martedì, 19 Gennaio 2021

Turismo

Home Turismo
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Apre il labirinto di Shining (FOTO)

Credit photo: www.huffingtonpost.it

Era il lontano 1974 quando il famoso scrittore Stephen King, insieme alla moglie Tabhita, passò una notte allo Stanley Hotel: un albergo costruito agli inizi del Novecento a Estes Park, in Colorado, davanti alle Rocky Mountains. Proprio il soggiorno in questo hotel diede a King lo spunto per la scrittura di Shining: durante la notte, infatti, lo scrittore ebbe un incubo in cui suo figlio veniva rincorso da una palla di fuoco nei corridoi dello Stanley Hotel.

A contribuire alla fortuna del romanzo, ma soprattutto del film realizzato da Stanley Kubrick, è stato proprio lo Stanley Hotel che, però, non aveva un luogo importantissimo nella pellicola: il labirinto, simbolo di ricerca e allo stesso tempo di perdita di sé stessi. Poter provare le stesse emozioni del libro e del film era una delle richieste principali dei clienti dell’Hotel: per questo, il proprietario John W. Cullen, ha deciso di farne costruire uno.

Per fare ciò il signor Cullen ha indetto un concorso che ha ricevuto ben 329 lavori da tutto il mondo, facendo poi ricadere la scelta sul progetto di Mairim Dallaryan Standing, un ‘architetta di New York. Il problema è che il labirinto, una volta realizzato, non è piaciuto a tutti. E i motivi sono più che validi.

Il labirinto costruito nel film era molto più grande e, quindi, la probabilità di perdersi era anche più frequente. Inoltre, la costruzione di Kubrick aveva siepi molto alte, a differenza di quello allo Stanley Hotel che ha solo alberi di ginepro di circa un metro di altezza. Il labirinto reale e quello del film sembrano non avere niente a che fare, ma la scelta del proprietario dello Stanley ha anche ragioni di sicurezza: la sua paura era quella di perdere qualche bambino all’interno del labirinto, se questo fosse stato grande come quello in cui tutto abbiamo visto Jack Nicholson.

I castelli medievali più affascinanti del sud Italia (FOTO)

Credit photo: www.infonapoli.it

La nostra bella penisola è famosa soprattutto per il suo cibo, considerato il migliore da persone provenienti da ogni parte del mondo. Ma l’Italia riesce a farsi riconoscere e ricordare anche per i suoi caratteristici monumenti, dalla storia antichissima e dalle forme spettacolari.

In particolare, non possono passare inosservati gli imponenti castelli medievali che percorrono il sud della penisola, dalla Campania fino alla Sicilia. Castelli magnifici, con torri che regalano panorami da mozzare il fiato e che fanno correre la fantasia, fino ad immaginarsi di essere famosi cavalieri che combattono a spada tratta per la propria città.

Castel del Monte – Andria, Puglia

L’avete visto tutti: è il castello che si trova nella versione italiana della moneta da un centesimo. Costruito intorno al 1240 grazie al l’imperatore Federico II, questo castello medievale è uno dei più belli del sud Italia, tanto che è considerato uno dei patrimoni dell’Unesco.

Castel dell’Ovo – Napoli, Campania

Il castello, collocato nella penisola di Megaride, ha un nome molto particolare, che deriva da un’antica credenza.
La leggenda narra che il poeta Virgilio nascose nelle segrete del castello un uovo che aveva il potere di mantenere in piedi l’edificio. Con la rottura dell’uovo infatti sarebbe crollata la fortezza e ci sarebbero state catastrofi per la città di Napoli: tutto ciò avvenne proprio sotto il regno di Giovanna I, che dovette sostituire l’uovo per far placare la paura della popolazione.

Castello dei Conti di Modica – Ragusa, Sicilia

Anche su questo castello siciliano non mancano le leggende. Secondo alcuni il monumento sarebbe stato costruito nel 1450 circa, dai fratelli Enrico I e Federico III di Chiaromonte. La fortezza era usata, in diverse stanze, come prigione e per effettuare torture ai prigionieri.

Castello di Caccamo – Palermo, Sicilia

Il castello di Caccamo, situato nell’omonima città medievale, è uno dei castelli più belli di tutta la Sicilia. È stato costruito intorno al dodicesimo secolo grazie ai Normanni, ma fu ingrandito solamente nel 1300, diventando proprio come lo si può osservare ora.

Castello di Falconara – Butera, Caltanissetta, Sicilia

Del castello originale è rimasta solamente una torre, quella dove un tempo i signori andavano ad allevare i falchi: proprio da qui deriva il nome della fortezza. Tutto l’edificio, che nei diversi secoli ha avuto moltissimi proprietari, domina il mare con la sua forte imponenza.

Castello di Isola di Capo Rizzuto – Crotone, Calabria

Conosciuto meglio con il nome di Le Castella, questa fortezza è tra le più belle dell’intera penisola. Le Castella è interamente circondata dal mare ed infatti, fin dalle sue origini, è stata utilizzata proprio per proteggere il golfo di Capo Rizzuto.

Castello di Chiaramonte – Mussomeli, Sicilia

Castello in stile normanno-gotico, costruito intorno al 1370 a due chilometri dalla cittadina di Mussomeli. La fortezza è grandissima, con stanze spaziose e celle un tempo usate per la tortura dei prigionieri.

Castello Maniace – Siracusa, Sicilia

Anche questo castello, conosciuto soprattutto per la sua facciata molto decorata, è stato costruito per volontà di Federico II, tra il 1232 e il 1240. Il nome deriva dal nome del generale bizantino che nel 1038 è riuscito a conquistare la città.

Castello normanno di Erice – Trapani, Sicilia

Nonostante il castello abbia subito diverse modifiche durante i secoli, mantiene sempre il suo carattere medievale. Le caratteristiche più belle della fortezza sono le torri: da esse si vede un panorama mozzafiato.

Maschio Angioino – Napoli, Campania

Maschio Angioino, noto anche con il nome di Castel Nuovo, è uno dei castelli medievali più famosi, forse perché si trova proprio nel centro di Napoli. Costruito nel 1279, la fortezza è uno dei punti di riferimento per il paesaggio napoletano.

[Credit: swide.com]

B&B Day, per celebrare l’ospitalità intima e familiare

Il primo week end di marzo si festeggia in tutto il mondo il B&B Day, cioè la giornata interazionale dei Bed&Breakfast.
Quella di quest’anno è la nona edizione e per festeggiare migliaia di bed and breakfast in tutta la penisola italica offriranno gratis la notte del 7 marzo a chi prenoterà un weekend, di due o più giorni.

Il B&B Day è nato, 9 anni fa, per celebrare una nuova formula di alloggio durante un viaggio, che, con il passare degli anni, si è fatta sempre più intima e confortevole, e anche decisamente più economica. E proprio per questo, il Bed&Breakfast è oggi una delle preferenze degli italiani in viaggio, anche per le attenzioni agli usi, alle tradizioni e alle culture della meta turistica che si va a visitare.
E non importa se si tratta di B&B nei centri storici delle città d’arte o dei borghi italiani, siano dimore di charme e design, ville antiche o casali in campagna, quello che conta è proprio la dimensione dell’ospitalità più intima e famigliare.

E a confermare le preferenze degli italiani, non è solo il numero costantemente in crescita di B&B (in Italia sono ormai più di 20 mila) ma anche, e sopratutto, quello delle prenotazioni che, negli ultimi anni, è aumentato moltissimo – grazie anche al vantaggioso rapporto qualità-prezzo che ha contribuito notevolmente a riposizionare sul mercato questa forma di microricettività.

Quest’anno, poi, si potrà approfittare del B&B Day per vivere la Festa della Donna con pacchetti weekend emozionanti e (quasi) gratuiti. Per maggiori informazioni, visitiate il sito www.bed-and-breakfast.it.

I 14 fiumi più belli del Mondo (FOTO)

I fiumi sono belli perché scorrono immutati, perché corrono lungo strade tortuose per raggiungere il mare, perché il rumore dell’acqua sopra i sassi non assomiglia proprio ad un rumore, ha molto a che vedere con una piacevolissima sinfonia. Chiudete gli occhi, immaginate di stare soli, voi e l’universo circostante. Immaginate che tutto sia calmo, che tutto sia fermo. Immaginatevi in silenzio, distesi vicino ad un fiume e ditemi se non è il Mondo più rilassato e rilassante mai descritto e vissuto prima.

Perché se abbiamo bisogno di una pausa, no, non dobbiamo scappare a Londra o tra i grattacieli americani, non dobbiamo uscire e dimenticare. Se abbiamo bisogno di abbandonarci per un po’, dobbiamo solo stare soli, soli con il Mondo e con un fiume che ci accarezza vicino.

Ecco una lista dei 14 fiumi più belli del Mondo.

1. Kenai, Alaska, USA

i 14 fiumi più belli del mondo


Se siete amanti della pesca e vi piace fare un giro in canoa tra montagne rocciose che alzano maestose e insenature mozzafiato, se nel frattempo state programmando una piccola vacanza, allora non c’è nessun posto migliore del fiume Kenai in Alaska, all’estremo Nord degli Stati Uniti. Sì, non è esattamente vicino e sì, dovrete volare su più cieli e sopravvivere a circa 9 fusi orari ma è uno di quegli angoli di paradiso in Terra che fanno proprio bene all’anima. È molto affollato durante la stagione della pesca che va da Luglio ad Agosto, quindi, sarebbe meglio trovarsi lì in autunno.

2. Irrawaddy, Myanmar

i 14 fiumi più belli del mondo
Questo fiume che fa sognare nasce dall’Himalaya e divide in due il Myanmar. Se la sua nazione è in un continuo e velocissimo cambiamento, la vita del fiume pare invece essere senza età. L’Irrawaddy collega i villaggi di circa settanta diverse etnie del territorio e solca la via di una Birmania segreta tra miniere di giada e rubini e animali selvaggi.

3. Yangtze, Cina

i 14 fiumi più belli del mondo
È il Fiume Azzurro, il “corso d’acqua d’oro”, il più lungo dell’Asia e il quarto per lunghezza nel Mondo dopo il Rio delle Amazzoni in America Latina, il Nilo in Africa e il Mississippi-Missouri degli Stati Uniti. Un antico proverbio cinese dice “Se non hi visto il Fiume Azzurro, non hai visto nulla nel Mondo”. Se siete innamorati delle cose meravigliose da raccontare, è arrivato il momento di fare le valigie e navigare le acque di un fiume storico, tra paesaggi immensi e orizzonti che si lasciano osservare.

4. Reno, Europa

i 14 fiumi più belli del mondo
Il suo nome deriva da una radice indoeuropea che vuol dire, appunto, “scorrere”. Tra siti patrimonio dell’Unesco e castelli da favola, di quelli che abbiamo visto nei cartoni Disney, il Reno scivola imponente attraversando l’Europa. È possibile anche fare delle crociere per innamorarsi del bellissimo sfondo con le sue rovine Romane, i suoi castelli e le sue cattedrali.

5. Caño Cristales, Colombia

i 14 fiumi pi beli del mondo
Anche chiamato il “Fiume dei cinque colori“, questo paradiso della tranquillità nasce in Colombia, nell’America del Sud. Per la maggior parte dell’anno, Caño Cristales è un fiume nascosto nell’anonimato, con un letto di rocce coperte di muschi verdi. Da Settembre a Novembre il livello dell’acqua scende: l’effetto è degno di una favola. Il sole riscalda il muschio che diventa di un verde brillante, le piante e le alghe sulle rocce si colorano di agente e viola, l’acqua diventa di un blu acceso. Lo spettacolo più bello lo regala, però, la Macarenia Clavigera, una specie particolare di alga che si colora di giallo, nero, verde, rosa e rosso.

6. Mekong, Indocina

i 14 fiumi più belli del mondo
Il Mekong è il fiume più lungo e importante dell’Indocina e uno dei maggiori dell’Asia, è l’undicesimo fiume più lungo del Mondo. Alcune delle mete da sogno esotiche e affascinanti si trovano in luoghi avvicinati dal Mekong che bagni le valli del sud-est asiatico.

7. Douro, Portogallo

i 14 fiumi più belli del mondo
Anche il Douro ci offre paesaggi incantati e tranquillità da sogno. Con le luci dell’alba, quando il sole si sta stropicciando ancora gli occhi assonnati, i raggi timidi illuminano di una fioca luce i campi bagnati dal fiume facendo brillare le case bianche dei coltivatori. Lo scenario sì, è più o meno da 19esimo secolo.

8. Neretva, Bosnia ed Erzegovina

i 14 fiumi più belli del mondo
In Italiano “Narenta”, è un fiume della Bosnia ed Erzegovina e della Croazia. È il fiume più pulito d’Europa e anche il più freddo. La principale città che sorge sulle rive di questo fiume è Mostar, che con le sue costruzioni in pietra bianca antica è una delle tappe più sceniche della passeggiata lungo la riva.

9. Danubio, Europa

i 14 fiumi più belli del mondo
Il Danubio è il secondo fiume più lungo d’Europa, dopo il Volga che scorre in Russia. Il bel ” Danubio Blu” scorre per dieci nazioni europee: Romania, Ungheria, Serbia, Germania, Austria, Bulgaria, Slovacchia, Croazia, Ucraina e Moldavia, passando per alcune delle città più belle del continente. Se vi capita di trovarvi a Vienna non potrete rinunciare ad una speciale passeggiata in riva al Danubio tra i bar in stile Art Decò.

10. Spree, Germania

i 14 fiumi più belli del mondo
A differenza del Reno, il fiume Spree, che scorre nel cuore del regno dell’antica Sassonia, Boemia e Baviera, non dovrebbe essere affollato. Potete godervi passeggiate in grande tranquillità e ricercata solitudine in un’ambientazione a dir poco medievale.

11. Nilo, Egitto

i 14 fiumi più belli del mondo
La vita sulle sponde del fiume tradizionalmente considerato il più lungo del Mondo, è una perfetta unione di antico e moderno, di epoche che si incontrano, che si baciano e combaciano. Il Nilo è navigabile e con una crociera romantica si possono ammirare i tramonti da togliere il fiato e le albe da aspettare svegli tutta la notte.

12.Brahmaputra, Cina/India/Bangladesh

i 14 fiumi più belli del mondo
Jane Archer, inviata del Telegraph, dice che il fiume, per quanto banale e scontato possa sembrare, merita proprio l’appellativo di “unico”. le acque del Brahmaputra si ritirano molto velocemente e provocano un cambiamento continuo del paesaggio, ecco quando la natura ci regale emozioni per gli occhi. Nasce nel Tibet sud-occidentale e scorre verso est in territorio cinese.

13. Chobe, Africa

i 14 fiumi più belli del mondo
Il fiume nasce in Angola dove prende il nome di Kwando, prima di diventare Linyanti in Botswana e, solo alla fine, Chobe in Namibia. É il fiume con la più alta concentrazione di animali selvaggi. Al confine settentrionale del Botswana il fiume forma un vero e proprio mosaico acquatico di laghi, isolotti e canali.

14. Gange, India/Bangladesh

i 14 fiumi più belli de mondo
Il fiume sacro all’India vede sorgere sulle proprie sponde numerose città commerciali come Delhi e Calcutta. Il Gange è una vera e propria guida spirituale del Paese e la vita di un induista è incompleta senza un bagno nelle sue acque.

I fiumi creano spettacoli immensi.