giovedì, 25 Luglio 2024

Cucina internazionale

Home Food Cucina internazionale

Ricette salmone in salsa teriyaki

Ricette salmone

Ricette salmone in salsa teriyaki, piatto tipico giapponese.

Se c’è una cosa che amo sul serio è mangiare orientale, cinese e japo, ma soprattutto cucinare japo.

La difficoltà non è solo fare piatti perfetti come i loro ma soprattutto ricreare i sapori, in ogni caso ci si può provare con ciò che si ha a disposizione. Esempio: la tempura è semplice da fare basta avere della farina di riso e dell’acqua gassata fredda. Così per questa ricetta non ci servono chissà quali ingredienti particolari.

Una piccola curiosità: il termine teriyaki è composto dalle parole teri, che significa lucido o splendente, in riferimento al colore conferito dalla salsa, e yaki, che significa cotto su metallo, come una griglia, una piastra o una padella, come nel caso del teriyaki.

Per tutti voi amanti del Giappone ecco come si realizza questo piatto.

Ricette salmone in salsa teriyaki: ingredienti

Dosi per 4 persone

  • 125ml salsa di soia
  • 60ml acqua
  • 2 cucchiai di mirin (o sake)
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 1 1/2 cucchiaini di aglio, tritato
  • 1 1/2 cucchiaini di zenzero, tritato
  • 300g salmone con la pelle

Ricette salmone in salsa teriyaki: preparazione

Mescolare il mirin con la salsa di soia, lo zenzero, l’acqua, lo zucchero e l’aglio.

Cuocere sul fuoco basso finché lo zucchero si è sciolto. Porre il salmone in una ciotola e versarvi sopra la salsa. Lasciare a marinare per 20 minuti.

Riscaldare una padella sul fuoco alto. Cucinare i fagioli per 5 minuti in uno spruzzo di olio di sesamo, spegnere e tenerli in caldo.

Nella stessa padella aggiungere il salmone con la pelle a contatto del calore. Cuocere per 2 minuti per lato.

Versare la restante marinata in una piccola pentola e cuocere finché si è addensato. Servire il salmone con la salsa, i fagioli ed il riso cotto al vapore.

Due ricette facili dalla Polonia: Pierożki ruskie e Racuchy

Prosegue il nostro giro del mondo, oggi con ben due ricette facili dalla Polonia. Chi ama cucinare ci segua, perché questa rubrica vi porterà in giro per il mondo per provare ed assaggiare tanti sapori diversi.

Due ricette facili dalla Polonia: Pierożki ruskie

I pierożki ruskie sono dei ravioli ripieni di patate, ricotta e cipolla, serviti con panna acida e erba cipollina. Sono un piatto tradizionale polacco molto apprezzato, e sono anche abbastanza facili da preparare.

Ingredienti:

  • 500 g di patate
  • 250 g di ricotta
  • 1 cipolla
  • 1 uovo
  • Sale
  • Pepe
  • Panna acida
  • Erba cipollina
  • pasta fresca all’uovo

Lessate le patate in acqua salata per mezz’ora. Sbucciatele e schiacciatele con una forchetta. Aggiungete la ricotta, la cipolla tritata finemente, l’uovo, un pizzico di sale e un po’ di pepe. Mescolate bene il tutto fino a ottenere un composto omogeneo.

Stendete la pasta fresca all’uovo in una sfoglia sottile. Con un coppapasta, ricavate dei dischetti di pasta. Al centro di ogni dischetto, mettete un po’ di ripieno. Chiudete i ravioli sigillando bene i bordi.

Cuocete i ravioli in acqua bollente salata per circa 5 minuti, o fino a quando saranno cotti. Scolate i ravioli e serviteli con panna acida e erba cipollina.

Due ricette facili dalla Polonia: Racuchy

I racuchy sono delle frittelle polacche alle mele, molto simili alle frittelle italiane. Sono un dolce semplice e veloce da preparare, perfetto per una merenda o una colazione golosa.

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di farina
  • 1 cucchiaio di lievito in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 2 mele
  • Olio per friggere

In una ciotola, sbattete le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Unite la farina, il lievito e il sale. Mescolate bene fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili. Bagnate le fettine di mela nell’impasto.

Scaldate l’olio in una padella. Friggete le frittelle per circa 2 minuti per lato, o fino a quando saranno dorate. Scolate le frittelle su carta assorbente.

Ricette giapponesi facili: ochazuke

Ricette giapponesi facili

Ricette giapponesi facili e poco costose, una di queste è l’ochazuke.

Ne ho sentito parlare per la prima volta mentre leggevo “Memorie di una geisha” Chiyo racconta del rientro a casa di Hatsumomo, la geisha dell’okya che se fosse stata affamata si sarebbe fatta preparare il suo spuntino preferito, ovvero un Umeboshi Ochazuke, ovvero riso avanzato, prugne acide sott’aceto il tutto inzuppato di tè bollente.

Le sue origini affondano nel periodo Heian, veniva consumato dai guerrieri come pasto povero durante la stagione invernale. Nel periodo Edo vi si aggiunse il tè al posto della sola acqua calda.

Vediamo come prepararlo.

Ricette giapponesi facili: ingredienti dell’ochazuke

  • riso bollito avanzato
  • una fetta di salmone
  • un pezzetto di porro
  • tè verde bollente o brodo
  • alga nori (facoltativa)
  • olio evo
  • sale

Ricette giapponesi facili: preparazione dell’ochazuke

In una padella antiaderente versare un cucchiaino di olio evo. Far dorare il salmone su entrambi i lati. Una volta dorato va sfilacciato.

Far rinvenire il foglio di alga nori in acqua tiepida e far bollire l’acqua del tè. Affettare il porro a rondelle.

In una ciotola di ceramica porre il riso bollito avanzato, sopra adagiare il salmone sfilacciato, le rondelle di porro e l’alga nori in ultimo versare fino a metà scodella il brodo o il tè verde.

Ricette giapponesi facili: consigli

La particolarità di questo piatto è che potete aggiungere ciò che volete: un uovo, gamberetti, germogli di soia e wasabi o umeboshi (prugna sott’aceto), platessa al posto del salmone, funghi cinesi, alga nori, salsa di soia per condire il pesce, asparagi e straccetti di pollo al posto del pesce.

I giapponesi usano il dashi al posto del brodo di dado, ma è più difficile da reperire, quindi del semplice dado andrà benissimo.

E’ davvero ottimo nelle giornate fredde ed è uno di quei piatti tipicamente consolanti.

Da provare.

Due ricette dalla Croazia: Hobotnica ispod peke e Zagorsky štrukli

Il nostro tour gastronomico in giro per il mondo oggi prevede due ricette dalla Croazia. I nomi sono impronunciabili, lo so, ma le ricette son facili.

Due ricette dalla Croazia: Hobotnica ispod peke

Hobotnica ispod peke è un piatto croato a base di polpo, molto semplice.

Ingredienti:

  • 1 polpo di circa 2 kg
  • 2 cipolle rosse
  • 2 pomodori maturi
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Lavare e pulire il polpo. Tagliare le cipolle a fettine sottili e i pomodori a cubetti.

In una teglia capiente, versare un filo di olio extravergine di oliva e disporre le cipolle e i pomodori.

Adagiare il polpo sulla teglia e aggiungere sale, pepe, il vino bianco, l’alloro e il rosmarino.

Coprire la teglia con un foglio di alluminio e cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 2 ore, o fino a quando il polpo sarà tenero.

Due ricette dalla Croazia: Zagorsky štrukli

Zagorsky štrukli è un dolce molto semplice da fare e molto buono.

Ingredienti:

Per la pasta:

  • 250 g di farina
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • Acqua q.b.

Per il ripieno:

  • 500 g di ricotta
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 pizzico di cannella

Per la salsa:

  • 250 g di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 pizzico di cannella

Preparazione:

Per la pasta, impastare la farina con le uova, il sale e un po’ di acqua tiepida, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e far riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per il ripieno, mescolare la ricotta con l’uovo, lo zucchero e la cannella.

Stendere la pasta in una sfoglia sottile. Distribuire il ripieno sulla sfoglia, lasciando un bordo libero di circa 2 cm.

Arrotolare la pasta su se stessa, formando un rotolo. Tagliare il rotolo a fette di circa 2 cm di spessore.

Disporre le fette di štrukli in una teglia imburrata. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti, o fino a quando gli štrukli saranno dorati.

Mentre gli štrukli cuociono, preparare la salsa, mescolando la panna fresca con lo zucchero e la cannella.