giovedì, 16 Settembre 2021

Costume & Società

Home Costume & Società Pagina 2
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

Come fare barca di San Pietro e Paolo

Conoscete la tradizione della barca di San Pietro? E’ un’usanza che si svolge nella notte fra il 28 e il 29 giugno, ovvero questa notte.

Si tratta di un rituale molto curioso, che da tanto tempo appassiona le persone, credenti o meno.

Curiosi?

Cosa è la barca di San Pietro?

La barca di San Pietro è una tradizione popolare rurale che si è diffusa partendo dal Nord Italia, ma se ne hanno tracce anche in Toscana.

La tradizione risalirebbe al culto di San Pietro apostolo (XVIII secolo), che si diffuse grazie ai monaci cristiani benedettini.

Il 29 giugno, oltre ad essere il giorno di San Pietro, è anche la festa di San Paolo e coincide con i temporali estivi. Una leggenda popolare vuole che i temporali siano dovuti alla collera della madre di Pietro apostolo, che pare fosse finita all’inferno poiché cattiva.

Anticamente “la barca” veniva utilizzata per prevedere l’andata dei raccolti ed il tempo.

Come fare la barca di San Pietro?

Si prende una brocca o un barattolo di vetro, lo si riempie di acqua e poi vi si versa delicatamente dentro un albume. Non va mescolato.

Si lascia all’aperta, in giardino o sul davanzale.

Secondo il folklore popolare San Pietro scendere a soffiare nel contenitore di vetro farebbe manifestando così la sua benevolenza.

In Garfagnana e media valle del Serchio, negli anni dell’emigrazione, si interpretava il veliero come auspicio per il viaggio in mare di coloro che si apprestavano a partire per le Americhe.

Lo stesso facevano i pescatori per sapere se si sarebbe potuti andare al largo o no.

Il fenomeno è dovuto alla diversa temperatura della notte che consente all’albume di rapprendersi, assumendo le fattezze di un veliero, tenendo conto del fatto anche che l’albume è più pesante e si deposita.

Come interpretare la Barca di San Pietro?

Il giorno dopo si deve osservare la barca: se il rito riesce, i filamenti dell’albume formeranno nell’acqua gli alberi e le vele di una nave.

Se le vele sono aperte ci saranno giornate di sole, mentre le vele chiuse e strette indicano pioggia in arrivo. Un bel veliero in generale promette un’ottima annata di raccolto.

Cartellini per abbigliamento: strumenti di marketing e contenitori di info utili

Ci sono alcuni oggetti con i quali siamo abituati a relazionarci nella vita di tutti i giorni e che possiedono un grande potenziale dal punto di vista del marketing, pur essendo spesso reputati dettagli di serie B. Stiamo parlando dei cartellini per l’abbigliamento, molto utili per migliorare la percezione del brand da parte dei clienti e per offrire una spinta importante nel senso della professionalità e dell’autorevolezza. Servono anche a offrire alle persone alcune informazioni essenziali relativamente al capo d’abbigliamento che tengono tra le mani: consentono di mettere a fuoco in pochi attimi le taglie, il marchio ma anche garanzie, composizione del tessuto e slogan. I cartellini abbigliamento possono essere applicati non soltanto ai vestiti ma a tutta una serie molto più ampia di articoli. 

La progettazione dei cartellini può avvenire nel dettaglio in via digitale

In molti scelgono di farne segnaposto per i matrimoni, oppure li abbinano a un determinato packaging così come ai propri biglietti da visita. Sul web è possibile procedere alla progettazione e configurazione nel dettaglio dei propri cartellini: in pochi clic l’ordine viene perfezionato. Viene generalmente offerto un configuratore ad hoc, altrimenti è possibile assegnare un’immagine già ben definita caricandola online per applicarla sui supporti. Insomma, limiti non ce ne sono ma soltanto l’imbarazzo della scelta. La scelta in merito alla creazione dei cartellini per i prodotti sartoriali non deve essere presa troppo alla leggera, poiché grazie a simili strumenti si potranno traguardare importanti obiettivi di marketing sul medio e lungo termine

Quali indicazioni contiene un cartellino per abbigliamento

Sui cartellini dei nostri abiti, che sono progettati per essere nella maggior parte dei casi accattivanti e gradevoli allo sguardo oltre che facili da leggere, vengono indicate tutta una serie di informazioni utili al cliente. Sono pensate per rispondere a determinate e ricorrenti domande, relativamente a elementi in grado di orientare l’acquisto. Il cartellino può includere oltre al nome e al logo dell’azienda (che contribuisce all’opera di fidelizzazione e riconoscimento del brand) anche uno slogan, per esempio in ottica green, e un sito web di riferimento dove trovare ulteriori approfondimenti e magari uno shop digitale. Ma c’è anche la descrizione del prodotto, le sue dimensioni e la composizione del materiale con cui è fatto assieme alle taglie. Con i social ormai imperanti, viene spesso inserita anche una call to action cioè un invito al cliente per esempio a taggarsi su Instagram con l’abito o l’accessorio indosso. 

Chiaramente possono essere estremamente utili anche le istruzioni relative alla manutenzione e cura dei materiali, presenti più che altro sull’etichetta del capo. E’ importante che i cartellini siano stampati in modo professionale oltre che naturalmente resistenti. Aiutano il cliente a ricordare un determinato prodotto e a metterlo in connessione con il brand, inoltre si possono segnare punti importanti in fatto di differenziazione dell’offerta rispetto ai propri competitor. Una maggior cura per tutto ciò che riguarda l’aspetto visivo e l’impatto estetico assicurerà di traguardare risultati importanti. 

Biancaneve Disney live-action: scelta l’attrice

Si sta parlando di un live-action di Biancaneve Disney, come ormai saprete, la famosa casa di produzione ha deciso di riabilitare tutti i vecchi film animati rendendoli in live-action, si sta già infatti girando la Sirenetta.

C’è anche dunque un nuovo adattamento del suo storico classico d’animazione datato 1937, uno dei primi.

E’ stata scelta l’attrice, curiosi?

Rachel Zegler sarà la nuova Snow White per Biancaneve Disney

Rachel Zegler sarà la nuova Snow White! Lei è nata nel 2001 e non ha una grande esperienza ma quel poco che ha già fatto ha un certo peso. Ha già recitato fra l’altro nei musical di La Bella e la Bestia e La Sirenetta. Era destino?

E’ stata scelta per interpretare Maria nel nuovo West Side Story di Steven Spielberg e sarà nel cast di Shazam: Fury of the Gods.

Il regista Marc Webb avrebbe dichiarato: «Le straordinarie abilità vocali di Rachel sono solo l’inizio dei suoi doni. La sua forza, intelligenza e ottimismo diventeranno parte integrante per riscoprire la gioia di questa classica fiaba Disney».

Biancaneve Disney live-action news

La produzione dovrebbe iniziare nel 2022 con una storia più approfondita di Biancaneve, rispetto alla fiaba tedesca, pubblicata per la prima volta nel 1812 dai fratelli Grimm, resa a cartoni nel 1938.

A curare le musiche troveremo un duo d’eccellenza: Benji Pasek e Justin Paul, già noti per La La Land.

Il debutto del film non è ancora noto purtroppo, si suppone che lo vedremo nel 2023 su Disney+ in streaming, ma confidiamo di vederlo anche in sala.

Dopo Biancaneve sono già stati annunciati quelli su Peter Pan e Pinocchio.

5 motivi per essere eccitati per Euro 2020

Se sei un grande appassionato di calcio, non hai bisogno di altre ragioni per eccitarti per Euro 2020; questo è vero. Per le persone che sono meno interessate al calcio, il campionato è comunque un grande torneo da guardare, e non mancano certo i motivi. 

Si possono ammirare i migliori giocatori del mondo in campo che giocano per la gloria dei loro paesi, e questo è uno spettacolo incredibile. 

Il momento è finalmente arrivato

Lo chiamiamo ancora Euro 2020, anche se ora siamo nel 2021. Ovviamente, il campionato è stato cancellato l’anno scorso, il che significa che abbiamo dovuto aspettare altri 12 mesi per vedere i migliori calciatori del continente in azione. 

Tutte le grandi cose valgono l’attesa, quindi quest’anno avremo un’estate ricca di azione e di sport

Con le Olimpiadi in corso, c’è tanto sport pronto a farci emozionare. 

24 squadre

Euro 2016 è stato il primo torneo a presentare 24 squadre, e questo formato viene riproposto per l’edizione del 2020. 

Questo significa che ancora più paesi potranno vedere la loro squadra competere al più alto livello, e questo non fa che aumentare l’attesa. Con le squadre divise in sei gruppi da quattro squadre, ci sarà molta azione, accompagnata sicuramente da altrettante emozioni. 

Assicurati di tenere il passo con gli eventi e guardare le prossime partite degli europei 2020.

Qualifiche a sorpresa

La competizione di quest’anno vede alcuni nuovi arrivati nel campionato e il ritorno di alcuni paesi che non partecipavano da un po’. 

Sia la Finlandia che la Macedonia del Nord faranno la loro prima apparizione nella competizione, e la Scozia farà la sua prima apparizione dal 1996. Ciò apporterà ancora più dinamismo al campionato, e sarà interessante vedere come si comporterà ogni paese.

È bello avere diversi paesi sul campo da gioco, ed è bello vedere alcune facce nuove. 

I pezzi grossi alla riscossa 

Nell’ultima edizione l’Italia era mancata,ma quest’anno abbiamo tutti i pezzi grossi pronti a sfidarsi nel campionato. 

Ci sono Spagna, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Inghilterra e Italia, quindi ci sarà molta concorrenza. Francia, Spagna, Germania e Italia sono i quattro più recenti vincitori della Coppa del Mondo, per cui in queste squadre i cavalli di razza non mancano di certo. 

Gli Europei a volte riservano delle sorprese, proprio come viaggiare con lo zaino in spalla, quindi non concentrarti solo su queste squadre. Ci sono molte altre squadre con buone possibilità di arrivare lontano nella competizione. 

Non si sa mai 

Non molti avrebbero scommesso sul Portogallo per la vittoria a Euro 2016; ancora meno avrebbero previsto che la Grecia avrebbe vinto Euro 2004. 

Il punto è che gli Europei non sempre seguono il copione, e a volte lo strappano proprio. 

Per i neutrali, questo fa parte dell’eccitazione, ma se stai sostenendo uno dei favoriti, allora i momenti di nervosismo potrebbero essere tanti. Qualunque cosa accada, però, siamo destinati a vedere un grande calcio che ci farà emozionare fino alle lacrime. 

Non importa quanto conosci il calcio, perché non si sa mai cosa succederà in campo, e questo è ciò che amiamo del calcio. Queste cinque ragioni non sono le uniche per amare questo sport e questo campionato, ma sono le migliori, e molte persone sono sicuramente d’accordo su questo.