giovedì, 30 Giugno 2022

Beauty

Home Beauty
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

Il limone, ecco come utilizzarlo per essere più belle

Credit photo donnamoderna.it

I vecchi rimedi della nonna, si sa, sono sempre quelli vincenti. Bando a creme e prodotti all’ultima moda, nelle nostre case si nasconde un alleato prezioso per la nostra bellezza. Si tratta del limone, che con le sue proprietà benefiche, oltre ad essere un frutto che utilizziamo in cucina, può costituire la base per bene dieci trattamenti all’insegna del beauty.

1) Il succo di limone aiuta a purificare i pori, grazie al suo potere disinfettante. Basta applicarlo qualche minuto sul viso e poi riasciacquare. Ringrazieranno anche i punti neri.

2) Il succo di limone unito al bicarbonato aiuta a sbiancare i denti: applicare con un comune cotton fioc il composto.

3) Per labbra più morbide, il succo di limone appilcato prima di andare a dormire vi regalerà il giorno seguente labbra meno screpolate.

4) Molte maschere di bellezza contengono l’acido citrico che ha un potere schiarente.

5) Acqua e limone per iniziare la giornata: attivano il metabolismo e favoriscono un risveglio piacevole.

6)Unite olio d’oliva e limone e immergete le vostre unghie: saranno così più forti e vedrete scoparire il giallo che rilascia l’uso dello smalto.

7) Per combattere la forfora applicate succo di limone sul cuoio capelluto, oppure fate un impacco insieme all’olio d’oliva per una maschera che doni morbidezza.

8)Se unito alla normale crema idratante, il limone aiuterà a schiarire le macchie cutanee.

9) Un cucchiaino di miele unito al limone ridurrà la luminosità della pelle nella zona T, soggetta all’accumulo di impurità.

10) Soffrite di occhiaie? Ecco che un dischetto di cotone imbevuto di succo di limone aiuterà a sgonfiarle

Provare per credere.

Fine delle vacanze? Aiuto, non sono pronto

Mancano pochi giorni a Settembre, mese che è anche sinonimo di “estate e vacanze finite”. Si avvicina l’inesorabile e “drammatico” momento del rientro: rientro in città, rientro al lavoro, rientro a scuola.
Dimenticatevi la spensieratezza di qualche giorno fa, e preparatevi ad alzarvi presto la mattina.
Molti credono di riprende il solito tran-tran più carichi di prima, invece, il più delle volte, si è più stanchi di prima: dolori muscolari, insonnia, nervosismo, cali d’attenzione e mal di testa sono all’ordine del giorno.

È importante che il rientro avvenga gradualmente, in modo tale da non sentire eccessivamente le conseguenze negative in seguito al forzato abbandono del relax. Gli studiosi consigliano di ritornare qualche giorno prima dal rientro sul posto di lavoro, così da iniziare a riprendere le vecchie abitudini.

Fate sport. Andare al lavoro con la bicicletta, fare lunghe passeggiate o intraprendere attività tipo yoga, pilates e thai-chi-chuan – o simili – aiutano ad attenuare il trauma e lo stress del rientro post estate.
Accompagnate l’attività fisica con una “dieta” equilibrata. È normale prendere qualche chilo durante le vacanze, per questo un’alimentazione equilibrata con cibi salutari non può che farvi bene.

Non solo per gli adulti, questi consigli valgono anche per bambini e ragazzi, che dopo quasi tre mesi di vacanze devono affrontare un faticoso rientro a scuola. Aiutateli a prepararsi facendo fare loro i compiti estivi, riabituandoli a stare sui libri. Scandite la loro giornata in modo diverso: introducete prima dei momenti ludici attività tipiche dell’ambiente scolastico, leggere un libro o fare un disegno è già qualcosa.

Come riprendersi dopo le vacanze? Non c’è un rimedio magico preciso, non esiste un antidoto. L’importante è, anche se gli impegni sono tanti, non dimenticare di dedicare del tempo a se stessi.

[Credit: ultimenotizieflash.com]

Shadow nail: l’ultima tendenza della nail-art

vivodibenessere.it

Giuro: questa piace anche a me. Voi ragazze sapete bene che vi tengo aggiornate sulle novità in fatto di unghie nel momento stesso in cui ne vengo a conoscenza; spesso non condivido alcune tendenze per mio gusto personale ma questa volta, lo ammetto, l’ultima frontiera in fatto di cura delle unghie mi ha fatto impazzire.

Ne abbiamo viste di tutti i colori nell’ultimo anno solare (vi ricordate la bubble nail? E le unghie ‘pelucchiose’?) ma per una volta possiamo dire di trovarci davanti a nail-art davvero molto interessante.
Curiose vero? Immagino di si. Vediamo un po’: avete mai pensato di tagliare le unghie cortissime e di dipingere le vostre cuticole?
Questo è proprio quanto previsto dalla innovativa Shadow nail: la nuova tendenza sfrutta infatti una manicure trasparente attirando lo sguardo sulle cuticole con piccole applicazioni geometriche e metalizzate.

Siete scettiche? Ho preparato una gallery appositamente per voi: qui potrete trovare la vostra ispirazione per essere sempre alla moda.

Troppi caffè fanno male

Anche se sono napoletana fino al midollo per fortuna non bevo caffè: il primo motivo è perché non ho ancora capito se mi piace o meno e poi perché credo di essere intollerante a quello che, nella mia città, è considerato un vero e proprio elisir.
Che abbia delle proprietà benefiche è fuori discussione, ma l’abuso, come accade per tutte le sostanze, può avere conseguenze disastrose.
In un paese in cui si bevono 7-8 caffè al giorno bisogna sapere che questa bevanda può provocare ansia, insonnia disturbi del ritmo cardiaco e addirittura insufficienza cardiaca.

Una ricerca del National Health Service (NHS) ha individuato dei legami tra l’assunzione di caffeina e alcune problematiche che insorgono durante il parto: assumerla in eccesso provocherebbe sottopeso per il nascituro e potrebbe portare addirittura a un aborto spontaneo.
Il limite giornaliero verrebbe fissato intono ai 400 mg di caffè: se ogni espresso ne contiene 80 mg non bisognerebbe assumerne più di 5.
Il problema si pone per tutti i prodotti diversi dall’espresso: un filtro grande della amatissima catena Starbucks contiene ben 400 mg di caffeina, per cui si può facilmente comprendere la difficoltà nel contenere la quantità da assumere.

Limitare i caffè giornalieri è uno sforzo immane, specie per chi lavora a ritmi serrati.
Molto spesso la pausa caffè non è altro che un intermezzo tra un impegno e l’altro, oltre che un’abitudine che fa parte del nostro paese da secoli. Proprio per questo si tende a sottovalutare gli effetti negativi derivanti da una assunzione assidua, ma come in tutte le cose basta trovare la giusta misura per non rinunciare ai piaceri della vita.