mercoledì, 21 Febbraio 2024

Food

Home Food Pagina 2
Proposte dal mondo del cibo: ristorazione, dieta, ricette e cucina

Ricette antispreco: teste di salmone e pane raffermo

Oggi vediamo due ricette antispreco. Vi sarà capitato che vi avanzi qualcosa o che vi troviate fra le mani qualcosa che state pensando di buttare, tipo il pane raffermo. E invece fermi tutti ecco due ricette facili e veloci per non buttare via nulla.

Ricette antispreco: riso con teste di salmone

Ricetta antispreco molto facile per non buttare via nulla.

Ingredienti per due persone:

  • 2 teste di salmone
  • 250 gr di riso
  • salsa di soia
  • cipolla tritata
  • aglio schiacciato
  • erba cipollina
  • sale
  • olio evo
  • semi di sesamo

Per prima cosa mettere il riso in un ciotola e lavarlo almeno tre volte. In una pentola capiente mettere a bollire le teste di salmone. Quando sono cotte, rimuovere tutta la carne, eliminando le spine e farla saltare in padella con un goccio di olio evo. Unire l’aglio e la cipolla tritata. Far rosolare il tutto. Versare un cucchiaio di salsa di soia e poca acqua. Concludere con semi di sesamo ed erba cipollina tritata. A parte far bollire il riso, nell’acqua di cottura delle teste di salmone che avrete filtrato. Scolare il riso e farlo saltare in padella.

Ricette antispreco con il pane raffermo

Di ricette come queste ce ne sono tante, io ve ne propongo una sarda. È un piatto povero ma ideale per l’inverno e per non buttare il pane vecchio

Ingredienti:

  • salsa di pomodoro
  • cipolla tritata
  • aglio schiacciato
  • basilico
  • olio evo
  • pane raffermo a fette
  • 1 litro di brodo
  • formaggio (opzionale)
  • sale e pepe

In una padella versare un poco di olio evo e far rosolare l’aglio e la cipolla. Aggiungere la salsa, regolare di sale e pepe. Far cuocere per 20 minuti. Aggiungere il basilico.

Nel mentre far ammorbidire le fette di pane raffermo nel brodo caldo.

Prendere una pirofila e fare uno strato di pane, uno di sugo, aggiungere il formaggio se piace, e proseguire fino al termine degli ingredienti. Infornare a 180° per 30 minuti.

Menù vegano per il 24 dicembre

Oggi vediamo un menù vegano per il 24 dicembre. C’è chi per Natale mangia carne, chi mangia pesce da usanza cattolica e chi non mangia né l’uno nell’altro. Quale che sia la vostra filosofia magari potreste avere degli ospiti vegani a cena. Non sapete cosa dargli da mangiare? Ecco le nostre idee.

Menù vegano per il 24 dicembre: antipasto

Come antipasto vediamo una semplice insalata di agrumi e finocchi con noci tostate e semi di melagrana.

Ingredienti:

  • 2 arance
  • 2 pompelmi rosa
  • 2 finocchi
  • 1/2 tazza di noci tostate
  • Semi di melagrana
  • Prezzemolo fresco tritato
  • Olio d’oliva
  • Succo di limone
  • Sale e pepe q.b.

Sbuccia le arance e i pompelmi, rimuovendo anche la pellicina bianca. Taglia gli agrumi a fette sottili. Taglia i finocchi a fette sottili e uniscili agli agrumi.

In una padella, tosta leggermente le noci a fiamma bassa. Aggiungi le noci tostate e i semi di melagrana all’insalata di agrumi e finocchi. Condisci con olio d’oliva, succo di limone, sale, pepe e prezzemolo tritato.

Menù vegano per il 24 dicembre: primo piatto

Come primo vi proponiamo il risotto vegano ai funghi porcini.

Ingredienti:

  • 320 g di riso Arborio o Carnaroli
  • 200 g di funghi porcini freschi o secchi (ammollati in acqua calda per circa 20 minuti)
  • 1 cipolla tritata
  • 2 spicchi d’aglio tritati
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1/2 tazza di vino bianco secco
  • Olio d’oliva
  • Sale e pepe q.b.
  • Prezzemolo fresco tritato (facoltativo)

In una pentola capiente, scalda l’olio d’oliva e aggiungi la cipolla tritata. Fai soffriggere a fuoco medio fino a quando diventa traslucida. Aggiungi l’aglio tritato e i funghi porcini, e cuoci per alcuni minuti finché i funghi si ammorbidiscono.

Aggiungi il riso alla pentola e falla tostare leggermente per un minuto, mescolando continuamente. Versa il vino bianco nella pentola e lascialo evaporare.

Aggiungi gradualmente il brodo vegetale, un mestolo alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Continua a cuocere il risotto fino a quando il riso diventa al dente e il brodo viene assorbito (circa 15-20 minuti). Assaggia e aggiusta di sale e pepe secondo i tuoi gusti.

Se desideri, aggiungi del prezzemolo fresco tritato per guarnire.

Menù vegano per il 24 dicembre: secondo piatto

Infine proponiamo un polpettone vegano di lenticchie e noci con salsa di pomodoro.

Ingredienti:

  • 2 tazze di lenticchie rosse cotte
  • 1 cipolla tritata
  • 2 spicchi d’aglio tritati
  • 1 tazza di noci tritate
  • 1 tazza di pane grattugiato (preferibilmente integrale)
  • 2 cucchiai di farina di ceci (o farina di mais)
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di senape di Dijon
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio d’oliva per la cottura

Per la salsa di pomodoro:

  • 2 tazze di passata di pomodoro
  • 1 cipolla tritata
  • 2 spicchi d’aglio tritati
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • Sale e pepe q.b.
  • Basilico fresco tritato (facoltativo)

In una padella, scalda un po’ di olio d’oliva e cuoci la cipolla e l’aglio tritati fino a quando diventano morbidi e traslucidi.

In una ciotola grande, unisci le lenticchie cotte, la cipolla e l’aglio cotti, le noci tritate, il pane grattugiato, la farinadi ceci, la salsa di soia, la senape di Dijon, il sale e il pepe. Mescola bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo.

Prepara la salsa di pomodoro: in una pentola, scalda l’olio d’oliva e aggiungi la cipolla tritata e l’aglio tritato. Fai soffriggere fino a quando diventano morbidi e traslucidi.

Aggiungi la passata di pomodoro alla pentola e cuoci a fuoco medio-basso per circa 15-20 minuti, fino a quando la salsa si addensa leggermente. Aggiusta di sale, pepe e basilico fresco tritato, se desideri.

Prendi il composto di lenticchie e noci e dà loro la forma di un polpettone.

Scalda un po’ di olio d’oliva in una padella e cuoci il polpettone vegano a fuoco medio-basso, girandolo delicatamente, fino a quando si forma una crosticina dorata su entrambi i lati.

Trasferisci il polpettone su una teglia da forno e cuoci in forno preriscaldato a 180°C per circa 20-25 minuti, o finché è ben riscaldato all’interno.

Servi il polpettone vegano tagliato a fette, accompagnato dalla salsa di pomodoro calda.

Due ricette thailandesi facili: Pad Thai e Tom Yum Goong

Il nostro tour gastronomico in giro per il mondo prosegue con due thailandesi facili: Pad Thai e Tom Yum Goong.

Sono piatti molto veloci e molto gustosi, da provare assolutamente.

Due ricette thailandesi facili: Pad Thai

Il pad thai è un piatto di noodles di riso saltati con gamberi, tofu, uova, germogli di soia, salsa di pesce, zucchero e arachidi. È un piatto semplice da preparare, ma è ricco di sapore e può essere personalizzato in base ai propri gusti.

Ingredienti:

  • 200 g di spaghetti di riso
  • 100 g di gamberi sgusciati e puliti
  • 100 g di tofu
  • 2 uova
  • 1 cipolla rossa, tritata
  • 2 spicchi d’aglio, tritati
  • 1 cucchiaio di salsa di pesce
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di aceto di riso
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1/4 di tazza di germogli di soia
  • 1/4 di tazza di arachidi tostate

Preparazione

Cuocere gli spaghetti di riso secondo le istruzioni sulla confezione.

Nel frattempo, in una padella grande o un wok, riscaldare un cucchiaio di olio di cocco o di semi. Aggiungere la cipolla e l’aglio e cuocere a fuoco medio fino a quando saranno morbidi, circa 5 minuti. Aggiungere i gamberi e cuocere a fuoco vivace fino a quando saranno rosati, circa 2 minuti.

Aggiungere il tofu e cuocere per altri 2 minuti. Rompere le uova nella padella e mescolare con un cucchiaio di legno fino a quando saranno rapprese, circa 2 minuti.

Aggiungere la salsa di pesce, lo zucchero, l’aceto di riso e il peperoncino in polvere. Mescolare bene. Aggiungere gli spaghetti di riso cotti e i germogli di soia. Mescolare fino a quando saranno ben amalgamati.

Due ricette thailandesi facili: Pad Thai

La zuppa Tom Yum Goong è una zuppa piccante e leggermente agrodolce a base di gamberi, citronella, lime, galangale, peperoncino e foglie di lime kaffir. È una zuppa nutriente e rinfrescante che è perfetta per una cena leggera.

Ingredienti:

  • 1 litro di brodo di pollo o di pesce
  • 200 g di gamberi sgusciati e puliti
  • 2 steli di citronella, tagliati a fettine sottili
  • 2 pezzetti di galangale, sbucciati e tagliati a fettine sottili
  • 2 lime, il succo
  • 1 peperoncino fresco, tagliato a fettine sottili
  • 4 foglie di lime kaffir, staccate dal gambo
  • 1 cucchiaio di salsa di pesce
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1/4 di tazza di coriandolo fresco, tritato

Procedimento

In una pentola grande, portare a ebollizione il brodo di pollo o di pesce. Aggiungere i gamberi, la citronella, la galangale, il succo di lime, il peperoncino e le foglie di lime kaffir.

Abbassare la fiamma e cuocere a fuoco lento per 5 minuti, o fino a quando i gamberi saranno cotti. Aggiungere la salsa di pesce e lo zucchero. Mescolare bene.

Servire immediatamente, guarnendo con il coriandolo tritato.

Due ricette tipiche della Svizzera facili e veloci

Queste sono solo due delle tante ricette tipiche della Svizzera. La cucina svizzera è ricca e variegata, e offre un’ampia scelta di piatti, sia di carne che di pesce.

Vediamo come preparare questi due piatti.

Ricette tipiche della Svizzera: Rösti

La prima ricetta è Rösti, un golosissimo piatto di patate e cipolle, davvero molto semplice da preparare. Si può fare in padella o anche al forno.

Ingredienti:

  • 500 g di patate
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Sbucciare le patate e grattugiarle. Tritare la cipolla finemente.

In una padella capiente, scaldare l’olio extravergine di oliva. Aggiungere le patate grattugiate e la cipolla tritata.

Cuocere a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, per circa 20 minuti, o fino a quando le patate saranno dorate. Regolare di sale e pepe.

Ricette tipiche della Svizzera: Fondue moitié-moitié

Questa ricetta è perfetta per chi adora il formaggio e le cene in famiglia o con gli amici.

Ingredienti:

  • 500 g di groviera
  • 500 g di emmental
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Grattugiare il groviera e l’emmental. In un pentolino, scaldare il vino bianco con lo spicchio d’aglio.

Togliere lo spicchio d’aglio e aggiungere i formaggi grattugiati.

Cuocere a fuoco basso, mescolando continuamente, fino a quando i formaggi si saranno sciolti e il composto sarà omogeneo. Regolare di sale e pepe.

Servire la fondue calda, con dei pezzetti di pane da intingere.

Per una fondue più saporita, è possibile aggiungere anche un cucchiaio di brandy o di kirsch.