lunedì, 21 Giugno 2021

Diete

Home Food Diete
Diete, consigli e trucchi per dimagrire

Non riuscite a dimagrire? Ecco perché (FOTO)

Credits: bimbisaniebelli.it

Non basta seguire una sana dieta ipocalorica e praticare attività fisica, per riuscire a dimagrire.
Spesso il nostro corpo non riesce più a bruciare calorie e di conseguenza non riusciamo più a perdere i chili di troppo perché commettiamo almeno uno dei seguenti errori.

Accendere i riscaldamenti

credits photo: cosmopolitan.it
credits photo: cosmopolitan.it

Accendere i riscaldamenti, soprattutto di notte, potrebbe rallentare il nostro metabolismo. Questo perché il tessuto adiposo bruno si attiva maggiormente a temperature più basse, per cercare di mantenere una temperatura normale all’interno dell’organismo.
Questo piccolo sacrificio, ci permette di bruciare più calorie durante il giorno.
È stato infatti dimostrato che le persone che dormono in stanze più fredde bruciano più calorie.

Eliminare i carboidrati

Credits: www.blitzquotidiano.it
Credits: www.blitzquotidiano.it

È forse l’errore maggiore che si può commettere, quello di eliminare i carboidrati dalla nostra alimentazione, per cercare di dimagrire più velocemente.
Per perdere peso non bisogna eliminarli, anzi, i carboidrati contengono il glicogeno, elemento richiesto dal nostro corpo per ottenere energia che ci permette di svolgere un’attività fisica.
Avendo più energia, il nostro organismo sarà in grado di bruciare più calorie.

Saltare gli spuntini

Credits: faidatemania.pianetadonna.it
Credits: faidatemania.pianetadonna.it

Gli spuntini ci permettono di arrivare meno affamati ai pasti principali.
Molti li eliminano pensando di assumere meno calorie, ma poi si ottiene l’effetto contrario perché al pasto successivo tenderemo a mangiare di più.
L’ideale sarebbe fare due spuntini al giorno, almeno uno dei quali a base di frutta secca.
Le noci in particolar modo, grazie ai grassi polinsatuturi in esse contenute, favoriscono l’eliminazione dei grassi.

Eliminare il sale

Credits: www.anagen.net
Credits: www.anagen.net

Il sale – marino integrale o iodato – rende i cibi molto più saporiti ed erroneamente si crede che faccia ingrassare.
Nulla di più sbagliato. Certo, non bisogna esagerare nell’utilizzarlo ma, il sale se usato nelle giuste dosi può essere un valido alleato della silhouette, stimolando il funzionamento della tiroide, e quindi il metabolismo.

Dormire troppo

credits photo: store.obit8.com
credits photo: store.obit8.com

Svegliarsi tardi al mattino permette di bruciare meno calorie. Essere mattinieri invece, aiuta il metabolismo ad essere più veloce.
Secondo alcuni studi, fare jogging al mattino col sole rende il metabolismo attivo, in grado quindi di bruciare più calorie.

Insalate detox, sfiziose e salutari

Perdere i kg accumulati durante le vacanze può essere davvero facile, se la verdura è una buona amica e la fantasia non manca. Esistono un sacco di ricette per preparare ottime e gustose insalate detox, così come esistono un sacco di ingredienti dalle proprietà drenanti e disintossicanti.

Ma partiamo dalla base: la verdura dalle foglie verdi è una delle più ricche fonti di vitamine. Lattughe, indivie e cicorie, spinaci, bietole e verze sono un piccolo esempio di quanto la famiglia sia numerosa.

Ma per colorare un po’ la nostra insalata e renderla appetitosa sia agli occhi che al palato, occorrono altri ingredienti.

Agrumi

Gli agrumi, come tutti sanno, sono ricchissimi di vitamina C, ma sono anche rinfrescanti e disintossicanti.
Un’idea sfiziosa potrebbe essere una composta a base di arance rosse, pompelmi, lattuga, succo di lime, pomodori e avocado e condita con succo di limone e un filo di olio d’oliva a crudo.

Ravanello

Poco utilizzato in cucina, ma utilissimo per stimolare i meccanismi renali, il ravanello è un ottimo ingrediente per gustose insalate. Combatte la cellulite, dona energia ed è assolutamente detox: una volta provato è insostituibile.
Perché non provare, dunque, un’insalata con mela verde, due cetrioli, un cuore di sedano, tanti ravanelli, lattuga e lime?

Barbabietole rosse

Fonte di ferro, magnesio, zinco e calcio, oltre che di vitamina B3, B6, C e beta-carotene: in un aggettivo, miracolose.
Per perdere gli ultimi kg con gusto, fantasiosa può essere una versione con insalata valeriana, pomodorini tipo Pachino, feta e una pioggia di noci.

Sedano e mele

Diuretici, depurativi e a quasi zero calorie: questi due ingredienti sono freschi e perfetti per tutte le soluzioni. Uniti a carote e pomodorini e conditi con aceto balsamico diventano poi, assolutamente sensazionali.

Altri ingredienti da prendere in considerazione sono i semi di sesamo, protettori del fegato, i broccoli e cavoli.

Buon appetito senza alcun senso di colpa.

Come dire stop alle abbuffate notturne

Intensi periodi di stress, delusioni d’amore, alimentazione non corretta, insoddisfazione e altri sentimenti negativi, possono portarci a trovare una consolazione nel cibo. Così di notte, davanti alla tv o al computer, sgranocchiare qualcosa, magari di dolce se si è particolarmente golosi, sembra essere il miglior modo per concludere la giornata.

Ma quella che etichettiamo come una semplice “cattiva abitudine”, in realtà è un vero e proprio disturbo dell’alimentazione. Un disturbo che porta a ricercare alimenti appaganti, spingendoci alle abbuffate davanti alla dispensa: biscotti, gelato, dolci, anche utensili da cucina. Tutto merita di essere assaggiato.

E la spiacevole e diretta conseguenza, quella di cui, mentre ci si abbuffa, poco importa, è l’aumento di peso: i pasti consumati di notte risultano infatti essere più calorici del 25% rispetto a quelli consumati nelle altre ore.

L’aumento di peso non è però l’unica conseguenza degli spuntini notturni: disturbi del sonno, stanchezza e stress non sono effetti meno trascurabili.

Ma a tutto c’è una soluzione e con un po’ di consapevolezza, forza di volontà, attenzione e qualche consiglio di Blog di Lifestyle, debellare il problema sarà più semplice.

Alimentarsi in maniera salutare durante la giornata

Avere una dieta sana ed equilibrata, in grado di soddisfare il personale fabbisogno giornaliero, è davvero fondamentale. Cibi come frutta, verdura e cereali non devono mancare all’interno dei pasti, in quanto capaci di saziare e nutrire in maniera salutare.

Evitare di acquistare junk food

Il cibo spazzatura è tanto gustoso quanto pericoloso per la nostra salute. Limitarne l’acquisto è un buon espediente per evitare di renderlo il protagonista delle nostre abbuffate.

Lavare i denti dopo l’ultimo pasto

La freschezza del dentifricio e la sensazione di pulito ci faranno passare la voglia di mangiare ancora. Anche un chewingum alla menta senza zucchero, può davvero aiutare.

Tenersi occupati

Dallo smalto sulle unghie alla rifinitura della barba, da un buon libro alla musica, qualsiasi cosa riesca a distrarci dalla fame, risulta positiva.

Andare a letto prima

Una buona dormita eviterà le abbuffate, favorirà il dimagrimento ed eliminerà quella sensazione di spossatezza data da scarso sonno e alimentazione insana.

Preferire acqua o tisane al cibo

I liquidi, ovviamente composti principalmente da acqua, favoriscono l’idratazione corporea, oltre ad essere un buon espediente per avvertire senso di sazietà. Meglio mezzo litro d’acqua a zero calorie, che una forchettata di torta.

Preparare spuntini salutari anzitempo

Affettare frutta e verdura durante il giorno, ci stimolerà a fare spuntini più sani in caso di voglie notturne, anche perché già pronti.

Qualche piccolo consiglio, che, se si è fermi nel proprio proposito di evitare abitudini dannose come questa. La vera differenza la farà capire i motivi che ci portano a rivolgerci ai carboidrati e, una volta compresi, inizieremo a rivolgerci a noi stessi. Perché solo noi possiamo consolarci, solo noi possiamo risollevarci e renderci persone sempre migliori. A partire dall’alimentazione.

Sei semplici mosse da seguire per un’alimentazione salutare (FOTO)

In America ogni cinque anni un’equipe di esperti medici modifica le linee guida alimentari al fine di informare la popolazione della “giusta” alimentazione da seguire. La costante rettifica delle linee guida che il governo americano propone crea però confusione, in quanto la persone si trovano a dover affrontare nuovi equilibri alimentari che trovano applicazione sia nella “giusta” porzione, che nella “qualità” del cibo da portare in tavola.

Lo stretto legame del binomio “alimentazione e buona salute” è supportato anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la quale inserisce la nutrizione adeguata e la salute tra i diritti umani fondamentali. Seguire una dieta corretta è un ottimo strumento per la prevenzione di molte malattie e di cura per molte altre.

Gli studi scientifici dimostrano che la salute comincia a tavola, sulla base del cibo che scegliamo di mangiare. Imparare e far propri i comportamenti fondamentali per una “corretta alimentazione” è, quindi, molto importante perchè mangiare sano è direttamente proporzionale ad una buona qualità di vita.

Mangiare fa comunque parte dei piaceri della vita ed a questi non si può certo rinunciare, si dovranno solo porre dei piccoli accorgimenti non solo nell’equilibrio di un unico pasto o su un unico giorno ma su una continuità temporale.

Cosmopolitan estrae, dalle linee guida, i sei principi più rilevanti per poter mangiar sano, almeno fino ai prossimi cinque anni.
Eccoli di seguito:

1. Si può mangiare di più se si fa attività sportiva

Credits: www.cosmopolitan.com
Credits: www.cosmopolitan.com

2. L’alimentazione deve essere varia e completa

Credits: www.cosmopolitan.com
Credits: www.cosmopolitan.com

3. Se il piano alimentare descritto al punto 2 non fa per voi, ecco due alternative

www.cosmopolitan.com
www.cosmopolitan.com

4. Le dimensioni delle porzioni sono rimaste uguali alle vecchie linee guida (anche se creano un po’ di confusione)

Credits:www.cosmopolitan.com
Credits:www.cosmopolitan.com

5. Attenzione al sale nascosto negli alimenti

Credits: www.cosmopolitan.com
Credits: www.cosmopolitan.com

6. Una novità: per la prima volta le linee guida menzionano e regolano l’assunzione di caffè

Credits:www.cosmopolitan.com
Credits:www.cosmopolitan.com