venerdì, 24 Settembre 2021

Beauty

Home Beauty
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

Pro e contro dell’avere i capelli corti (FOTO)

Credits: dgmag.it

Capelli lunghi, mossi o ricci? Con l’estate appena arrivata, sfoggiare un taglio corto sembra l’unica opzione possibile per le donne che vogliono stare fresche senza avere il problema di legarli. Tuttavia mantenerli sempre perfetti non è facile: basta un colpo di vento e si scompigliano, e se poi ci stanchiamo? Bisogna attendere mesi per farli ricrescere. Il bello, però, è con il caldo non soffriamo eccessivamente e possiamo giocare su mille look diversi. E all’uomo piace la donna con i capelli corti perché risalta il viso. Prendete Audrey Hepburn, l’icona di eleganza, che con il suo caschetto ha fatto sognare un’epoca.
I capelli corti sono così: li si ama o li si odia. Vediamo insieme i pro e i contro dell’avere i capelli corti.

Pro

Praticità

Credits: www.jeanlouisdavid.it
Credits: www.jeanlouisdavid.it

Si asciugano in un lampo: bastano cinque minuti di phon e poi potete mettervi al sole e lasciare che si asciughino da soli. Sono semplici da sistemare e non bisogna curarli eccessivamente.

Mettono in risalto il viso

Credits: fashionblog.it
Credits: fashionblog.it

I capelli corti sono indicati per chi ha un viso piccolo e magrolino perché mette in risalto i lineamenti del volto, ma sopratutto gli occhi.

Sensualità

Alcuni uomini trovano i capelli corti estremamente sexy. Non solo perché mostrano il nostro viso senza alcun imbarazzo, ma perché il taglio corto è anche simbolo di sicurezza. E agli uomini piace vedere una donna sicura di sé e del suo fascino.

Hanno tanti tagli diversi

I più in voga sono il caschetto e il pixie. Il primo riequilibra le proporzioni del viso, e ad Emma Stone (dagli occhi grandi) sta benissimo, mentre il secondo è indicato solo se avete un viso piccolino (guardate il taglio di Lily Collins), con una fronte non troppo pronunciata, perché scopre del tutto il volto. Se volete osare, provate ad aggiungere un look punk con una frangia versatile, come il taglio di Scarlett Johansson. Come vedete, possiamo sperimentare tante cose con i capelli corti.

Sono il look del momento

Le star giocano con il taglio corto. Capelli sbarazzini, ciuffi ribelli. Saranno questi alcuni dei motivi per cui è diventato un must quest’anno?

Contro

Non è un taglio per tutti

Credits: www.molisenetwork.net
Credits: www.molisenetwork.net

Il problema è che se avete un volto paffutello, il taglio corto non fa altro che ingrassarvi di più. Questa è la dura verità.

Il ciuffo ribelle

Credits: sologossip.it
Credits: sologossip.it

E poi capita quelle mattine in cui vi svegliate e scoprite che alcune ciocche non sono al loro posto. Come sistemarle? Gel e phon non sembrano aiutare e quindi vi tocca tenere quel ciuffo ribelle per tutta la mattinata, sperando si abbassi da solo.

Addio acconciature

Credits: www.hairadvisor.com
Credits: www.hairadvisor.com

Tenete presente che i capelli corti non vi permetteranno di fare alcune acconciature tipiche del taglio lungo: addio boccoli ad esempio o capelli mossi. Per questo è importante pensare bene prima di decidere di optare per il taglio corto.

E se avete rimpianti?

Credits: donna.nanopress.it
Credits: donna.nanopress.it

Prima di tagliare pensate: è la decisione giusta? Volete davvero apportare questo cambiamento nel vostro aspetto? Perché i capelli per una donna sono importanti, e decidere di tagliarli, eliminando il ‘superfluo’ indica che volete dare un taglio alla vostra vita precedente. Ricordate che se poi ve ne pentite, dovrete attendere mesi prima che vi ricrescano.

Correre rende creativi, lo afferma una ricerca (FOTO)

credits photo: 3thirdsystem.wordpress.com

Correre fa bene, questo è un dato di fatto. Aumenta la resistenza, aiuta a tenere sotto controllo il peso e la pressione sanguigna e contribuisce anche a migliorare il nostro umore, permettendoci di sfogare la rabbia e lo stress della giornata. Ma c’è anche un altro beneficio che una sana corsa produce: aumenta la creatività.

Ad affermarlo è una ricerca internazionale commissionata da Brooks Running che, nell’occasione del Global Running Day del 1 giugno, ha intervistato ben 7000 persone appassionate di corsa provenienti da ogni parte del mondo. Il risultato è stato chiaro: 6 persone su 10 afferma che correre aiuta a schiarirsi le idee e a trovare un modo creativo per risolvere i problemi quotidiani.

Insomma, correre da una svolta alla propria giornata, la migliora. Ed è per questo che la maggior parte, il 97% degli intervistati, preferisce farlo di mattina. In questo modo si riesce a ricevere la carica giusta per affrontare ogni tipo di problema e fatica. In particolare il 60% delle persone riscontra una maggiore energia nell’affrontare gli impegni lavorativi, il 44% avverte un miglioramento in termini di autostima e umore, il 26% si sente più tonico e reattivo quando corre.

credits photo:  ansa.it
credits photo: ansa.it

Susana Pezzi Rodriguez, Communications Manager di Brooks Italia, ha affermato: “i risultati della ricerca ci confermano quello che da tempo già sappiamo, cioè che correre ha il potere di cambiare la vita delle persone. Non a caso la filosofia alla base del nostro brand è Run Happy: la corsa vista non come performance ma come attività che fa bene all’umore, alle relazioni e alla vita”.

credits photo: ansa.it
credits photo: ansa.it

Altri dati sono emersi dalla ricerca. Solo al 4% delle persone piace correre in città, il resto preferisce spostarsi altrove: il 49% al mare, il 30% in campagna e il 17% in montagna. Più della metà degli intervistati ha iniziato a correre da autodidatta e molti, dopo la corsa, condividono le loro performance sui social. A fare da sottofondo alla corsa ci pensa la musica. Cuffiette alle orecchie, gli stili più amati sono, in ordine, il rock, la musica dance e il pop. Infine le più attive sembrano essere le donne: sono 6 su 10. La maggior parte di loro va a correre senza nessun make-up e indossa il reggiseno sportivo anche durante la giornata.

Trucco e parrucco negli anni ’80 (FOTO)

A volte immagino di tornare indietro nel tempo e vivere negli anni ’80: una decade dal sapore speciale e dalle mille invenzioni; in cui per sfondare, bastava semplicemente inventare qualcosa. E per cosa intendo qualsiasi cosa, perché il mercato era fresco e attendeva solo qualcuno che che lo riempisse di novità.
Ma se economicamente gli anni ’80 hanno rappresentato un vero e proprio boom, essi non sono stati altrettanto innovativi dal punto di vista del look. Anzi, mi correggo, sono stati innovativi al punto da rasentare il kitch e il brutto, e come eredità hanno lasciato solo dei travestimenti da sfoggiare a carnevale o durante una festa a tema.

Le pettinature degli anni ’80 sono davvero orribili, così come i colori del make up: troppo eccentrici e privi di particolari regole tecniche. Ma nonostante ciò bisogna riconoscere che negli ’80 c’erano Madonna e gli Wham, con i capelli cotonati e i jeans sotto le scapole che, nonostante il loro orrore, hanno fatto la storia.
Per non parlare dei tagli sfoggiati a Cher, roba che sei debole di stomaco è meglio non visionare.


Vivere negli anni ottanta rendeva veramente necessario un utensile: il pettine. Quello a denti stretti, per cotonare i capelli. Non so, forse era cool mostrarsi come Christian il leone.
Per non parlare del make up, la cui prima regola era: eye liner e matita nera come se piovessero.
E gli ombretti? Beh, bastava averne un paio di qualsiasi colore e mixarli nella maniera più strana.
Mia nonna ancora oggi si trucca come se fosse negli anni ’80, senza paura di usare il colore come nelle immagini qui sotto.

Acne, dimmi dove lo hai e ti dirò perché

www.londeiclinic.it

Che cosa antipatica dover convivere ogni giorno con un problema dermatologico come l’acne: brutto da vedere e assolutamente difficile da sopportare. Le eruzioni cutanee sono tipiche dell’età dello sviluppo ma possono persistere e manifestarsi anche in momenti della vita differenti. Certo, la causa dei brufoli può essere diversa di volta in volta; sono infatti moltissimi i fattori che possono determinarli: età, stress, alimentazione errata, squilibrio ormonale.
Il dottor Michael Shapiro, direttore medico e fondatore di Vanguard Dermatologia, ritiene che una delle soluzioni utili contro i problemi dell’epidermide possa essere la mappatura del viso. Quest’ultima si basa su un metodo molto popolare nell’antica Cina il quale analizzava le singole zone del viso e la posizione delle imperfezioni.

Fronte

Le imperfezioni localizzate nella zona della fronte possono essere causate da una serie di questioni, tra cui problemi digestivi, piccoli problemi all’intestino, problemi di fegato, alti livelli di stress, ciclo del sonno irregolare, diete povere e anche reazioni ai prodotti per capelli. Per combattere l’acne sulla fronte bisogna dormire almeno 7 ore per notte, bere molta acqua per espellere le tossine, controllare i prodotti usati perla cura dei capelli ed evitare le bevande zuccherate.

Tra le sopracciglia

L’acne nella zona intorno agli occhi può essere causata da una cattiva circolazione, da problemi della cistifellea oppure diete ad alto contenuto di grassi e alcool. Anche in questo caso l’assunzione di acqua è essenziale e bisogna ovviamente seguire delle ferree regole igieniche.

Naso

L’acne sul naso può essere causata da una dieta povera, da costipazione, gonfiore, squilibri gastrointestinali, indigestioni o cattiva circolazione del sangue. La risposta al problema è nella Vitamina B, da assumere con costanza.

Bocca

Le impurità localizzate nella zona della bocca possono essere causate da costipazione, eccesso di cibi piccanti o fritti e da una reazione ad un determinato dentifricio. Un maggior consumo di fibre, frutta e verdura può aiutare la pelle a risultare meno grassa in queste zone e a ridurne le eruzioni.

Mento

L’acne presente nella zona del mento può essere causata da problemi ormonali, problemi ginecologici e squilibri renali.
Anche in questo caso sono da consigliare il riposo e l’assunzione di considerevoli quantitativi di acqua. Si può attutire il fenomeno assumendo Omega 3 per mantenere gli ormoni in equilibrio.

Orecchie

Le orecchie sono strettamente collegate ai reni. Se i reni non funzionano correttamente è possibile soffrire di acne nella zona delle orecchie. Se si soffre a causa di questo problema non bisogna assolutamente assumere caffè e condire i cibi con troppo sale. L’acqua rimane la migliore alleata per il corretto funzionamento renale e per una pelle radiosa.