giovedì, 1 Dicembre 2022

Costume & Società

Home Costume & Società
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

I personaggi scomparsi nel 2014 (FOTO)

Ci accingiamo alla fine di quest’anno. E come da prassi, un bilancio è lecito farlo.
Il 2014 è stato un anno triste sopratutto per il mondo del cinema che ha assistito alla scomparsi di molti grandi attori, amatissimi dal pubblico o per quello del calcio e della musica che hanno visto morire importanti rappresentanti proprio quest’anno.
Tornando un po’ indietro con la memoria noi di Blog di Lifestyle abbiamo deciso di ricordare i personaggi scomparsi nel 2014 per non dimenticarli e omaggiarli a modo nostro.

ARNOLDO FOÀ


Il 2014 si apre con la scomparsa di Arnaldo Foà, l’11 Gennaio. Non solo attore, ma anche regista, doppiatore e scrittore, Foà ha segnato la cultura italiana del ventesimo secolo, grazie alle sue straordinarie interpretazioni in teatro, in tv, al cinema e anche alla radio. Nella sua lunga carriera, oltre ad aver recitato nei migliori teatri d’Italia, è stato anche il doppiatore di grandi star del cinema, come Antony Quinn, Kirk Douglas e John Wayne.
“Per essere attori prima di tutto bisogna essere” è una delle sue frasi più celebri che accompagneranno per sempre i suoi postumi

CARLO MAZZACURATI

I personaggi scomparsi nel 2014
Scomparso il 22 Gennaio, aveva appena 57 anni. Venuto a mancare dopo una breve ma grave malattia Mazzacurati si è sempre distinto nel mondo cinematografico per le sue sceneggiature tra cui quella di Marrakech Express. Nel 1994, ha vinto il Leone d’Argento al Festival di Venezia, per la regia del film Il Toro. Sempre alla kermesse veneziana, nel 1987 il cineasta aveva vinto il Nastro d’Argento come miglior regista esordiente per la pellicola Notte Italiana, prodotta da Nanni Moretti.

PHILIP SEYMOUR HOFFMAN

I personaggi scomparsi nel 2014
Portato via dall’eroina, il 2 febbraio Hollywood perde uno degli attori più poliedrici in uno scenario inquietante. Hoffman è stato trovato privo di vita nella sua casa di Manhattan ancora con la siringa infilata nel braccio. Attore di talento, aveva vinto il premio Oscar nel 2005 per la sua interpretazione in Truman Capote – A sangue freddo, ma lo si ricorda anche per le interpretazioni nelle commedie di “E alla fine arriva Polly” e “Il grande Lebowsky”

GABRIEL GARCIA MARQUEZ


Ad aprile tocca al mondo letterario piangere la scomparsa di un suo brillante esponente. Il 17 aprile muore Gabriel Garcia Marquez. Lo scrittore colombiano Premio Nobel per la Letteratura si è spento all’età di 87 anni a Città del Messico, dopo un breve ricovero per un’infezione e un problema polmonare. Lascia un vuoto indelebile nella letteratura sudamericana. “Cent’anni di solitudine” e “l’amore al tempo del colera” i suoi lavori più illustri.

BOB HOSKINS

I personaggi scomparsi nel 2014
Attore e regista britannico di grande talento, Hoskins ci ha lasciato all’età di 71 anni, a causa di una complicazioni di una polmonite. Malato di Parkinson lasciò il mondo del cinema già nel 2012. Ma noi lo ricordiamo per le sue notevoli interpretazioni in “Chi ha incastrato Roger Rabbit” del 1988, come Spugna, il mozzo ubriacone di Capitano Uncino e per il film “Monna Lisa” per cui fu anche candidato all’Oscar.

GIORGIO FALETTI


A luglio tocca all’Italia piangere uno dei suoi personaggi più poliedrici, talentuosi e versatili. Il 4 luglio viene a mancare Giorgio Faletti, in seguito ad un tumore al polmone contro cui ha portato avanti una dura lotta.
Con una laurea in Giurisprudenza, Faletti inizia la sua carriera come cabarettista, approdando in tv nel 1983. Ma non ancora sazio decide di buttarsi nel mondo della musica, del cinema e per ultimo in quello letterario. A dare l’annuncio della sua scomparsa con un Tweet è stato Mario Calabresi, direttore de La Stampa: “È morto Giorgio #Faletti un uomo dalle tante vite, tutte ben fatte, cabarettista, cantante, scrittore, attore”.

ROBIN WILLIAMS

I personaggi scomparsi nel 2014
l’11 Agosto è un giorno che ricorderemo in molti. La notizia dell’improvvisa scomparsa di Robin Williams ha lasciato tutti sconvolti. Un vuoto incolmabile nel mondo del cinema, il “capitano” era malato di Parkinson e depressione e il decesso per asfissia sarebbe la conseguenza del suicidio. Tra le sue pellicole più famose, “Hook – Capitano Uncino”, “L’attimo fuggente e Mrs Doubtfire”. A soli 63 anni se n’è andato uno degli attori più amati di tutto il mondo.

LAUREN BACALL


A distanza di un giorno ancora un brutto colpo per Hollywood che perde Lauren Bacall, bellissima attrice e icona di stile degli anni ’50. Nel 2009 le viene assegnato l’Oscar alla carriera, dopo varie interpretazioni di successo. Un’ictus se la porta via un mese prima di compiere 90 anni.

FABRIZIO TRECCA

I personaggi scomparsi nel 2014
Giornalista televisivo e medico personale di Silvio Berlusconi , Trecca è scomparso il 12 novembre, a 74 anni. Famoso per le sue gaffe, il medico è sbarcato in tv già negli Settanta e nel corso della carriera si è dedicato pure alla letteratura, scrivendo alcuni romanzi di fantascienza. Ma a renderlo noto sono stati i suoi programmi di medicina “Vivere meglio” e “Vivere bene”

MIKE NICHOLS


Il 19 novembre 2014 si è spento il regista de “Il Laureato”, Mike Nichols. Il cineasta aveva 83 anni ed era di origini tedesche. Per il celebre film con Dustin Hoffman, aveva anche vinto un Oscar e molte altre sono state le nomination nel corso degli anni. Dal 1988 fino alla sua morte, è stato sposato con la giornalista Diane Sawyer. La sua ultima pellicola “La guerra di Charlie Wilson”, è uscita nel 2007 e i suoi tanti successi ricordiamo “Chi ha paura di Virginia Woolf?”e “Una donna in carriera”.

MANGO


Ancora aperta la ferita lasciata dalla scomparsa prematura ed improvvisa di Mango, celebre cantante italiano. Il 7 dicembre durante un concerto a Policoro, proprio mentre cantava “oro” il cantante si è accasciato davanti ai suoi fan causando panico e preoccupazioni per le sue condizioni, apparse subito gravi.
Cordoglio da parte di tutti gli esponenti della musica nazionale, da Biagio Antonacci, a Gianni Morandi che l’hanno ricordato su Facebook.
Durante la sua veglia funebre, due giorni dopo, il 9 Dicembre viene a mancare anche il fratello maggiore Giovanni, anch’esso colto da malore. Una tragedia senza fine per la famiglia Mango, quando anche gli altri due fratelli alla notizia della morte di Giovanni si sono sentiti male.

VIRNA LISI

I personaggi scomparsi nel 2014
Il 18 Dicembre ancora un lutto nel mondo del cinema. Se ne va la Signora del Cinema Italiano. Bellezza mozzafiato, fascino travolgente e un’eleganza senza tempo. Aveva 78 anni e da un mese aveva scoperto un male incurabile. L’annuncio della sua morte è stato dato dal figlio Corrado: “Mia madre si è spenta tranquillamente nel sonno”
Dopo 53 anni di matrimonio, nel 2013 la scomparsa del marito Franco Pesci la distrugge. Moglie e madre devota, la ricordiamo per le sue interpretazioni, al fianco di Totò in “Sua Eccellenza si fermò a mangiare”, poi in “Il tulipano nero” e ne “Il delitto Duprè”. Il suo primo film a Hollywood è “Come uccidere vostra moglie”, in cui recita al fianco di Jack Lemmon e Therry Thomas. Una pellicola rimasta nella storia per la scena in cui la Lisi esce dalla torta di compleanno indossando solo un bikini.
Dopo molte fiction televisive, tra cui “Caterina e le sue figlie” e “L’onore e il rispetto” la rivedremo ancora un’ultima volta nel film di Cristina Comencini “Latin Lover” in uscita a marzo 2015.

Carnevale 2015: le maschere più buffe e originali (FOTO)

credits photo: burritofiction.imgur.com

La festa più colorata e divertente dell’anno è alle porte. Stiamo parlando del Carnevale, festa in cui adulti e bambini sfogano la loro fantasia e creatività sfoggiando maschere e costumi di tutti i tipi, dalle più accurate alle più buffe. Quest’anno potremo divertirci ai party in maschera, sfilate di carri allegorici e serate in discoteca dal 12 al 17 febbraio, in coincidenza con il giovedì e il martedì grasso.

E voi cosa indosserete? Se ci state ancora pensando potete prendere spunto da quelle che saranno le maschere più in voga e buffe del Carnevale 2015:

Da “cibo”

credits photo: superstarz.com
credits photo: superstarz.com

Dopo la mania di fotografare il cibo si passa a quella di indossarlo, o meglio, di diventare del cibo. Se siete dei buongustai potrete, infatti, travestirvi da pizza, hamburger, gelato, frutta o qualsiasi pietanza voi vogliate. L’effetto “acquolina in bocca” è assicurato, ma state attenti a non farvi mangiare.

Da “gioco”

credirts photo: mashable.com
credirts photo: mashable.com

Se la vostre parole d’ordine sono “divertimento” e “originalità” potete buttarvi sui costumi fai da te che richiamano tipici giochi di infanzia, magari coordinandovi con i vostri amici, come i soldatini, lego, scacchi, bambole e così via.

Da “oggetto”

credits photo: deguisetoi.fr
credits photo: deguisetoi.fr

Molto divertenti sono anche i costumi da “oggetto” come quelli da trofeo, water, posate, matite e colori. Insomma, potete prendere ispirazione semplicemente guardandovi intorno. Comprati o fatti da voi risulteranno sempre creativi e originali.

Da “protagonista”

credits photo: falpala.it
credits photo: falpala.it

Potete, poi, ispirarvi alle serie tv o alle pellicole cinematrografiche, impersonando i vostri protagonisti preferiti o i loro antagonisti. Potrete così diventare le protagoniste di Sex and the city, Daenerys Targaryen, Katniss Everdeen, il maghetto Harry Potter o un supereroe cinematrografico.

Da “Star”

credits photo: costumes.net
credits photo: costumes.net

Volete sentirvi una star per un giorno? Allora è questo il travestimento che fa per voi. Facili da imitare sono Lady Gaga, Katy Perry, Madonna o, tornando indietro nel tempo, Elvis Presley, Michael Jackson e Marylin Monroe.

I classici

credits photo: burritofiction.imgur.com
credits photo: burritofiction.imgur.com

Intramontabili e sempre d’effetto sono, infine, le classiche maschere di Arlecchino, Pulcinella e Colombina. Se invece vi sentite delle principesse nell’animo quest’anno molto gettonati sono i costumi da Elsa e Anna, le principessine di “Frozen”, o , in alternativa, da Tauriel de “Lo Hobbit” e da Grace Kelly. Immancabili, infine, i costumi storici e vintage: da romana, egiziana, dea greca o da donna del Charlestone.

Il cancro ci fa belle. Fate vedere la faccia: arriva la risposta a #fatevedereletette

“Il cancro ci fa belle. Fate vedere la faccia” approda su facebook dopo #fatevedereletette, l’hashtag lanciato a favore della prevenzione precoce, che ha trovato tante critiche quanti apprezzamenti sul suo cammino tra i social network.
E proprio da queste critiche, che forse nasce “il cancro ci fa belle. Fate vedere la faccia” una nuova comunità che fa capolino su facebook non troppo timidamente, superando i 1500 mi piace in meno di una settimana.

Sulla pagina si vedono foto di donne di ogni età, che stanno combattendo contro il signor K, come molte di loro lo chiamano e altre che invece l’hanno sconfitto e “sono ancora qua”.
L’iniziativa sta avendo successo. L’obiettivo è sempre quello di affrontare la vita con un sorriso, anche quando questa non è stata generosa, perchè con l’ironia si supera tutto, o almeno così dicono. E vale la pena provarci.

Nella comunità si scambiano dubbi, paure, domande, informazioni su terapie e centri di cura, perché spesso il malato si sente ineluttabilmente solo di fronte ad un evento così angoscioso e soltanto dal confronto con chi ha avuto le sue stesse esperienze può trarre conforto.
Molte ci scherzano su, altre sono più impaurite, altre ancora sono grate per aver superato quel momento. Ma c’è una cosa che accomuna tutte: LA FORZA. Perchè la forza, quella vera è DONNA.
E quando la vita ci pone davanti certe sfide, le donne non si tirano indietro. Salgono sul ring e l’affrontano.

Stupisce, ma non troppo, la grinta con cui la maggior parte affronta il “brutto male”, ma anche qui non sono mancate le critiche, che ritengono tutte queste iniziative solo un modo per mettersi in mostra, “la fiera dell’egocentrismo” accusa qualcuno.

Noi di Blog di Lifestyle ci sentiamo di sostenere tutte le donne (e gli uomini) che combattono ogni giorno contro questa bestia e continuare ad infondere coraggio. Non mollate, non fatelo mai. Combattete con le unghia e con i denti perchè non vi si tolga ciò che è vostro: la vita. E fatelo con un bel sorriso stampato sul vostro meraviglioso viso.

Maddie, la bambina scomparsa: spunta un sospettato


Maddie scomparve tredici anni fa, aveva 3 anni ed era in vacanza con la famiglia in Portogallo a Praia da Luz.
Inga scomparve il 2 maggio del 2015. Una bambina di 5 anni inghiottita nel buio in un bosco della Sassonia-Anhalt in Germania.
Che cos’hanno in comune queste due bambine oltre alla scomparsa nel nulla? Christian Brueckner.

Arrestato il pedofilo che avrebbe ucciso Maddie

E’ stato arrestato per droga Christian Brueckner, un pedofilo tedesco con un passato di crimini alle spalle.

Quello che sembrava un reato qualsiasi si è trasformato in un caso di possibile omicidio o rapimento e abusi contro minori.

Contro di lui vari indizi: è stato accusato di aver stuprato un’americana 72enne a Praia da Luz. E’ lo stesso luogo in cui Maddie McCann sparirà un anno e mezzo dopo e avrebbe scritto nel 2013 a un conoscente di voler “catturare qualcosa di piccolo per usarlo per giorni”.

La seconda bambina scomparsa porta sulle sue tracce.

Inga Gehricke svanisce nel nulla in un bosco. Il pedofilo viveva a una sessantina di chilometri dal luogo della sparizione di Inge, a Neuwegersleben. Il giorno prima si trovava nei paraggi della casa e, come nel caso di Maggie, il suo cellulare era stato intercettato dai ripetitori vicino a Wilhelmshof dove Inga è stata vista per poi scomparire.

Come si è arrivati a Maddie? Il pedofilo ha vissuto nei paraggi della scomparsa, durante la stessa, ed è spuntata una chat con un amico in cui si vantava di sapere che fine aveva fatto la bimba.

Si è ipotizzato che il pedofilo stesse puntando a derubare la coppia e che avendo trovato la piccola in camera l’abbia portata via.

Un testimone incastrerà il pedofilo contro Maddie?

Il pedofilo avrebbe chiamato un’ora prima del rapimento di Maddie McCann un certo Diogo Silva, la polizia lo sta cercando perché potrebbe essere un testimone chiave.

Nel frattempo le indagini nella casa dell’uomo hanno portato al ritrovamento di vestiti da bambina, probabilmente di Inga. Il caso fu però archiviato senza ulteriori indagini.

Christian Brueckner è al momento il principale sospettato della scomparsa di Maddie e Inga, la procura tedesca avanza l’ipotesi che la bimba sia ormai morta ma i genitori sperano ancora di ritrovarla.