venerdì, 1 Luglio 2022

In viaggio

Home Turismo In viaggio

Vacanze sul Lago di Garda: Tremosine, uno dei borghi più belli d’Italia

Immaginate un altopiano verde, immergetelo a picco in un lago, punteggiatelo di piccoli borghi e circondatelo di montagne, vestite di una natura rigogliosa: quello che ottenete è Tremosine, paese della sponda bresciana del Lago di Garda che da anni è riconosciuto come uno dei Borghi più belli d’Italia.

Tremosine è un comune sparso, comprendente 18 frazioni diverse che si distribuiscono a diverse altitudini  su un altopiano affacciato sul lago. Si tratta, in sostanza, di una terrazza panoramica naturale che, nel suo punto di massima altezza, arriva a sfiorare i 2000 m s.l.m. È senz’altro uno dei punti più tattici – come collocazione geografica – e più magici – paesaggisticamente parlando – dove soggiornare, se quella che avete in mente è una vacanza sul Lago di Garda.

La frazione capoluogo è Pieve, ed è da qui che potreste partire. Gli stretti vicoli del centro storico di Pieve vi avvolgeranno, ricreando scorci dal fascino suggestivo: muretti in pietra, balconcini fioriti e portoncini in legno arredano un rustico labirinto che, in diversi tratti, si apre inaspettatamente a vertiginose viste sul lago. Tra le architetture più significative del paese c’è la Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, punto di riferimento per la comunità religiosa di Tremosine. Il piccolo edificio del XII secolo, su cui poggia un bel campanile romanico ancora più antico, si fa custode di un modesto fascino rurale che, placidamente, conquista il visitatore. All’interno, potrete vedere un affresco del ‘400, una pala d’altare del ‘600 e diversi intagli del ‘700: un apparato decorativo davvero niente male, per una chiesetta di paese.

Una volta vista la chiesa, potete proseguire il vostro itinerario alla scoperta di alcuni dei punti panoramici più belli del Garda, che oggi sono diventati le più famose attrazioni turistiche di Pieve di Tremosine. La prima tappa potrebbe essere Piazza Cozzaglio: da qui – in particolare dalla terrazza accanto al Ristorante Miralago – si gode di una vista meravigliosa sul Garda e sul Monte Baldo. Ma il primato per il belvedere migliore della zona va sicuramente alla celebre Terrazza del Brivido, a cui è possibile accedere liberamente nonostante appartenga, in teoria, all’Hotel Paradiso di Pieve. L’ampio balcone sembra rimanere appeso alla parete rocciosa per un soffio, sospeso sul lago ad un’altezza di quasi 400 metri. Inutile dire quanto questo panorama mozzi il fiato…nel vero senso della parola!

Se osservando il panorama dalle terrazze di Pieve notate una stradina tortuosa immersa nel verde e costeggiante la sponda del lago, state guardando la Strada della Forra (SP 38), quella che è stata più volte definita la strada più bella del mondo. Effettivamente, questo percorso insinuato tra le pareti di roccia a picco sul lago propone paesaggi bellissimi dietro a ogni curva. Percorrere la Forra è un’attività che tutti – specie i motociclisti – consigliano, quando ci si trova in vacanza sulla sponda ovest del Lago di Garda. È bene comunque ricordare, a chi soffre di mal d’auto, di osservare una certa prudenza…le curve, dopo un po’, sono letteralmente da capogiro.

Tremosine può costituire un’ottima base per chi ha in programma una vacanza itinerante sul Lago di Garda. Per una panoramica dell’offerta ricettiva della zona, ci si può affidare a piattaforme come Expedia, strumento utile per organizzare il proprio viaggio anche nel caso in cui si abbia bisogno di ulteriori servizi, quali il noleggio auto. Non bisogna poi dimenticare che il Garda è un’ottima meta per gli amanti del campeggio: per maggiori informazioni si può dare un’occhiata al sito ufficiale del turismo del Lago di Garda.

5 idee per passare il tempo in aeroporto divertendosi

Credits: mashable.com

Se pensate che il tempo passato in aeroporto ad aspettare l’arrivo di un’aereo, dopo uno scalo, per una viaggio di lavoro o di piacere, insieme ad amici e famiglia, è sprecato, vi sbagliate di grosso. Ci sono tantissime attività che si possono svolgere per divertirsi, per adempiere a un dovere o per fare qualcosa che, senza questo tempo – che tutti pensano perso – non avreste mai fatto.

Ecco 5 idee divertenti per far si che il tempo passi più velocemente.

Prepararsi per il check-in

Se si arriva in aeroporto con tanto tempo di anticipo o si deve aspettare molto per uno scalo, la cosa più ovvia da fare è preparare tutto nel modo corretto per il check-in. Assicurarsi che nel bagaglio a mano non ci siano determinati oggetti e tirare fuori i documenti per la partenza.

Pianificare il viaggio

Mentre si sta aspettando l’arrivo dell’aereo, una delle cose migliori da fare è pianificare il viaggio, costruendo itinerari e segnando tutti i luoghi da visitare. Se, invece, siete di ritorno, pensate già alla prossima vacanza.

Leggere

A chi piace leggere, purtroppo, manca sempre il tempo da dedicare ai libri, nella vita frenetica di tutti i giorni. Quale miglior momento allora da sfruttare per una bella lettura se non quello d’attesa in aeroporto? Potrete andare avanti con le storie oppure informarvi sull’attualità dedicando del tempo a dei giornali.

Giocare

Lo smartphone e il tablet sono i migliori amici, in caso di noia in aeroporto. Giocare con i videogiochi come Candy Crush o fare cruciverba e sudoko elettronici vi farà passare il tempo più velocemente e con divertimento.

Fare conoscenza

Ognuno ha una storia da raccontare: l’aeroporto potrebbe essere il luogo perfetto per ascoltare nuove vite. E perché no, anche in una lingua diversa dalla nostra, per imparare qualcosa di diverso, dal punto di vista della cultura e delle tradizioni.

Cuba e i suoi abitanti, tutto racchiuso in una macchina fotografica (FOTO)

credits to Timur Tugalev

Cuba ha proprio rapito i cuori di ogni persona, di ogni città, di ogni nazione del Mondo. E l’ha fatto anche con Timur Tugalev. Timur vive ad Edimburgo, in Scozia; gli piace essere il regista di avventure intorno al mondo: di professione fa il viaggiatore.

State per partire per Cuba? Anche se la risposta è no, almeno una volta nella vita, tutti abbiamo sognato di prendere l’aereo e di volare sull’oceano per raggiungere l’isola dei sogni. Timur Tugalev l’ha fatto, decidendo di fotografare ogni luogo nascosto e di catturare ogni sguardo sfuggente per documentare la vita di persone che vivono a sei fusi orari di distanza da noi. Tutte le foto sono state scattate in posti diversi tra cui L’avana, Viñales, Trinidad e Cienfuegos.

Cuba è mille colori e vicoli nascosti, è il suono della Rumba, è il sapore del Rum. Cuba è la paura che ti assale quando ti trovi lontano dal tempo della tua casa.

Le foto di Tugalev sono opere d’arte, quadri grandiosi, sguardi che parlano, mano che si tendono. La sua macchina fotografica e l’incessante voglia di viaggiare e di immergersi non nel mare di Cayo Largo ma nella vita dell’isola, hanno catturato momenti bellissimi, illuminati da luce caldissima, colorati di colori brillanti.

Una bambina che trattiene la risata con la mano davanti la bocca e un uomo che legge vicino al mare. Tugalev tutta questa poesia è riuscita a racchiuderla in uno scatto. Quella risata noi la riusciamo a sentire benissimo, quell’uomo legge così a voce alta che le sue parole arrivano fino a noi.

credits to Timur Tugalev
credits to Timur Tugalev

La sua Cuba è un bambino che è riuscito a pescare ed è felice; è una scuola, un po’ malandata, che ci dice che sì, cultura resiste all’abbrutimento dei tempi e degli anni; è un uomo solo, con un sigaro e il suo asinello.

credits to Timur Tugalev
credits to Timur Tugalev

Le macchine anni 50, quelle dei film, nell’isola caraibica esistono davvero. E sono bellissime e camminano per le strade dissestate e sbuffano ad ogni fosso. Il momento più cubano e più bello è proprio stato rubato all’interno di una di queste auto: 10 e lode.

credits to Timur Tugalev
credits to Timur Tugalev

Attualmente Timur Tugalev sta lavorando ad un film su questo straordinario viaggio e se pure non siamo mai stati a Cuba, possiamo dire, e possiamo dirlo forte, che con queste foto ci siamo andati abbastanza vicino.

Katy Colins, lasciata sull’altare, viaggia per il mondo (FOTO)

Credits: thesun.co.uk

Lui le ha spezzato il cuore lasciandola il giorno delle nozze, ma Katy Colins non si è persa d’animo. Questa trentenne di Manchester, Inghilterra, ha deciso di non abbattersi e di prendersi la sua rivincita. Così ha venduto la casa e con il ricavato ha messo lo zaino in spalla ed è partita in solitaria, alla scoperta del mondo. Un biglietto di sola andata per un viaggio verso il Sud Est Asiatico, alla scoperta di se stessa. Katy Colins è una giornalista e insegnante d’inglese che lavora nelle pubbliche relazioni per l’aeroporto di Manchester. Per raccontare la sua esperienza si è aperta anche un blog dal titolo “Not Wed or Dead” (letteralmente “Non sposata o morta”) ed è diventata famosa e seguita, grazie al suo profilo Instagram dove posta immagini dei luoghi che visita.

“Ricevo lettere di persone che hanno trovato ispirazione nel mio blog – racconta in un’intervista al Daily Mail – non è perché si è stati lasciati che bisogna esclusivamente ascoltare canzoni tristi e divorare vaschette di gelato”. Tra i luoghi del sud est Asiatico che ha visitato, su Instagram si possono vedere il Taj Mahal, Ushuaia e i templi tailandesi. Attualmente, Katy si trova nel nord della Francia dove lavora come insegnante di inglese. Qui è stata contattata da un editor che le ha proposto di scrivere un libro sulla sua esperienza. E sono arrivati tre libri con Harper Collins per una serie dal titolo “Lonely Hearts Travel Club” (“Il club dei cuori solitari in viaggio”).

Sembra insomma che essere mollata sull’altare le abbia portato un sacco di fortuna, passando da una vita sicura, agiata, ma forse piatta, a una più avventurosa. Katy ha scalato un vulcano attivo in Cile, dormito nella giungla in Tailandia, si è ricoperta di polvere di colori in India, ha fatto paracadutismo in Francia e volato sull’Everest. “Penso che tutto accada per una ragione”, scrive la ragazza sul suo blog. “Invece di deprimermi per quello che non ho avuto ho preferito prendermi il mondo, cambiare vita ed essere felice”.

Chissà se l’ex sposo, leggendo dov’è Katy adesso, si starà rimangiando la sua decisione di abbandonarla?

Credits: Instagram / Katy Colins