mercoledì, 28 Febbraio 2024

Costume & Società

Home Costume & Società
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

Rimedi per il caldo dall’Africa e dal Medioriente

Anche oggi si torna a parlare di rimedi per il caldo, perché le temperature salgono di nuovo. Ci siamo chiesti ma come fanno nel deserto? Come fanno in Africa ed in Medioriente?

Rimedi per il caldo: bevande fresche o calde?

Questo è uno dei dilemmi che riguardano i rimedi per il caldo: è giusto bere bevande calde o fredde? Quali sono più dissetanti e rinfrescanti?

I Tuareg, ed i Berberi, sono noti per consumare sempre tè caldo anche con temperature torride.

In realtà sì il tè caldo sarebbe più dissetante e rinfrescante, ma solo se si fa movimento quindi se si riesce a far evaporare il sudore che si accumula.

Un’ottima bevanda da gustare tiepida può essere il karkade che è dissetante, rinfresca, ed è antiossidante e diuretico.

Le bevande fresche comunque danno sollievo, quindi sì ai succhi di frutta o alle acque aromatizzate. L’importante è bere molto in ogni caso.

Rimedi per il caldo dall’Africa e dal Medioriente: erbe e cibi

Fra i rimedi per il caldo ricordiamo il cibo piccante, che fa sudare ma poi aiuta a sentirsi meglio. Ideale molta frutta e verdura, evitare i cibi grassi. Bene cetrioli, angurie, lattuga e tè verde.

Il cous cous alle verdure è perfetto per questa stagione.

In merito alle piante ce ne sono diverse che aiutano, come menta e basilico, da aggiungere al cibo o mettere in infusione mentre l’aloe vera aiuta a rinfrescare la pelle e curare le scottature.

Il crisantemo e il fiore di loto sono spesso usati per preparare tisane rinfrescanti.

Rimedi contro il caldo dall’Africa e dal Medioriente: docce, vestiti ed aromaterapia

Meglio indossare tessuti leggeri e traspiranti fatti di cotone o lino che permettano all’aria di circolare intorno al corpo, meglio se a maniche lunghe perché ci proteggono dai raggi del sole.

Per quanto riguarda le docce, quelle fredde sembrano l’ideale ma invece contribuiscono a stimolare la circolazione, e quindi dopo si sente ancora più caldo. Meglio preferire le docce tiepide.

Gli oli essenziali come la menta piperita, il limone o l’eucalipto possono essere utilizzati per rinfrescare l’ambiente e dare una sensazione di freschezza.

Articoli correlati:

Caldo senza fine: rimedi indiani per combatterlo

Prosegue il caldo senza fine e prosegue la nostra ricerca di rimedi contro questa orribile stagione. Abbiamo attraversato il Giappone, la Cina e la Corea, per scoprire quali sono i rimedi orientali contro il caldo.

Oggi raggiungiamo l’India e parliamo di rimedi ayurvedici.

Caldo senza fine: rimedi indiani per combatterlo

Una buona idea contro il caldo senza fine è conoscere alcuni rimedi che vengono utilizzati in Oriente, dove il caldo è molto peggio che da noi.
Come ad esempio le erbe rinfrescanti ayurvediche. Queste erbe sono capaci di bilanciare l’eccesso di energia Pitta, ovvero la forza vitale composta dagli elementi Fuoco e Acqua, che viene messa alla prova dall’estate, ovvero dalla stagione del Fuoco. Queste erbe sono in grado di raffreddare l’organismo ed aiutarci a combattere il caldo.

Vediamo quali sono queste 12 erbe:
1. aneto, sapore dolce, eccellente digestivo, ideale contro coliche o gonfiore addominale;
2. cardamomo, dalle proprietà balsamiche, aiuta a digerire e rinfresca;
3. karkadè ha virtù antinfiammatorie, dissetanti, lenitive e vitaminizzanti, è antiossidante e depurante, attenzione perché abbassa la pressione;
4. menta, molto rinfrescante, depurativa, promuove la circolazione del sangue e migliora la digestione ma è sconsigliata in caso di reflusso gastroesofageo;
5. melissa, rilassante, sedativa, antinfiammatoria e antispasmodica, rinfresca e aiuta la digestione;
6. moringa, antiossidante e depurativa, digestiva e ricostituente;
7. passiflora, dalle proprietà antinfiammatorie e antispastiche, sedativa e rilassante;
8. rosa, i petali sono astringenti e rinfrescanti, ideali contro le infiammazioni delle vie respiratorie;
9. sumacco, antinfiammatorio e antibatterico, ideale nel trattamento dei disturbi gastrointestinali ed in caso di ipertensione;
10. spirulina, svolge un’azione tonica, antinfiammatoria e rinfrescante;
11. tè verde, antiossidante, depurativo, perfetto per mantenersi freschi in estate
12. tulsi, ovvero il basilico indiano, antinfiammatorio e antibatterico, rinfrescante e calmante, utile contro le difficoltà digestive.

Caldo senza fine: 2 bevande indiane per combatterlo

Ed infine per combattere il caldo, abbiamo due bevande indiane da provare.

  1. La prima è il Lassi che si ottiene frullando acqua ghiacciata con yogurt e succo di frutta. Ci si possono aggiungere anche sale e spezie se si preferisce salato (menta, cardamomo, curcuma, zenzero, pepe) oppure miele o zucchero, con o senza cannella se lo si vuole dolce.
  2. La seconda è la Jal Jeera, la limonata indiana al cumino che si prepara pestando il cumino in un mortaio con lo zucchero di canna, questa polvere va poi aggiunta al succo di due limoni spremuti diluito in un litro di acqua fresca. Si può aggiungere della menta a piacere.

Articoli correlati:

Come si fa a non sentire caldo secondo i rimedi cinesi e coreani – parte 2

Come si fa a non sentire caldo in Oriente dove le estati sono molto più roventi che qui?

Abbiamo già parlato dei rimedi giapponesi contro il caldo, oggi parliamo di cibi cinesi e coreani.

Come si fa a non sentire caldo secondo i rimedi cinesi

Come si fa a non sentire caldo? Secondo la medicina tradizionale cinese, un segreto sta nel non consumare cibi freddi ma a temperatura ambiente.

Fra le bevande consigliate ci sono:

  • tisane ai fiori di sambuco
  • tisane con menta
  • thè verde

Secondo la medicina cinese bisognerebbe evitare i “cibi riscaldanti” quindi i crostacei e il pesce di fiume, l’aglio e la cipolla, alcool e vino.

Sono invece consigliati:

  • miglio, orzo e grano
  • coniglio e anatra
  • latte di soia e tofu
  • pesce azzurro, ostrica, vongola, seppia e calamaro
  • cavolo cinese, carciofo, bietola, spinaci, sedano, zucchine, insalate, cetriolo, pomodoro
  • frutta mela, fragola, mirtillo, ananas, anguria, melone, banana, arancia
  • legumi, mais, patata shanyao, bacche rosse

I cibi coreani per combattere il caldo

Come si fa a non sentire caldo? Bisognerebbe provare i famosi piatti estivi coreani. In Corea il mese più afoso dell’anno è Boknal e si combatte a tavola.

Samgyetang, ad esempio, zuppa di pollo al ginseng e si consuma nei tre giorni più caldi dell’estate chiamati Malbok, Chobok e Joongbok. Il piatto contiene: riso, pollo, bacche di goji, ginseng, spicchi d’aglio. Ma i cinesi non dicevano che l’aglio non va bene? Ognuno ha le sue teorie.

I Naengmyeon sono spaghetti al grano saraceno con ravanello, brodo ghiacciato, uova sode e manzo. 

Anche qui ritroviamo la versione orientale della granita che si chiama Joseon, si tratta di ghiaccio tritato e fagioli rossi.

Naeng Kongguksu è un altro piatto solo estivo, si tratta di una zuppa di fagioli di soia a cui si aggiungono i noodles, alcune fettine di cetriolo, uovo sodo e pomodoro. Ovviamente con una buona dose di piccante.

Divertitevi a trovare le ricette ed a provare a cucinarli.

Articoli correlati:

Come combattere il caldo: i rimedi dal Giappone – parte 1

Come combattere il caldo? È la domanda che domina le nostre giornate, ma immaginate se facesse ancora più caldo o se fosse più intenso, come si potrebbe fare? Questa è l’estate orientale, infatti in Giappone, Cina e Corea fa molto più caldo che qui. Come fanno a sopravvivere? Prendiamo spunto dalle loro idee.

Come combattere il caldo secondo i rimedi giapponesi

Come combattere il caldo in Giappone? Anche se non dovete fare un viaggio fin lì, i loro rimedi contro il caldo possono essere molto utili anche qui.

I giapponesi hanno sempre dei ventagli (sensu) con loro, che sono ripiegabili, di carta o tessuto, ma negli ultimi anni preferiscono dei piccoli ventilatori a batteria portatili.

Di giorno tengono persiane e tende chiuse, per non far entrare il calore, aprono tutto la sera soprattutto se si alza la brezza. Questo arrivo della brezza è segnalato dai furin, ovvero quelle campanelle che si appendono vicino agli ingressi o alle finestre e che si muovono con il vento.

Rinfrescano gli esterni con l’acqua, l’entrata, i cortili ed i vialetti di accesso, nel tentativo di mitigare il caldo rovente.

I giapponesi si vestono leggeri, con indumenti in cotone, d’estate usano soprattutto lo yukata che è molto traspirante.

Come si fa a non sentire caldo secondo i rimedi giapponesi

Come combattere il caldo con i rimedi giapponesi?

La gratinata è la vostra alleata, la versione giapponese è il kakigori composto da ghiaccio tritato aromatizzato con sciroppi a vari gusti.

È utili tenere in casa un piccolo asciugamano, che avrete spruzzato con acqua fredda (va bene anche se lo mettete in frigo) per detergere il sudore. In giapponese si chiama tenugui.

Cerotti rinfrescanti, si possono applicare su gambe e piedi affaticati e si comprano su internet.

Mangiare anguria fredda e bere mugicha, ovvero acqua fredda e orzo, top rimedio contro il caldo!

I giapponesi in estate amano mangiare piatti freddi come la zaru soba ma credono che il modo migliore per combattere il caldo sia mangiare dei ramen piccanti con brodo bollente, si suda tantissimo ma dopo non si sente più il caldo.

Articoli correlati: