mercoledì, 21 Febbraio 2024

Food

Home Food
Proposte dal mondo del cibo: ristorazione, dieta, ricette e cucina

Due ricette veloci con la farina di ceci

Oggi vediamo due ricette veloci con la farina di ceci, che è una buona fonte di proteine ed è anche un buon sostituto delle uova. Usarla è davvero semplice.

Due ricette veloci con la farina di ceci: le Panelle

Ecco un classico della cucina siciliana: le panelle, ottime per quando non si ha molto tempo per cucinare.

Ingredienti:

  • 1 tazza di farina di ceci
  • 1 tazza di acqua
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio per friggere

In una ciotola, mescolare la farina di ceci con l’acqua fino a ottenere una pastella liscia. Unire sale e pepe a piacere.

Scaldare l’olio in una padella profonda. Versare la pastella di ceci nella padella utilizzando un mestolo.

Friggere le panelle fino a quando diventano croccanti e dorate su entrambi i lati. Scolarle su carta assorbente.

Due ricette veloci con la farina di ceci: Socca

Ma cos’è la Socca? La socca è una specialità culinaria tipica della regione della Provenza, in Francia, e della Liguria, in Italia. È una sorta di crespella o focaccia, croccante fuori e morbida dentro.

Ingredienti:

  • 1 tazza di farina di ceci
  • 1 tazza di acqua
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • Sale e pepe q.b.
  • Rosmarino fresco tritato (opzionale)

Preriscaldare il forno a 220°C. In una ciotola, mescolare la farina di ceci con l’acqua fino a ottenere una pastella liscia.

Unire l’olio d’oliva, il sale e il pepe e mescolare. Lasciare riposare la pastella per circa 30 minuti. Versare la pastella in una teglia da forno leggermente unta con olio d’oliva.

Spargere il rosmarino tritato sulla superficie. Infornare la socca per circa 20 minuti. Tagliarla a fette e servirla.

Due ricette creative che potresti provare a pranzo

Ammettilo, anche tu non sai cosa cucinare oggi a pranzo: ebbene, ecco due ricette creative molto facili. E molto buone, provare per credere.

Due ricette creative: Insalata di quinoa al mango e avocado

La quinoa è sempre un dilemma: come cucinarla? Come insaporirla? Segui questa ricetta.

Ingredienti:

  • 1 tazza di quinoa
  • 2 tazze di acqua
  • 1 mango maturo, tagliato a cubetti
  • 1 avocado maturo, tagliato a cubetti
  • 1/4 di cipolla rossa, tritata finemente
  • Succo di 1 lime
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • Sale e pepe q.b.
  • Una manciata di coriandolo fresco, tritato (opzionale)


Risciacqua la quinoa sotto acqua fredda, poi mettila in una pentola con l’acqua. Porta a ebollizione, abbassa il fuoco, copri e lascia cuocere per circa 20 minuti. Togli dal fuoco e lascia raffreddare.

In una ciotola grande, unisci la quinoa raffreddata, il mango, l’avocado e la cipolla rossa.

A parte mescola il succo di lime, l’olio d’oliva, il sale e il pepe. Versa il condimento sulla quinoa e mescola bene per distribuirlo uniformemente.

Aggiungi il coriandolo fresco tritato per un tocco di freschezza o del prezzemolo.

Fai riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Due ricette creative: cavolfiore al forno croccante

Come mangiare più verdure? Il trucco è renderle più saporite. Il cavolfiore in particolare non vuole mai mangiarlo nessuno, ma con questa ricetta vuoi scommettere?

Ingredienti:

  • 1 piccolo cavolfiore
  • 1 uovo
  • 1/2 tazza di formaggio grattugiato (mozzarella, parmigiano o altro a tua scelta)
  • Sale e pepe q.b.
  • Condimenti e topping a piacere (salsa di pomodoro, mozzarella, verdure, salumi, ecc.)

Preriscalda il forno a 200°C. Pulisci il cavolfiore e taglia a pezzi. Tritalo finemente utilizzando un robot da cucina.

Metti il cavolfiore sminuzzato in una ciotola e cuocilo nel microonde per circa 8 minuti. Fai raffreddare. Mettilo in un panno e strizzalo per bene, per rimuovere l’acqua in eccesso.

In una ciotola, mescola il cavolfiore, l’uovo, il formaggio grattugiato, il sale e il pepe. Stendi il composto ottenuto su una teglia rivestita di carta da forno.

Inforna per circa 15 minuti o fino a quando sarà croccante.

Togli la base di cavolfiore dal forno e aggiungi i condimenti e i topping a piacere. Puoi utilizzare salsa di pomodoro, mozzarella, verdure, salumi o qualsiasi altro ingrediente desideri.

Rimetti in forno per altri 10 minuti.

Due ricette per riciclare il pandoro avanzato

Oggi vediamo due ricette per riciclare il pandoro avanzato. Le feste sono ormai finite, ma alzi la mano chi non si è trovato un pandoro di più in casa? E che ovviamente nessuno vuol mangiare.

È successo anche a me, un pandoro avanzato e nessuno ha intenzione di consumarlo, allora ho deciso che voglio provare queste ricette.

Come riciclare il pandoro avanzato: Trifle al pandoro

Come sempre si tratta di ricette molto facili e veloci, vediamo la prima.

Ingredienti:

  • Pandoro avanzato a fette
  • Crema pasticcera
  • Frutta fresca (fragole, lamponi, mirtilli, ecc.)
  • Gelatina di frutta (scegli il gusto che preferisci)

Tagliare il pandoro in fette spesse.

Preparare la crema pasticcera, oppure fare come ho fatto io: comprare una confezione già bella pronta.

Preparare la gelatina di frutta seguendo le istruzioni sulla confezione.

Quindi si passa alla composizione a strati: uno strato di fette di pandoro sul fondo di una ciotola di vetro, uno strato di crema pasticcera, uno strato di frutta fresca e da ultimo versare un po’ di gelatina di frutta sopra la frutta.

Ripetere finché la ciotola è piena, quindi mettere in frigorifero per almeno un’ora prima di servire.

Facile no?

Due ricette per riciclare il pandoro avanzato: French toast al pandoro

Ammetto che generalmente le ricette per riciclare il pandoro sono sempre un po’ noiose e monotone, ma questa no.

Ingredienti:

  • Fette di pandoro avanzato
  • 3 Uova
  • Latte (mezza tazza)
  • 2 cucchiai di zucchero
  • Burro (per la cottura)
  • Sciroppo d’acero o zucchero a velo (per guarnire)

In una ciotola, sbattere le uova con il latte e lo zucchero.

Scaldare una padella antiaderente a fuoco medio e far sciogliere un po’ di burro.

Bagnare le fette di pandoro nella miscela di uova e latte.

Mettere le fette di pandoro nella padella e cuocere fino a quando sono dorate su entrambi i lati.

Metterle su un piatto foderato con carta assorbente e poi servirle guarnite con sciroppo d’acero o zucchero a velo.

Due ricette deliziose per riciclare il riso avanzato

Può capitare che ci avanzi del riso, allora ecco due ricette deliziose per riciclare il riso avanzato. Ricordatevi di cercare di non buttare il cibo, con un pizzico di fantasia potete riciclare gli avanzi e non dimenticate di usare l’app To good to go.

Come riciclare il riso avanzato: Polpette di riso al forno

Queste polpette al forno sono fantastiche per riciclare gli avanzi di riso.

Ingredienti:

  • 2 tazze di riso avanzato
  • 1/2 tazza di formaggio grattugiato (come parmigiano o pecorino)
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • Sale e pepe q.b.
  • Pangrattato q.b.

In una ciotola, versare il riso avanzato, il formaggio grattugiato, l’uovo e il prezzemolo tritato. Mescolare bene fino a ottenere un composto omogeneo.

Unire sale e pepe quanto basta. Con un po’ di composto di riso formare delle polpette rotonde con le mani. Passarle nel pangrattato. Disporle in una teglia foderata con carta da forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti.

Come riciclare il riso avanzato: Frittelle di riso

E per finire chiudiamo con le frittelle di riso, molto semplici ma anche molto buone.

Ingredienti:

  • 2 tazze di riso avanzato
  • 1/2 tazza di farina
  • 1 uovo
  • 1/4 tazza di latte
  • 1/2 cipolla tritata finemente
  • 1 carota grattugiata
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio vegetale per friggere

Mescolare il riso avanzato, la farina, l’uovo e il latte fino ad ottenere un composto omogeneo.

Unire la cipolla tritata e la carota grattugiata. Aggiustare di sale e pepe e mescolare. Scaldare l’olio in padella e versarvi delle cucchiaiate di composto.

Friggere le frittelle di riso da entrambi i lati fino a quando saranno dorate e croccanti.

Scolarle su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.