giovedì, 25 Luglio 2024

Beauty

Home Beauty Pagina 3
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

Profumi uomo: le fragranze primaverili.

Ogni primavera siamo soliti cambiare guardaroba, rivoluzionare il nostro armadio, indossare abiti colorati e leggeri, ma anche adattare il profumo che indossiamo alla bella stagione che inizia a fare capolino. 

Infatti, gli aromi scelti durante la stagione calda sono molto diversi da quelli scelti in inverno e in autunno, soprattutto quando si tratta di profumi da uomo.

Effettivamente proprio gli uomini sono sempre alla ricerca di fragranze nuove che possano rispecchiare il proprio carattere e la propria personalità, adattandole anche alle occasioni e al periodo dell’anno in cui ci si trova. 

Sono tantissime le tipologie di fragranze primaverili e i criteri in base ai quali individuarle, in questo articolo ne analizzeremo alcune: profumi primaverili casual, profumi primaverili eleganti e profumi primaverili per uomini audaci

Profumi primaverili casual

L’uomo casual che ama fare colpo con semplicità e naturalezza solitamente opta per profumi come K by Dolce&Gabbana, una fragranza esclusivamente primaverile, aromatica e magnetica. La novità consiste nell’abbinamento tra i suoi ingredienti: l’arancia rossa domina con il suo intenso aroma ed è accompagnata da un pizzico di peperoncino, cardamomo e bacche di Ginepro. Le note di cuore (lavanda e geranio) e quelle di fondo (legno di cedro e patchouli) rendono questa fragranza delicata, un classico profumo fresco e genuino.

In alternativa si può preferire Explorer Ultra Blue Eau de Parfum di Montblanc, un profumo altrettanto semplice e ben equilibrato. Le sue note di apertura al bergamotto, pepe rosa e frutti esotici lo rendono fresco e frizzante, le note marine lo rendono spumeggiante mentre il cuoio e le note legnose lo rendono profondo. È un profumo completo che può tranquillamente accompagnare i pomeriggi soleggiati in primavera.

Profumi primaverili eleganti

Per gli uomini che amano l’eleganza e la raffinatezza, For Him Blue Noir Parfum di Narciso Rodriguez è senz’altro il profumo che fa al caso loro. È una fragranza legnosa, floreale e muschiata che non può non adattarsi bene al clima e alla freschezza che la primavera porta con sé. È un profumo nuovissimo, lanciato sul mercato nel 2022 da Sonia Constant, la quale con maestria e cura è riuscita a creare un connubio perfetto tra l’acidità del bergamotto e del mandarino e la delicatezza dell’iris. La classe è espressa anche dall’aroma della pelle scamosciata e dall’aroma della fava tonka. Persino il design del suo iconico flacone trasmette signorilità e finezza grazie alla sua elegante tonalità blu con laccatura esterna nera trasparente.

Emblema di finezza e raffinatezza è Armani Code Profumo, una fragranza dalle note speziate e frizzanti date dal cardamomo e dal mandarino verde uniti alle note di cuore di lavanda e fiori d’arancio con un tocco di noce moscata. È un profumo orientale ambrato adatto per le serate eleganti primaverili quando il vento caldo ci accarezza sprigionando al meglio le note olfattive di questo fantastico profumo.

Profumi primaverili per uomini audaci

Per l’uomo ribelle, il profumo primaverile più adatto è senza dubbio Ombre Leather Eau de Parfum di Tom Ford, una fragranza intensa che sa sconvolgere e ammaliare specialmente grazie alle note di cuore di cuoio e gelsomino. Il suo aroma intenso e penetrante rappresenta bene lo spirito dell’uomo coraggioso e temerario che ama avventurarsi in esperienze e sensazioni nuove e accattivanti. 

Pepe nero e coriandolo sono i protagonisti di un’altra fragranza fresca e al contempo pungente, cioè Gentleman Eau de Parfum Boisee di Givenchy. È un profumo nuovo lanciato sul mercato nel 2020 e appartenente al gruppo delle fragranze legnose e speziate. Proprio le note legnose di sandalo e cedro la rendono una fragranza dalle sfumature orientali. È un profumo apprezzato soprattutto da chi possiede gusti singolari ed esclusivi e da chi ama esprimere sé stesso con particolarità e originalità senza mai accontentarsi.

Apparecchio acustico: come capire quando metterlo

Il decadimento della sensibilità uditiva può verificarsi a tutte le età, anche se avviene con più frequenza in età avanzata. Sono diverse le cause della perdita dell’udito: potrebbe essere un semplice risvolto degli anni che passano, oppure derivare dall’esposizione continua e prolungata a rumori forti, spesso sul luogo di lavoro.

Generalmente le protesi acustiche vengono consigliate in seguito ad un test dell’udito, in tutti quei casi in cui i risultati mostrino un chiaro e spiccato degrado uditivo. Ma cos’è esattamente un apparecchio acustico? Come funziona? E come fare per capire quando bisogna metterlo?

Cos’è e come funziona l’apparecchio acustico

L’apparecchio acustico è a tutti gli effetti un amplificatore sonoro in miniatura, utilizzato per restituire l’udito a tutte quelle persone che soffrono di ipoacusia, ossia di un abbassamento del livello uditivo oltre una certa soglia di decibel. La protesi acustica non è quindi una cura e non serve per eliminare il problema, ma semplicemente permette di sentire meglio mentre la si indossa.

I moderni dispositivi acustici presentano caratteristiche molto avanzate, che vanno oltre la semplice amplificazione del suono. Nello specifico, le protesi digitali permettono di amplificare le frequenze in maniera mirata. Questo significa che, se in passato l’amplificazione avveniva in maniera lineare e indiscriminata, oggi è possibile amplificare solamente quelle frequenze che il nostro apparato uditivo non riesce più a percepire.

Per essere più specifici, esistono due tipologie di apparecchi acustici: quelli classici che si posizionano dietro l’orecchio e quelli che vengono invece inseriti all’interno del condotto uditivo. Per capire quale sia la soluzione più adatta alle proprie esigenze bisognerà rivolgersi ad un servizio professionale come EarPros, di modo da ottenere l’assistenza sanitaria di cui si ha bisogno ed essere indirizzati verso i migliori apparecchi acustici oggi presenti sul mercato.

Come capire quando mettere una protesi acustica

Qualora il proprio udito sia in costante decadimento, oppure da tempo si riscontra una certa difficoltà a sentire, si consiglia di rivolgersi ad un professionista per eseguire un test dell’udito. A seconda dell’esito dell’esame, sarà poi il medico a valutare l’eventuale utilizzo di un apparecchio acustico.

Nello specifico, la protesi acustica è un’ottima soluzione per tornare a sentire i suoni e le conversazioni qualora non fosse possibile intervenire sull’udito attraverso una terapia medica o chirurgica.

Come capire quando è arrivato il momento di mettere un apparecchio acustico? Come indicazione generale, si può dire che viene consigliato qualora la perdita uditiva riscontrata durante la visita sia superiore ai 40 dB sulle frequenze centrali dell’audiogramma.

È però doverosa una precisazione: non tutti coloro che soffrono di ipoacusia o di degrado dell’udito riusciranno a riscontrare dei benefici indossando un apparecchio acustico. Sono infatti moltissimi i fattori che andranno presi in considerazione per valutare quale possa essere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

A prescindere da quelli che possono essere i sintomi (da un semplice decadimento dell’udito a veri e propri fastidi e dolori), a quella che è la propria situazione personale, sarà necessario valutare insieme ad un professionista dell’udito quale possa essere la soluzione migliore.

Combattere i Radicali Liberi con metodi naturali

Cosa sono i radicali liberi? Sicuramente li hai sempre sentiti nominare come i responsabili dell’invecchiamento da pubblicità su cosmetici e alimenti ​ma ti sei mai chiesto cosa sono? Perché contrastarli? E quali sono effettivamente i danni che possono causare? Te lo spieghiamo in questo approfondimento. 

Sostanze antiossidanti e radicali liberi: la spiegazione

Tutto ciò che devi sapere riguarda il fatto per cui i radicali liberi siano i veri responsabili dell’invecchiamento cellulare. La loro azione distruttiva si contrasta con l’assunzione di sostanze anti-ossidanti sia tramite l’alimentazione che per altre vie. Difatti anche lo stile di vita è importante per prevenire l’azione minacciosa di questi nemici del nostro benessere. 

Una sostanza anti-ossidante è in grado di neutralizzare la formazione dei radicali liberi perché va ad “immolarsi” al posto delle cellule che compongono il nostro corpo. In altre parole attira a se i radicali liberi, distraendoli da prede più pericolose per il nostro benessere come il DNA

Gli effetti dei radicali liberi sull’organismo 

L’effetto dei radicali liberi avviene attraverso una reazione dell’ossigeno che si chiama, per l’appunto, ossidazione. Queste reazioni si chiamano così perché impiegano molecole di ossigeno presenti nel nostro organismo per reagire in tante situazioni quotidiane. 

Per esempio la conversione del cibo in energia è una reazione di ossidazione. In questi momenti l’organismo forma dei reattivi, ovvero i radicali liberi dell’ossigeno che iniziano a creare danni alle molecole, alle cellule e persino al DNA

Farmaci, sigarette, esposizione al sole ma anche stress e cattiva digestione sono tutte attività che fanno proliferare i radicali liberi che, durante il loro operato nel nostro organismo, danneggiano il corpo e lo invecchiano. 

Come contrastarli?

Per questo è importante assumere sostanze anti-ossidanti e correggere lo stile di vita, in modo da proteggere l’organismo e limitare i danni che questi possono provocare. Come anticipato poc’anzi le sostanze anti-ossidanti sono molecole in grado di ossidare velocemente e, per questa loro caratteristica, sono in grado di attirare i radicali liberi. 

In pratica funzionano come delle trappole che fanno sì che i responsabili dell’invecchiamento cellulare interagiscano maggiormente con esse piuttosto che con il nostro organismo. Per queste ragioni è importante assumere alimenti ricchi di sostanze anti-ossidanti e correggere rapidamente le cattive abitudini. 

Dove trovi gli antiossidanti?

Gli anti-ossidanti si trovano prevalentemente nella frutta e nella verdura fresca di stagione per cui si raccomanda l’assunzione di cinque porzioni al giorno distribuite in tutti i pasti. Inoltre sono reperibili nel mondo degli integratori e dei cosmetici proprio perché sono importantissimi per la nostra salute. 

Infine fare attività fisica, bere acqua, smettere di fumare e proteggersi dai raggi UV in modo opportuno è l’insieme di buone abitudini che ti aiuterà a contrastare l’invecchiamento con ottimi risultati. Mettendo in atto queste buone abitudini inizierai a vedere miglioramenti sul tuo corpo già dopo sole tre settimane. Ti sentirai così bene che, molto sicuramente, non vorrai più tornare indietro.

Ripartire dal proprio benessere: 2 bicchieri di acqua per sentirsi come nuovi

Quante volte capita di sentirsi insoddisfatti e di aver voglia di ripartire con il piede giusto, prendendo in mano la propria vita e dare il via ad un nuovo inizio! Per molti il cambiamento viene vissuto come un traguardo impossibile, eppure è davvero semplice ritrovare la giusta armonia perché tutto parte del proprio benessere fisico. Quando ci sentiamo bene a livello di salute, infatti, tutto il resto viene di conseguenza: aumenta l’energia, la voglia di fare, viviamo più sereni e avvertiamo la sensazione di essere in sintonia con il mondo intero. 

Un nuovo inizio è sempre possibile quindi, ma da dove cominciare? Oggi vi sveliamo un piccolo segreto: bastano due bicchieri di acqua Fonte Essenziale al giorno per una sensazione di benessere immediato. Questa acqua terapeutica, tra le molte proprietà benefiche, consente di depurare il fegato e di stimolare l’intestino; quando questi due organi funzionano al meglio, ci sentiamo subito più leggeri, in armonia con il nostro corpo e più sicuri di noi stessi. 

Fonte Essenziale: il segreto per un nuovo inizio

Fonte Essenziale, se assunta attenendosi alla posologia indicata, è un’ottima alleata per coloro che vogliono prendere in mano la propria vita e dare il via ad un nuovo inizio, all’insegna del benessere e dell’armonia psicofisica. Quest’acqua vanta infatti delle proprietà terapeutiche straordinarie: sgorga dalle Terme di Boario in Valle Camonica ed è classificata come un’acqua minerale di origine termale. È dunque naturalmente ricca di sali minerali e povera di sodio, perfetta per una routine di benessere quotidiana adatta a tutta la famiglia. 

Fonte Essenziale è particolarmente consigliata per coloro che hanno problemi di stitichezza, di gonfiore o senso di pesantezza ma anche per chi vuole depurare il fegato e sentirsi più leggero, in equilibrio con se stesso. Questa acqua migliora la digestione e regola la motilità intestinale: è per tale ragione che rappresenta un’alleata per il proprio benessere. 

Due bicchieri al giorno a stomaco vuoto: la routine per un nuovo inizio

Ricominciare da capo e prendere in mano la propria vita non potrebbe essere più semplice. Basta inserire nella propria routine quotidiana Fonte Essenziale: è sufficiente bere due bicchieri di Fonte Essenziale al mattino, a stomaco vuoto, preferibilmente a temperatura ambiente per godere dei benefici a livello fisico di quest’acqua termale.  Basta assumerla con costanza e l’intestino funziona meglio, ci si sente più leggeri e in armonia con il proprio corpo. 

Tutto il resto viene poi da sé, perché quando si ritrova il giusto benessere a livello fisico si recupera anche l’autostima e l’energia necessaria per affrontare ogni giornata con il piede giusto e con il sorriso. Può sembrare troppo semplice, eppure per un nuovo inizio spesso bastano dei piccoli gesti, dei semplici riti quotidiani ed adottare uno stile di vita sano ed equilibrato. Grazie a Fonte Essenziale diventa tutto ancora più facile: non appena se ne sperimentano i benefici, con il senso di benessere torna anche la voglia di prendersi cura di sé, del proprio corpo e della propria vita. 

Avete voglia di ricominciare? Iniziate da qui: inserite acqua Fonte Essenziale nella vostra routine quotidiana, poi la strada sarà tutta in discesa!