione e rossa

In caso di alluvione come prima cosa si presta attenzione alle allerte meteo: se sono arancioni, cerchiamo di uscire solo se è strettamente necessario ma se è rossa dobbiamo stare a casa. Se l’allerta è gialla, ma sta piovendo davvero forte, c’è molto vento e il tempo minaccia di peggiorare stiamo a casa comunque.

In previsione di un’allerta arancione o rossa facciamo la spesa di cibo e farmaci qualche giorno prima in modo da non dover uscire.

Organizziamoci con i condomini, se siamo in condominio, per spostarci negli appartamenti in alto se viviamo in una zona a rischio alluvione. Offriamo ospitalità a chi vive ai piani bassi.

Poniamo paratie e sacchi di sabbia negli ingressi, aiutiamo i vicini in difficoltà. Chiudere bene tutte le porte e le finestre.

Il kit da preparare contro l’alluvione

Sarebbe bene, prima dell’allerta alluvione, preparare un kit nel caso in cui si debba lasciare l’abitazione.

Quindi prendere uno zaino impermeabile ed infilarci:

  • chiavi di casa
  • medicinali
  • generali alimentari non deperibili e acqua in bottiglia
  • torcia e radio con batterie di riserva
  • documenti e contanti sigillati in una busta impermeabile
  • coltellino svizzero
  • telefono

Cosa fare durante l’alluvione?

Quando arriva l’alluvione per prima cosa salire ai piani alti. Tenere a portata di mano stivali di gomma, impermeabile e kit.

Staccare luce e gas.

Evitare di uscire di casa, se non si dispone di piani alti cercare rifugio nelle aree predisposte prima che arrivi la piena. Se si è intrappolati in casa ma si è a rischio allertare i vigili del fuoco o la polizia.

Cosa non fare durante l’alluvione?

Non sostare in cantine o garage, non sostare ai piani bassi. Non cercare di recuperare auto o altri beni materiali.

Non sostare sotto i ponti, nei pressi di torrenti, fiumi o scarpate.

Non usare gli ascensori.

Se ci si trova in auto non lasciare il veicolo, non aprire i vetri e chiamare subito i soccorsi.

Cosa fare dopo l’alluvione?

Non intasare le linee telefoniche. Non lasciare l’abitazione e non transitare nelle zone allagate.

Far defluire l’acqua dagli ambienti solo se è possibile, diversamente chiamare i vigili del fuoco.

Non utilizzare le apparecchiature elettriche che sono state a contatto con l’acqua. Pulire tutto ciò che è stato a contatto con acqua e fango.

Aiutare i vicini.