martedì, 5 Luglio 2022

Viso & Corpo

Home Beauty Viso & Corpo
Consigli e segreti per la cura del viso e del corpo

In arrivo il cuscino che pulisce la pelle del viso

cuscino che pulisce la pelle
Credit: miss.at

Dormire e riposarsi, e allo stesso tempo purificare la pelle del nostro volto. Non è un sogno, ma sta per diventare realtà. E’in arrivo infatti il cuscino che pulisce la pelle del viso. Si chiama Skin Laundry Sleep Cycle e letteralmente il nome significa “lavanderia della pelle” perché è questo il suo ruolo principale.

All’apparenza sembrerebbe una normale federa che si adatta a qualsiasi tipo di cuscino, ma è costituita al 100% di cotone attraverso l’incrocerai di 300 fili incrociati che contrastano l’arrivo dei batteri. A differenza delle normali federe contiene una tecnologia anti microbica che aiuta a limitare il contatto con i batteri.

Il cuscino che pulisce la pelle del viso permette appunto di purificare il volto tenendolo lontano dall’influsso negativo dei batteri mentre dormiamo, quindi potremo scacciare gli incubi di una pelle impura lavorando durante la notte e svegliandoci al mattino con una pelle già pulita senza dover perdere un’infinità di tempo con i soliti rituali da bagno, con creme e cremine varie.

Chissà se le case produttrici di cosmetici saranno d’accordo con l’introduzione dell’innovativo cuscino, certo è che i test per il momento hanno dimostrato che aiuta ad eliminare circa il 90% dei batteri presenti sulla pelle. Il cuscino sarà messo in vendita ad un prezzo di partenza di 30 dollari.

Come limitare i danni dell’autoabbronzante

credits photo: wdonna.it

Quando vogliamo avere una pelle con un colorito ambrato e sano l’autoabbronzante può venirci in soccorso. Utilizzare questa colorazione chimica però non è semplice ed è facile commettere degli errori che poi ci renderanno impresentabili agli occhi degli altri.

Se non si pone la giusta attenzione è facile ritrovarsi con una pelle abbronzata a macchie o con striature che non sono belle da vedere. Risolvere il problema non sarà facile, ma ci sono dei metodi naturali che possono limitare i danni provocati dall’autoabbronzante.

Un bagno di vapore, ad esempio, può aiutare. Infatti l’umidità e il calore ammorbidiscono la pelle e, a quel punto, si può strofinare la zona interessata con un panno bagnato e con movimenti circolari. Questo permette una profonda esfoliazione e un alleggerimento dell’effetto del prodotto.

L’acido citrico contenuto in alcuni frutti, come il lime e il limone, può aiutare a schiarire l’abbronzatura. Basta impregnare un panno di succo di limone o di lime e poi metterlo per alcuni secondi nel forno microonde. Dopo essersi assicurati che non sia troppo caldo occorre passarlo sulle aree macchiate per diminuirne l’effetto.

Si può, inoltre, procedere con un peeling enzimatico che lavora per accelerare il rinnovamento e la sostituzione delle cellule della pelle. Attraverso una sottile esfoliazione la macchia provocata dall’autoabbronzante si schiarirà.

Un insospettabile alleato nella lotta contro i danni dell’autoabbronzante si può trovare nel dentifricio. Infatti se si applica un po’ di dentifricio sbiancante nell’area da smacchiare si otterrà un ottimo risultato. Può essere molto utile anche per eliminare le chiazze arancioni dalle mani e dalle unghie.

Se non avete del dentifricio in casa potete provare anche con il bicarbonato di sodio. Dopo aver formato una pasta densa mischiando il bicarbonato con acqua tiepida, bisogna passarla sulla parte colpita dalle chiazze. Le proprietà decoloranti di questa soluzione vi stupiranno.

Per prendere due piccioni con una fava e concedersi un po’ di relax mentre si pone rimedio al danno causato alla pelle basta infilarsi in una vasca per un bagno di oli profumati. Questi ammorbidiranno la pelle e la prepareranno per una efficace esfoliazione.

Infine, un’ottima scelta sarebbe quella di andare a nuotare in piscina. Il cloro ha noti effetti abrasivi e sbiancanti che aiuteranno ad attenuare l’abbronzatura mal riuscita, anche nelle sue parti più ostinate.

Make-up e occhiali: i segreti per un trucco perfetto

Gli occhiali da vista sono un accessorio indispensabile per chi, di decimi, non ne ha proprio dieci. Da qualche anno, però, sono diventati anche un dettaglio fashion da indossare. Che si portino per necessità o per vanità poco importa. La questione è: come ci si trucca sotto le lenti? Curare il make up è la scelta vincente per indossarli al meglio e trasformarli in uno strumento di seduzione.

Prima di scegliere i prodotti ideali per il trucco, però, fate attenzione alla montatura: più i vostri occhiali sono piccoli, più gli occhi avranno necessità di essere messi in risalto con colori chiari che aprano lo sguardo; al contrario, più le lenti sono importanti e più potrete giocare e sbizzarrirvi con tonalità scure.

La scelta dell’ombretto

Se indossate una montatura colorata optate senza dubbio per il nude look: al via con i toni del beige, sabbia, taupe, avorio e miele. La parola d’ordine è quindi leggerezza: cercate di non esagerare e soprattutto evitate il trucco pesante. Se per una sera volete stupire, il consiglio è quello di lasciare a casa gli occhiali e indossare lenti a contatto. Se invece portate occhiali trasparenti e ultraleggeri, osate con colori più accesi e multicolor.

Mascara a gogo

Se portate gli occhiali da vista tutti i giorni, la prerogativa fondamentale è quella di scegliere il mascara giusto. Preferite sempre quello volumizzante rispetto alle versioni allunganti. In questo modo donate profondità allo sguardo, senza lo spiacevole inconveniente di toccare le lenti con le ciglia. In ogni caso è molto importante definire bene anche le sopracciglia e creare un punto luce sull’arcata sopraccigliare.

Eyeliner sì o no?

Partite dal presupposto che qualsiasi montatura toglie spazio allo sguardo: affinché gli occhi non sembrino ancora più piccoli, scegliete un prodotto dal tratto sottile così che l’effetto non risulti esagerato e applicate nella rima interna dell’occhio una matita color burro, mai una nera.

Il tocco finale spetta sicuramente alle labbra. Non dimenticatevi di scegliere un rossetto dai toni decisi purchè vi stia bene. La scelta è davvero ampia, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le stagioni. Infine, concentratevi sugli zigomi per scaldare l’incarnato e il gioco è fatto. Facile, no?

Olio di ricino: come usarlo per la salute e la bellezza

Olio di ricino

Olio di ricino: sapevi che fa bene alla salute? Hai mai pensato che puoi usare l’olio di ricino per la tua bellezza? Ebbene sì se non l’hai mai preso in considerazione oggi ti ricrederai.

Sicuramente ti starai domandando cosa abbia di così portentoso quest’olio di ricino. Fra le sue componenti troviamo la cheratina ad esempio che sarebbe la responsabile della ristrutturazione e fortificazione di ciglia e capelli.

Ecco che già ti ho illustrato un primo uso.

Olio di ricino: come usarlo per la salute e la bellezza

Per le ciglia: prendi un vecchio scovolino per il mascara, puliscilo bene di modo che non rimanga traccia del mascara quindi immergilo nell’olio di ricino e poi passalo sulle ciglia almeno due volte. Questa operazione si compie la sera con le ciglia leggermente umide. Non eccedere con l’uso perchè potrebbe finire negli occhi e dar luogo ad irritazioni.

Per i capelli: se ne può fare un ottimo impacco, spennellandolo sui capelli umidi (da avvolgere poi nella pellicola trasparente) magari unendo ad altri ingredienti fortificanti. Ad esempio potete preparare una soluzione con una tazza di olio di ricino, una di semi di lino ed una di succo d’aloe a cui avrete in precedenza miscelato del miele. Tenete in posa per 40 minuti e poi procedete con il normale shampoo.

Per le mani: potete strofinare l’olio di ricino con un cucchiaino di limone ed uno di crema idratante almeno una volta al giorno.

Ma come già detto l’olio di ricino è un rimedio naturale anche per la salute. Ad esempio in caso di lesioni basta impregnare un batuffolo di ovatta d’olio di ricino e tamponare la ferita.

Soffri di stipsi? Non c’è problema 1 o 2 cucchiaini di olio di ricino al giorno.

In caso di verruche o pelle ruvida e calli basta massaggiare un cucchiaio di olio di ricino nella zona due volte al giorno tenendo in posa l’olio nella parte per almeno 20 minuti.

Problemi di pelle impura? Prova questa ricetta con l’olio di ricino: 1/4 olio di ricino e 3/4 olio di jojoba, e per la pelle grassa, 1/3 olio di ricino e 2/3 olio di jojoba e poi applica sul viso con una spugnetta risciacquando con acqua calda.

Hai fatto le ore piccole? Immergi due dita in un bicchierino d’olio di ricino e massaggia la zona sotto gli occhi, occhiaie addio!

Hai visto quanti rimedi naturali con l’olio di ricino? Meglio averne sempre un flacone in casa!