giovedì, 19 Maggio 2022

Costume & Società

Home Costume & Società Pagina 2
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

I tweet dei genitori che raccontano dei loro bambini (FOTO)

Credit: www.boredpanda.com

Avere dei figli per molti rappresenta l’inizio di una fantastica, nonché impegnativa avventura.
Pannolini da cambiare, pranzi e cene da preparare, strilla da placare, insomma per i genitori il lavoro non finisce mai, anzi possiamo dire che cominci veramente solo all’interno delle mura domestiche, dove c’è sempre qualcosa da fare.

Twitter, in virtù di questo, ha visto la nascita di un nuovo hashtag #FunnyParents dedicato a tutti i genitori che vogliano condividere con il mondo le loro esilaranti avventure fatte di risposte agghiaccianti o fatti di vita vissuta che ogni genitore deve affrontare nel massimo della comprensione e della pazienza, il tutto con estremo amore ovviamente.

Di seguito vi mostriamo i tweet più divertenti e vi ricordiamo che su Boredpanda è possibile vedere la raccolta al completo, poiché i genitori continuano a postare i loro screen con una certa regolarità sul sito dedicato.

Quelli intelligenti? A rischio schizofrenia

Noi che guardiamo la diversità con quell’aria di chi è ‘normale‘e in pace con il mondo, come mai non teniamo mai a mente il fatto che le grandi menti che hanno cambiato la storia appartenevano a persone sopra le righe?
Ci basta un comportamento che travalichi i confini di ciò che è considerato ‘regolare‘ per far scattare in noi una molla potentissima: quella del giudizio.
Passiamo giornate intere a sindacare le azioni del prossimo, deridendole talvolta perché inusuali e addirittura grottesche. Ma fermiamoci un momento a riflettere: tutti gli artisti, inventori e pensatori che studiavamo al liceo, erano persone ‘normali‘?

Prendiamo il mio pittore preferito, Vincent Van Gogh: era costui una persona sana di mente? Nessuno al mondo è all’altezza di stabilirlo, a parte il suo orecchio. Eppure in quella che appare (ma che in questo caso effettivamente è) una vita all’insegna della follia, c’era una misura tale di genio da avere rivoluzionato l’arte della pittura.
Vogliamo parlare invece del poeta Gabriele D’Annunzio e del suo amore per le droghe? E cosa ne fu dei poeti maledetti Rimbaud e Verlaine? E di Freud e il suo feticcio sessuale che riguardava le anguille?
Albert Einstein, invece, a scuola era un vero asino eppure è stato, per il mondo, un vero gigante della fisica. Le sue grandi scoperte, però, non lo resero certo una persona standard: secondo alcuni dati storici il suo livello di igiene era decisamente basso al punto da non avere mai indossato i calzini.

Ci sarebbe dunque un legame fortissimo tra la genialità e la follia: una ricerca condotta su 16 studenti svedesi ha infatti dimostrato che quelli maggiormente dotati di talento avevano una propensione maggiore allo sviluppo di alcune patologie psicologiche.
Quelli più intelligenti, quindi, sarebbero maggiormente esposti alla possibilità di subire alcuni particolari disturbi della mente.
Di quei 16 studenti, infatti, i più talentuosi secondo i risultati dei test di intelligenza, riscontravano uno stato mentale più labile e sensibile rispetto agli altri compagni.
Secondo lo studio le persone più brillanti sarebbero maggiormente portate a soffrire di schizofrenia o bipolarità, proprio come lo straordinario John Nash portato sullo schermo da Russell Crowe in ‘A beautiful mind’.

Reddit ebook deal: Il profumo delle foglie di limone di Clara Sánchez

Reddit ebook deal: Il profumo delle foglie di limone di Clara Sánchez

“Credi alla apparenze? Credi di essere al sicuro? Conosci veramente chi ti è vicino? La verità deve venire a galla…”

Ciao a tutti!! Vi sto scrivendo mentre fuori imperversa il temporale, per fortuna siamo abbastanza in alto perciò non finirò con lo scrivervi a mollo. Buon per me. Il sottofondo di questo nostro nuovo incontro letterario è Out of It di Fallulah una canzone che devo dirvi mi piace davvero tanto.

Ben trovati dunque in questa nostra chiamiamola “pausa caffè” mattutina, ancora una volta per parlare delle nostre letture, nostre perché vi ricordo che potete lasciarmi un commento, parlarmi dei vostri libri preferiti, esprimere un opinione o anche consigliarmi, perché no, qualche lettura.

Reddit ebook deal: Il profumo delle foglie di limone di Clara Sánchez

Allora, in pratica il libro parla di Sandra: una ragazza di trent’anni senza lavoro che scopre d’essere rimasta incinta di un uomo di cui non è innamorata e fra l’altro ha un rapporto turbolento con i suoi genitori. Sandra, triste e sola, decide di trasferirsi in Costa Blanca, un luogo sempre baciato dal sole e permeato di un profumo di limoni che si sente fin dal mare

Se nonchè un giorno la protagonista incontra una coppia di amabili signori tedeschi anziani, Fredrik e Karin: vivono in una bella e grande villa, la accolgono cordialmente in casa e le fanno conoscere alcune persone fra cui Alberto. Sandra è in paradiso. Ma ancora per poco…

Fredrik e Karin non sono quello che dicono di essere e soprattutto hanno deciso di riprendere la loro attività. Julián li conosce bene, sa di che crimini si sono macchiati. Sandra inizialmente incredula inizia a guardare quei due adorabili vecchietti con nuovi occhi e capisce che lei e il suo piccolo sono in pericolo…

Perchè? Chi sono realmente i due anziani?

Reddit ebook deal: Il profumo delle foglie di limone di Clara Sánchez

Non trovate che i libri siano un po’ pezzi di vita?Non vi è mai capitato di ritrovarvi in qualche pagina, che vi torni in mente in un momento particolare uno spezzone, una frase, un verso di una poesia?Non viviamo forse vite parallele attraverso i racconti dei nostri autori preferiti?

E’ la magia dei libri.

Info qui

Tototema maturità 2016: quali tracce potrebbero capitare?

credits photo: catania.liveuniversity.it

Ormai l’esame di maturità è alle porte: mercoledì 22 si da il via alle danze con la prima prova scritta. Come ogni anno, a pochi giorni dall’esame si inizia a ipotizzare su quali potrebbero essere le tracce che si dovranno affrontare. Il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha dato un unico indizio: “i temi saranno belli e attuali e saranno l’occasione per riflettere su esperienze attinenti alla vita degli stessi alunni“. Insomma, qualcosa che potrebbe significare tutto o niente.

I primi indizi vanno quindi ricercati nell’attualità, che potrebbe essere stata d’ispirazione per il Ministero. Tante sono le cose capitate in quest’anno scolastico appena trascorso. Gli attentati al giornale satirico Charlie Hebdo e gli attentati di Parigi sono ancora nella memoria di tutti e potrebbero essere il punto di partenza su un tema sul terrorismo o sulla libertà.

A ridosso del referendum costituzionale, poi, potrebbe essere proprio la Costituzione al centro delle attenzioni. In alternativa, data la nuova legislazione in tema di unioni civili, l’omofobia potrebbe essere il tema da trattare. I primi mesi del 2016 però hanno visto anche l’uccisione di tante donne, quindi anche il femminicidio è una possibile traccia. Rimanendo in tema di donne, quest’anno si sono festeggiati i 70 anni del voto alle donne e, quindi, anche i 70 anni della Repubblica. Infine, vista l’accesa discussione sulla Brexit, la possibile uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, potrebbe essere proprio l’Europa la protagonista degli esami di maturità del 2016.

Per quanto riguarda gli autori c’è un alto margine di incertezza. I papabili sono Umberto Ecco, Italo Calvino, Eugenio Montale, Luigi Pirandello e Giovanni Verga, ma non sono da escludere neanche Leopardi e Pasolini.

Insomma, prevedere quali saranno le tracce d’affrontare in sede d’esame è difficile. Con un po’ di concentrazione però non sarà impossibile superare con buoni risultati questa prima prova scritta. Prendersi il tempo necessario per scegliere la traccia giusta è una buona norma da seguire, per il resto noi di Blog di Lifestyle auguriamo buona fortuna a tutti i maturandi.