venerdì, 1 Luglio 2022

Mondo

Home Turismo Mondo
News e destinazioni del turismo nel mondo

Le stazioni metro di Parigi prese alla lettera (FOTO)

Ladro di Monnalisa alla stazione Louvre-Rivoli

Sono in bianco e nero, ma non per questo prive di immaginazione le foto di Janol Apin, che nel suo libro Métropolisson (letteralmente ‘Metropeste’) ha raccolto una serie fotografica sulla metro di Parigi in cui humour e poesia si sposano amabilmente. Uscito alla ribalta negli anni ’90, il fotografo francese porta a spasso l’obiettivo lungo i quais delle stazioni metropolitane per ritrarle letteralmente, cioè prendendo alla lettera i nomi di ciascuna fermata.

L’idea è nata durante uno dei miei viaggi in metropolitana – ha raccontato Janol Apin – alla fermata Richard Lenoir (letteralmente ‘Riccardo il nero’), mi sono accorto che c’era un tale delle Antille proprio sotto l’insegna. Mi dissi, perciò, che sarebbe stato troppo forte riuscire a trovare una corrispondenza umana per i nomi di tutte le stazioni“.
E, dopo 10 anni di lavoro, talvolta interrotto per portare avanti altri progetti, l’originale fotografo è riuscito a raccogliere 110 scatti ufficiali, sarebbe a dire quelli di un quarto di tutte le stazioni.

E così ecco apparire dei tangueros latini alla stazione Argentina o degli eschimesi alla stazione del Nord, Napoleone ad Austerlitz o un gruppo di rockettari alla stazione Duroc, dei fumatori di marijuana alla fermata di Malherbes (‘erbe cattive’, alla lettera) o addirittura un ladro della Gioconda alla fermata di Louvre-Rivoli: una collezione di immagini a dir poco esilaranti.

L’inventiva e la comicità di Janol Apin sono, del resto, servite da modello anche per l’organizzazione di concorsi fotografici al livello nazionale in cui sono stati i viaggiatori delle ferrovie di Stato francesi a dover ritrarre le varie stazioni. Assolutamente da imitare, soprattutto durante le lunghe attese che in molti abbiamo patito con Trenitalia.

Frozen, in Norvegia il cartone diventa realtà (FOTO)

Credit photo: www.movieforkids.it

Frozen – Il regno di ghiaccio è il 53esimo classico Disney, uscito nelle sale cinematografiche alla fine del 2013, il 27 novembre negli Stati Uniti e il 19 dicembre in Italia. Frozen, film prodotto dalla Walt Disney Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Pictures, si è aggiudicato due oscar: è stato premiato, infatti, sia come Miglior film d’animazione che come Miglior Canzone, per Let it go.

Ma non è tutto. Il cartone Disney ha conquistato anche un altro primato: quello di film d’animazione che, proprio all’interno della sua categoria, ha realizzato il maggior numero di incassi nella storia del cinema. Il lungometraggio ha raggiunto cifre che prima nemmeno si sarebbero potute immaginare: la storia delle sorelle Elsa ed Anna ha catturato il cuore di milioni di persone, grandi e piccine.

Credit photo: wall.alphacoders.com
Credit photo: wall.alphacoders.com

Oltre ai personaggi del cartone, ad aver appassionato tutti è anche il meraviglioso paesaggio che fa da sfondo alla storia: il paesaggio norvegese, ricco di fiordi e popolato da una natura piuttosto ostile. Un paesaggio che riprende la cultura e l’atmosfera tipica del paese nordico, grazie soprattutto al direttore artistico Mike Giaimo – e alla sua squadra di lavoro – che si è recato in Norvegia per assaporare il clima tipico, riuscendoci alla grande.

Frozen, di fatti, è ambientato nel regno indipendente di Arendelle, situato su un fiordo della penisola scandinava e che include alcuni elementi della classica architettura norvegese. Anche il nome non è casuale: riprende quello di Arendal, città portuale che si trova sulla costa meridionale della Norvegia.
In particolare, per il castello – dimora delle due sorelle – Giaimo ed il suo team si sono ispirati alla fortezza medievale di Akershus di Oslo e al Palazzo Reale Stiftsgården della città di Trondheim, tra gli edifici di legno più grandi di tutta la Scandinavia.

Ad aver dato grandi spunti per la realizzazione del cartone Disney è proprio tutta la Norvegia: da Naeroyfjord, il comune che ha ispirato l’intera ambientazione, alle città di Oslo e Bergen, che hanno fatto da sfondo ad alcune importanti scene del film. Luoghi fantastici, quasi surreali, che hanno lasciato un segno a tutti gli spettatori.

Non a caso una delle mete più ambite per le vacanze invernali è proprio la Norvegia: dall’uscita del film il paese è diventato uno dei più visitati al mondo. La popolarità di Frozen ha portato ad un incredibile aumento nelle ricerche web – del 60% circa – per le vacanze di milioni di famiglie, che vogliono accontentare i propri figli portandoli a visitare il fantastico mondo di Anna ed Elsa, che da cartone può trasformarsi in realtà.

Si tratta di quello che il sito di viaggi Expedia.co.uk chiama “Frozen effect”, sia per l’aumento delle ricerche dei voli per la Norvegia che per una crescita del numero di prenotazioni alberghiere. Aumenti questi che sono dovuti, oltre che al grande successo del cartone, anche al lavoro di marketing dell’Ente per il Turismo Locale e della Norwegian Airlines, che ha promosso il turismo nel proprio paese nel migliore modo possibile.

Il cosiddetto “Effetto Frozen” è un fenomeno che non ha precedenti: mai nessun film e cartone era riuscito a realizzare ciò che ha fatto il 53esimo classico Disney nel giro di un anno. La Innovation Norway, agenzia di comunicazione che esalta l’immagine della Norvegia nel resto del mondo, si dichiara soddisfatta del proprio lavoro, svolto anche con la collaborazione della Walt Disney Company.

Dieci luoghi per una vacanza da favola (FOTO)

Un viaggio alla scoperta di dieci luoghi incantati, per chi ama staccare la spina e immergersi in una vacanza magica tra natura e cittadine a misura d’uomo. A volte, infatti, ci sono destinazioni che nessuno prende in considerazione perchè città minori rispetto alle grandi capitali europee e questo è un grande errore. Ecco le dieci perle europee che devi assolutamente visitare.

Colmar, Francia

Situato in Alsazia, Colmar, per la sua architettura e cultura è un vero e proprio mix tra Francia e Germania. Oggi è un’apprezzata e vivace località turistica ricca di musei, monumenti e chiese ed è famosa a livello internazionale per le sue originalissime luminarie e per il suo pittoresco quartiere della “piccola Venezia”.

Dieci luoghi per una vacanza da favola, Colmar

Hallstatt, Austria

La cittadina, considerata patrimonio mondiale dell’UNESCO, sorge sull’omonimo lago di Hallstatt, nel distretto austriaco di Gmunden. Che andiate in estate o in inverno, sarà una visita che vi farà innamorare di quella che è da sempre considerata una delle più piccole e affascinanti città d’Europa.
Dieci luoghi per una vacanza da favola, Hallstatt, Austria

Bled, Slovenia

Una vacanza all’insegna della natura e dello sport vi aspetta a Bled, in Slovenia. La cittadina è famosa per il suo lago con al centro una piccola isola su cui è stata costruita una chiesa e per le proprie fonti termali che iniziarono ad essere sfruttate fin dalla seconda metà dell’Ottocento.
Dieci luoghi per una vacanza da favola, Bled

Bibury, Inghilterra

Nell’Inghilterra del sud sorge Bibury, una piccola cittadina ricca di fascino. Una delle maggiori attrazioni turistiche del villaggio è un gruppo di antiche case con tetti spioventi, risalente al 16 ° secolo.
Bibury

Pucisca, Croazia

Pucisca, in Dalmazia, è uno dei più grandi paesi situati sull’isola di Brac, località ideale per chi ama godersi il mare allo stato puro, in contatto con la natura e l’ospitalità della gente locale.
Dieci luoghi per una vacanza da favola

Manarola, Cinque Terre

L’Italia è piena di piccoli gioielli tutti da scoprire e Manarola, piccola cittadina della Liguria di Levante, è uno di quelli. Il borgo, caratterizzato dalle sue case a torre colorate e tipicamente liguri, fa parte delle Cinque Terre. Dalla stazione di Manarola, inoltre, parte anche la Via dell’Amore, il famoso sentiero che congiunge il borgo a Riomaggiore.
Dieci luoghi per una vacanza da favola

Ittoqqortoormiit, Groenlandia

Un viaggio nella natura più remota, intima e selvaggia. Ittoqqortoormiit è una località di 469 abitanti situata nel punto più orientale della Groenlandia, sulla Terra di Jameson. Si affaccia sul Mare di Groenlandia e a poca distanza da qui si trova il Parco nazionale della Groenlandia nordorientale, il più grande del mondo.
Ittoqqortoormit

Mostar, Bosnia & Erzegovina

La bellissima città di Mostar è famosa per il suo Ponte Vecchio, oggi Patrimonio dell’Umanità. Il ponte, il più famoso di tutti i Balcani, è stato costruito nel lontano 1565 e distrutto durante i bombardamenti del 1993. Ricostruito nel 2004 è diventato il simbolo di riconciliazione fra le comunità bosniache dopo gli orrori della guerra.
28083_10

Goreme, Turchia

Göreme, collocata nell’Anatolia centrale, è una città famosa per le sue formazioni rocciose chiamate ‘camini delle fate‘. Il Parco nazionale di Göreme è stato aggiunto ai patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 1985.
Dieci luoghi per una vacanza da favola

Lubiana, Slovenia

Lubiana, capitale della Slovenia, è una città affascinante, ricca di case col tetto a punta che risentono molto dell’influenza della vicina Austria.
Dieci luoghi per una vacanza da favola, Ljubljana1

Vacanza nella natura: le mete più belle (FOTO)

Credit photo: it.wikipedia.org

Siamo ad agosto inoltrato ed è decisamente arrivato il momento di una vacanza. Qualche giorno per staccare completamente la spina, rilassarsi, riposarsi e non pensare a niente se non a se stessi e al proprio benessere. Quale miglior posto se non immersi nella natura? A contatto con il verde non sarete certamente disturbati da suonerie di chiamate e vibrazioni di mail.

Blog di Lifestyle vi consiglia qualche tipologia di vacanza, con meta inclusa, per vivere in totale simbiosi con Madre Natura.

Parco Nazionale

Credit photo: it.wikipedia.org
Credit photo: it.wikipedia.org

Se decidete di passare qualche giorno in un parco nazionale, il contatto con la natura è più che assicurato. Attraverso passeggiate e piccole gite avrete la possibilità di seguire i sentieri, esplorare gli angoli più nascosti e scoprire nuovi tipi di fiori e di piante. Il tutto con il rumore delle foglie mosse dal vento e degli uccellini che vivono nel parco.
Di parchi nazionali in giro per l’Italia ce ne sono a volontà e potrete scegliere di visitare anche quello che vi è più comodo: quello del Gran Paradiso, delle Cinque Terre e d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Campeggio

Credit photo: www.campingplanet.it
Credit photo: www.campingplanet.it

Automobile o camper, una tenda e qualche vestito: ecco come trascorrere qualche giornata diversa dalle altre, immersi nel verde. Perché solitamente, intorno alle aree di campeggio, ci sono bellissimi posti da vedere, perdendosi per ore nella natura per poi tornare alla tenda e guardare il cielo stellato.
Anche qui c’è un’ampia scelta: campeggi vicino alle spiagge per trascorrere qualche giornata con il rumore delle onde oppure al lago o in montagna, in base alle vostre preferenze.

Terme

Credit photo: www.lacerreta.it
Credit photo: www.lacerreta.it

Un mix di natura e benessere grazie alle piccole aree termali. Sono gratuite, rigeneranti per la salute e per la bellezza della pelle. Sicuramente dopo una vacanza di questo tipo tornerete a casa più in forma che mai.
Il Lazio, per esempio, ha moltissime piscine naturali e sorgenti, come Saturnia. Ma anche la Toscana e l’Emilia Romagna sono famose per le sue aree termali. Il trattamento estetico ed il riposo sono i punti chiave di questa vacanza.

Volontariato

Credit photo: forum.meteonetwork.it
Credit photo: forum.meteonetwork.it

Il modo migliore per sentirsi utili, partecipando attivamente alla salvaguardia del mondo naturale è quello di seguire un progetto a livello nazionale o internazionale. Potrete godere di ciò che Madre Natura è in grado di offrirci e aiutare a garantire le migliori condizioni ambientali per moltissimi animali.
Per entrare a contatto con i delfini vi consigliamo il Golfo di Corinto, mentre se preferite assistere alla nascita delle tartarughe è perfetta la spiaggia dei Conigli a Lampedusa.

Fattoria didattica

Credit photo: www.familyagriturismo.it
Credit photo: www.familyagriturismo.it

Sono tantissime e sono un’ottima occasione per avvicinarsi all’autenticità della natura: animali da accarezzare e piante da scoprire. Inoltre, sono presenti anche laboratori per scoprire le lavorazioni artigiane e il lavoro di tempi lontani.
Le fattorie sono numerosissime in Italia: il percorso è molto educativo in quanto cerca di far conoscere al meglio a bambini ed adulti la vita di animali e di agricoltori.

Treno

Credit photo: sites.google.com
Credit photo: sites.google.com

Viaggiare su un mezzo di trasporto come il treno, a differenza degli altri, permette di raggiungere piccoli posti incontaminati o borghi mai esplorati. Sono anche presenti dei precisi percorsi storici, in grado di far conoscere la storia dell’antichità.
Una linea ferroviaria molto famosa è quella del Trenino Rosso del Bernina: attraversando le Alpi osserverete montagne ghiacciate ed immense valli. Non a caso la linea è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.