venerdì, 22 Gennaio 2021

Diete

Home Food Diete
Diete, consigli e trucchi per dimagrire

Libri di ricette da regalare (FOTO)

Natale è alle porte e, mentre la corsa ai regali diventa sempre più frenetica, si rischia di fare il pacchetto natalizio sbagliato. Per i golosi non c’è pericolo: la loro preoccupazione è cosa mangiare la vigilia e il pranzo di Natale, ma la domanda è: cosa regalare a chi invece deve cucinare? Ecco alcuni consigli dal Blog di Lifestyle sui libri di ricette da regalare. Alla mamma, alla sorella, all’amica o semplicemente alla persona che ama la buona cucina.

Mettiamoci a Cucinare (Benedetta Parodi)

I-menu-di-Benedetta

Lei è famosissima ormai per la sua cucina: Benedetta Parodi ha fatto della sua passione un mestiere. E’ lei al comando delle classifiche dei libri di ricette più venduti, seguita da Antonella Clerici e Anna Moroni. La telegiornalista ha venduto migliaia di copie con i suoi ricettari per donne che hanno poco tempo ma molti famigliari con appetito. Dopo I menu di Benedetta, l’altro libro assolutamente da non perdere è Mettiamoci a cucinare.

Dire, fare, brasare (Carlo Cracco)

carlo cracco

Carlo Cracco, uno degli chef più bravi d’Italia, torna con un libro in cui insegna a cucinare con semplici lezioni. Dalle tecniche di cottura in cucina, da quelle principali a quelle complementari, tutte spiegate in modo dettagliato e accompagnate da fotografie che mostrano ogni passaggio. Ogni capitolo una lezione per permettere agli aspiranti cuochi di imparare in modo graduale. Sessanta ricette ordinate secondo il numero di tecniche utili per completarle e pensate apposta per andare incontro alle capacità di tutti: dai principianti ai cuochi più capaci.

Il meglio del Boss delle Torte (Buddy Valastro)

buddy valastro

Chi meglio del Boss delle Torte può insegnare l’arte di fare e decorare i dolci? Buddy Valastro, il cuoco televisivo che spopola su Real Time, propone un libro dove seleziona le sue ricette più famose, dai biscotti ai cupcake, fino alle torte decorate. Una pratica guida illustrata (sono oltre 200 foto) che illustra i dolci finiti e mostra i passaggi per eseguire le ricette. Ideale per i golosi.

Le ricette della dieta del supermetabolismo (Haylie Pomroy)

haylie pomroy

Non solo golosi. In questo libro di Haylie Pomroy, l’autrice spiega come perdere 10 kg in 28 giorni grazie a 200 piatti da lei selezionati. Ricette semplici, stuzzicanti e per tutti i gusti e le esigenze, con piatti vegetariani, vegani e senza glutine. Ideale per chi vuole perdere peso e vuole cucinare senza perdere tempo.

La cucina di casa Clerici (Antonella Clerici)

antonella clerici

E infine lei, la regina della cucina, Antonella Clerici. Con il libro La cucina di casa Clerici, la conduttrice presenta un libro colorato, ricco di fotografie dove illustra tanti antipasti, primi, secondi, contorni e dolci, tutti semplici e gustosi. Direttamente dalla sua cucina di casa. E, come da tradizione, non mancano i piatti proposti da qualcuno: stavolta ospita le ricette ricevute dal suo fedelissimo pubblico di fan.

Ultimo suggerimento: impacchettare il regalo, accompagnandolo con un bigliettino. E ovviamente, poi, fatevi ospitare a casa di chi riceve il libro di ricette desiderato per vedere se ha messo in pratica qualche ricetta descritta. Un regalo così può essere condiviso.

Kim Kardashian svela la sua dieta post-parto (FOTO)

credits: https://intothegloss.com

Kim Kardashian, la regina dei social network, ha da poco svelato, proprio tramite un post su Twitter, come è riuscita a tornare in forma dopo il parto.
Durante la gravidanza del suo secondogenito Saint West, nato il 5 dicembre scorso, aveva preso ben 31 chili ed ora è già riuscita a perderne 14, grazie alla dieta Atkins.

Sono così emozionata! – scrive la regina dello showbiz –Ad oggi ho perso 14 chili, ma ne devo perdere ancora 17. Sono molto concentrata. Vi mostrerò i miei allenamenti e il mio piano dietetico Atkinsons“.
La signora West sembra proprio entusiasta dei suoi progressi, dovuti ancora una volta a questo tipo di dieta, a cui già si era sottoposta dopo la nascita della sua prima figlia.
Questo regime dietetico, seguito da moltissime celebrities, come Rihanna, Jennifer Aniston e Demi Moore, prevede un’alimentazione basata soprattutto su proteine magre, mentre i carboidrati sono limitati.

La Kardashian assume 2000 calorie giornaliere, suddivise tra i tre pasti principali più due spuntini, uno la mattina e uno il pomeriggio. I cibi concessi sono le proteine magre, i grassi “buoni”, contenuti ad esempio nelle nocciole e nell’avocado, oltre che, naturalmente, tanta frutta e verdura. Quelli da evitare sono invece pane, pasta e alcol.

La dieta, ovviamente, prevede anche un intenso programma di esercizio fisico, tra cui running, allenamento cardio e delle sessioni di pilates per tonificare gambe e glutei.
Kim non ha mai nascosto quanto sia importante per lei mantenere la linea ed aveva ammesso di essere spaventata da come il corpo cambi durante la gravidanza. Dopo nascita del figlio, infatti, ha preferito non farsi vedere in pubblico e ha confessato di non sentirsi a proprio agio.

Nonostante tutto quello che accade al fisico, la trentaduenne non ha mai nascosto quanto sia stata grande per lei la gioia del parto. “È davvero tutto così orrendo, ma alla fine hai il tuo prezioso bambino. Al 100% ne vale davvero la pena“.
La Kardashian è più motivata che mai a riottenere le sue famose curve e ad essere una mamma sana e perfettamente in forma.

Dieta Lollipop: stravaganza da star?

Credits photo dailymobile.net

È ben risaputo che le celebrità amino contraddistinguersi per tinte vivaci, trucco e abiti appariscenti, show privati e scandali, ma sembra che il loro estro creativo non si fermi qui. L’ultima stravaganza da star è infatti quella delle diete fai da te e in particolare della dieta lollipop, di cui, secondo quanto riporta il quotidiano Telegraph, celebrità come Britney Spears, Madonna e Paris Hilton sono le prime fan. Ma di cosa si tratta esattamente?

La dieta lollipop è molto semplice: prevede il consumo di tre lecca-lecca al giorno, uno prima di ogni pasto principale, in modo da diminuire il senso di fame. E se vi chiedete ancora come questo sia possibile, la risposta sta nei tre particolari ingredienti: hoodia, un estratto vegetale sudafricano usato da gruppi indigeni per sopravvivere nel deserto, Citrimax, noto anche come Hca , derivato dalla pianta garcinia camboya e guaranà, una fonte naturale di caffeina.

Questo dolce inoltre fornirebbe le energie necessarie per affrontare la giornata, senza quindi compromettere i diversi impegni delle star, che, soprattutto nel mondo della musica non possono proprio permettersi di presentarsi affaticate. I lollipop accontenterebbero poi davvero tutti i gusti: dalle amanti dei cheesecake a quelle di fragola e panna, sino al cappuccino, e non conterrebbero più di 10 kcal l’uno.

Sembra dunque il mix perfetto tra golosità e viver bene e in forma, se non fosse che scettici a riguardo sono loro, i nutrizionisti, cui la parola a riguarda è quella che più ha peso e che non si sentono di appoggiare una dieta senza controprove scientifiche.

Questo però non ha mai frenato il mondo delle celebrità, che per le diete stravaganti hanno sempre dimostrato una forte passione. Tra queste, Jennifer Aniston mangia solo omogeneizzati, seguendo la “baby food diet”, Beyoncé segue la dieta dello “sciroppo d’acero”, un mix di sciroppo, pepe di Caienna e succo di limone¸ Mariah Carey consuma cibi solo viola e così via.

Inoltre un regime alimentare ipocalorico non è solo un’usanza del mondo dello spettacolo, donne di tutto il mondo ne sarebbero le prime testimonial: un recente sondaggio citato dal Telegraph afferma che in media una donna passa a dieta 31 anni della propria vita, e arrivate a 45 anni molte hanno già sperimentato 61 diete diverse.

Le diete sono davvero efficaci? Probabilmente alcune lo sono, ma non bisogna tralasciare il valore salutista e sicuramente la dieta lollipop non lo rappresenta, anzi pare che l’hoodia, contenuto nei lecca lecca, possa essere motivo di preoccupazione per il buon funzionamento del fegato di chi la segue. È consigliato dunque un controllo medico.
Infine, dicono gli esperti, se si vogliono perdere due kg o tre, il metodo migliore è quello di attenersi ad un consumo regolare e attento dei cibi e lasciare i lollipop o meglio i lecca-lecca ai bambini.

Dieta Gift, dimagrire mangiando tutto

La parola dieta viene spesso associata a fame e depressione, nonché totale rinuncia ai piaceri del palato. È proprio per questo che i tempi di rinuncia sono fondamentalmente brevi e i risultati praticamente inesistenti o temporanei. Infatti avvertire la fame, oltre che a deprimere, crea anche uno stato di carestia che permette il calo di peso ma solo in maniera temporanea. Parola di Luca Speciani, medico e alimentarista che insieme al fratello Attilio ha elaborato una nuova dieta chiamata Gift (letteralmente, dono). L’obiettivo di questo regime alimentare non è solo perdere peso, ma anche riattivare il metabolismo e bruciare i grassi sostituendoli con la massa muscolare.

Si tratta di un dimagrimento sano, progressivo ed efficace, alla base del quale vi è un unico segreto, la leptina, l’ormone responsabile del senso di sazietà. La Dieta Gift vuole sperimentare proprio il potere di questo ormone, che viene stimolato grazie al mix di sport e dieta ricca di frutta e verdura, liberato dal tessuto adiposo e trasferito nel sangue dove invia segnali di sazietà all’ipotalamo.

La dieta comprende tre pasti giornalieri, con una colazione completa e abbondante, un pranzo equilibrato e una cena leggera, senza spunti nell’arco della giornata. Il cibo che viene ingerito deve essere puro.

a carni senza estrogeni, pesce, uova, semi, cereali integrali, patate, legumi, soia non ogm, piselli e olio extravergine di oliva.

dieta gift dimagrire mangiando tutto

No invece a zuccheri semplici (come il miele), dolci, cibi elaborati, farine raffinate, salumi e alcol. I formaggi vanno inoltre limitati.

L’attività fisica è però fondamentale nel corso di questo regime. Luca Speciani afferma infatti: “A questo criterio però occorre abbinare l’attività fisica, da modulare secondo il singolo individuo. Solo così si attiva il metabolismo: si brucia grasso, si ripulisce l’organismo e si dimagrisce in modo sano e duraturo. Oltre ad avvertire una sensazione immediata di benessere”.