giovedì, 18 Luglio 2024

Turismo

Home Turismo Pagina 2
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Zagabria: tra arte, divertimento e vita notturna

Zagabria, capitale della Croazia, è una delle meno conosciute d’Europa non è toccata da un turismo di massa, ma si presenta comunque una città bella ed entusiasmante tutta da scoprire. La Croazia infatti, è molto nota per le sue mete estive sulle coste meno invece per la bellezza della sua capitale che non ha da offrire solo arte e storia, ma anche grande divertimento notturno, frizzante e giovanile.

Zagabria ha un fascino da Old Europe, che in molti associano a città come Vienna e Budapest, ma della quale è rivestita anche la capitale europea. Zagabria riesce ad essere al contempo antica, giovane e moderna. Offre una grande varietà di gallerie d’arte contemporanea e di musei. Eventi culturali, locali e club. Insomma, Zagabria è una destinazione particolare da non perdere per una vacanza all’insegno della scoperta e del divertimento esclusivo.

Divertimento e vita notturna a Zagabria

Zagabria è una città molto movimentata sia durante il giorno sia durante la notte. La capitale è dinamica e offre tantissime opportunità di svago e di divertimento. Durante il giorno non bisogna sicuramente perdersi la bellezza del suo centro storico. Ma quando cala il sole si avverte il lato più divertente e intrigante della città.

Zagabria conta diversi bar, discoteche e pub che sono siti in ogni angolo della città, e che sono praticamente aperti tutti i giorni. Gli amanti della musica possono passare da un locale funk e jazz fino a quelli che propongono musica alternativa, elettronica e pop.

La capitale della Croazia però è molto conosciuta anche per i suoi passatempi lussuosi all’interno di veri e propri palazzi aristocratici. Come il Golden Sun, location di uno dei casinò più lussuosi di tutta la Croazia. All’interno delle sue sale gioco è possibile divertirsi con macchine moderne che offrono casino online bonus, con il poker Caribbean, Texas Hold’Em, oppure con le slot machine.

Cosa vedere a Zagabria

La prima cosa da sapere è che Zagabria si distingue in due zone distinte, un po’ come Bergamo, infatti c’è la Città Alta e la Città Bassa. La città alta di Zagabria si trova su una collina e lì sorge il suo centro storico e la parte più antica della capitale con le sue chiese importanti e gli edifici storici di pregio. La Città Bassa è quella più moderna dove si trovano i musei, esempi architettonici di fine Ottocento e del Novecento.

Il cuore pulsante di Zagabria sono le sue vie e le sue piazze. La piazza principale si chiama Trg bana Jelačića ed è sempre molto affollata, soprattutto però nel periodo natalizio quando sorgono i mercatini, considerati tra i più belli d’Europa. Una via caratteristica della città bassa invece è la Tkalčićeva e la via Illica dove si trovano negozi, pub, ristoranti e bar. Infine, bisogna raggiungere Piazza Preradovića famosa per gli artisti di strada e il suo mercato dei fiori.

La capitale della Croazia è anche una città verde, infatti vanta numerosi parchi e giardini che sorgono come vere e proprie oasi rilassanti per scappare dalla vita di città. Il parco più grande di Zagabria è il Maksimir che si vanta essere anche uno tra i più antichi d’Europa. I suoi giardini all’inglese, i cinque laghi artificiali, le sculture, i gazebi e i padiglioni lo rendono davvero magnifico.

Un altro posto affascinante sono i Giardini Botanici, che s’estendono paralleli ai binari della ferrovia. Al loro interno è possibile scoprire oltre 10 mila specie di piante tra esotiche e indigene.

Tra i monumenti da non perdere ci sono invece il Teatro Nazionale Croato, realizzato con uno stile neobarocco, simbolo della città e amato da tutti i cittadini. Da non perdere anche il Sabor ossia il Palazzo del Parlamento, da dove nel 1918 venne dichiarata la secessione della Croazia che fino ad allora era stata costretta alla monarchia austriaca-asburgica.

Se invece cercate una vista unica sulla città non dovete perdervi la fortezza medievale di Medvegrad, costruita nel 300, rimane un pezzo di storia della città oltre che il posto migliore per delle foto panoramiche.

Barcellona: moda, divertimento e attrazioni

Barcellona è una città che offre un’ampia possibilità di svago che ogni anno porta i turisti a visitarla e vivere la sua freschezza e vivacità. Barcellona è nota per le opere di Gaudì sparse per la città, per la sua architettura dallo stile modernista e naturalmente per la famosa opera incompleta del grande maestro: la Sagrada Familia.

Barcellona è anche una delle città europee più trendy e alla moda degli ultimi anni. Si trova sempre al centro di nuove tendenze culturali e anche enogastronomiche. L’estro dei suoi abitanti con origini differenti, rende ancora più interessante la scoperta della città.

Barcellona, parola chiave: divertimento

Barcellona è una città affascinante e amata per la sua capacità di divertire i turisti grazie alle sue innumerevoli attrazioni e tendenze modaiole. I locali sulla spiaggia, le discoteche, i pub, i bar con musica dal vivo sono solo una delle tante attrazioni cittadine.

Gli amanti del gioco e chi è sempre pronto a valutare i migliori bonus casino online non potranno che apprezzare anche la presenza del Casino Barcellona. Un posto divertente e perfetto sia per chi vuole giocare alle slot machine sia ai giochi classici come il poker, il blackjack e la roulette.

Continuando a passeggiare tra le attività divertenti di Barcellona, non possiamo che dedicare un paragrafo allo shopping. La città è uno dei centri della moda spagnola con negozi di marchi iconici all’interno di edifici unici ed emblematici, ma anche di store con prodotti glamour e che si contraddistinguono per il loro stile peculiare.

Se si ama la cultura popolare non ci si può perdere l’atmosfera delle sue strade e dei suoi mercati. Ecco perché quando ci si trova a Barcellona bisogna farsi immergere dalla tipica Las Ramblas o dai mercati tradizionali come quello de La Boquerìa.

Infine, non bisogna dimenticarsi il mare e la spiaggia! Il lungomare di Barcellona è romantico e frizzante, si possono inoltre prenotare delle gite in barca oppure semplicemente rilassarsi sulla spiaggia con i piedi nella sabbia, o su una terrazza a bere un drink mentre si osserva il mare.

Cosa vedere a Barcellona

I posti da vedere a Barcellona sono così tanti che c’è bisogno davvero di almeno un paio di settimane di vacanza in città per scoprirla in lungo e in largo. Se però non avete a disposizione tanto tempo, ci sono alcune attrazioni da non perdere. Tra le principali troviamo:

  • La Sagrada Familia: l’assoluto capolavoro del maestro Gaudì, ancora incompiuta dopo la sua morte, con lavori in corso che molto lentamente cercano di completarla seguendo i progetti originali del maestro. In ogni caso, se l’esterno è ancora incompleto sono gli interni a lasciare a bocca aperta tutti i visitatori.
  • La Rambla: questa è la via più vivace e famosa di Barcellona, si snoda per circa un chilometro fino a raggiungere il mare. La Rambla è sempre affollata sia di giorno sia di notte. Su questa si affacciano diversi edifici di pregio artistico, ma soprattutto si respira la vera anima festaiola di Barcellona. Mentre si cammina non si può che lasciarsi incantare dai suoi artisti di strada o tra le bancarelle che vendono un po’ di tutto.
  • Parco Güell: il parco si trova nel quartiere Gracia di Barcellona ed è una delle tante meraviglie che Gaudì ha donato alla città. Il parco in origine era pensato per diventare un complesso residenziale borghese. In seguito però fu abbandonato il progetto, e fu lasciato aperto al pubblico diventando tra le icone di Barcellona come la sua famosa fontana a forma di drago.
  • Il Castello di Montjuic: salendo sulla collina di Montjuic è possibile scoprire una zona inedita della città. Per raggiungerla bisogna prendere la funivia in partenza dal porto oppure la telecabina. Giunti in cima c’è il castello, che in origine era una fortezza/prigione.
  • Casa Milà e Casa Batllò: entrambe si trovano sul Passeig de Gracia su una delle strade più esclusive per fare shopping a Barcellona. Casa Milà e Casa Batllò come altre strutture architettoniche di Barcellona, sono altre due opere di Gaudì realizzate per due famiglie borghesi di Barcellona e oggi trasformate in due musei.

Barcellona è una città meravigliosa non puoi far altro che lasciarti incantare dallo spirito unico e m

Cosa vedere a Bath in un weekend

Situata sul fiume Avon, nella contea del Somerset, Bath è una delle città più amate in Inghilterra, visitabile anche come gita di un giorno da Londra (il treno impiega circa 1 ora e mezzo). Si narra che questa splendida città, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1987, sia stata fondata nel lontano 860 a.C. Di certo, intorno al 50 a.C., sopraggiunsero i romani che qui costruirono un tempio dedicato a Sul e a Minerva e, successivamente, la città. Le sue dimensioni sono ridotte ma le cose da vedere sono moltissime: ecco cosa non perdersi assolutamente in una gita nel fine settimana.

Tuffarsi nelle Terme romane

Probabilmente l’attrazione più importante di tutta la città per la loro bellezza. Le terme di Bath sono alimentate dall’acqua proveniente dalle colline Mendip e furono scoperte prima dai celti e, successivamente, dai romani. Per provare in prima persona i benefici di queste preziose acque termali, La Thermae Bath Spa offre l’occasione per un rilassante pomeriggio e una vista mozzafiato sulla città.

Fare un salto nella storia ai Musei

Gli amanti dei musei troveranno pane per i loro denti: Bath vanta attrazioni come il Jane Austen Centre (qui la scrittrice visse per alcuni anni), il Fashion Museum (dove ripercorrere la storia della moda), l’Holburne Museum (la prima galleria d’arte pubblica in città) e la Victoria Art Gallery. Per apprezzare al massimo la storia di questi luoghi e la loro vera essenza, può valere la pena prendere alcune lezioni di inglese prima di partire dal momento che l’italiano non è diffuso nelle zone turistiche fuori Londra.

Scoprire la città dalla Bath Skyline

Guarda la città da un punto di vista completamente nuovo percorrendo la Bath Skyline. Si tratta di un meraviglioso sentiero circolare di ben sei chilometri che attraversa boschi e prati nei dintorni della città, per passare un pomeriggio immerso nel verde ammirando un panorama esclusivo.

Diventare British con un classico Afternoon Tea

Pasticcini, sandwich, scones e tè: esiste qualcosa di più inglese del classico tè delle 5? Una tradizione da non perdere assolutamente, soprattutto quando si è in visita a Bath. Sono molti i posti dove farlo, ma uno dei migliori è senza dubbio il Pump Room Restaurant, situato proprio accanto alle terme e caratterizzato da una suggestiva atmosfera georgiana.

Avventurarsi nei dintorni

Le vicinanze di Bath nascondono numerose perle, come lo splendido villaggio di Castle Combe. Questo luogo meraviglioso si trova nell’area collinare delle Costwolds e regala ai suoi ospiti la pura quintessenza inglese. Di origine antichissima, Castle Combe è caratterizzato dalle abitazione dei tessitori risalenti al periodo medievale, che lo rendono una meta amata dai turisti. Altro luogo rinomato è il sito megalitico di Stonehenge che dista solo un’ora di auto da Bath: il suo mistero e la sua storia saranno certi di conquistarvi.

Bath è sicuramente una tappa imperdibile per chi vuole scoprire angoli autentici di Inghilterra. Le sue dimensioni ridotte sono ideali per soggiornare in un hotel o un B&B anche solo per un giorno o un weekend, trasformandola così in una meta ideale.

Copenhagen attraverso Hans Christian Andersen e Karen Blixen

Visitare Copenhagen sulle tracce di due grandi scrittori di cui sicuramente conoscerai le opere, è un modo diverso di conoscere questa splendida città elegante, romantica e piena di vita. Credo proprio che così l’avrebbe definita Hans Christian Andersen il giorno in cui vi approdò quattordicenne quando ancora non era uno scrittore di fiabe ma soltanto un ragazzo che amava il teatro.

Copenhagen attraverso Hans Christian Andersen

Il destino di Andersen era quello di diventare uno degli scrittori di fiabe più noti nel mondo rendendo celebre di conseguenza Copenhagen che l’ha ricordato in tantissimi modi fra cui le statue, le più famose sono: la Sirenetta situata nel porto ispirata all’omonima fiaba, la statua nel Parco Reale di Rosemborg realizzata da August Saabyes e la statua situata nella piazza del Municipio. Se però vuoi avere un’idea dei luoghi dove trascorreva il tempo il celebre narratore dovrai recarti al museo, al n.57 di Rådhuspladsen dove si trova lo studio e le gallerie dedicate ai suoi personaggi più celebri.

Fra gli appartamenti abitati da Hans Christian Andersen che puoi vedere citiamo: il numero 17 di Tordenskjoldsgade, il numero 1 di Lille Kongensgade sopra il Café a’Porta, il quartiere di Nyhavn, che oggi è una zona molto turistica dove lo scrittore prese una casa in affitto. Mentre fra i luoghi che lo ispirarono ti suggeriamo di visitare i Giardini di Tivoli con il parco divertimento che gli ispirò la fiaba l’Usignolo ed il Teatro Reale di cui fece i provini da ragazzo ed in cui studiò per diverso tempo prima di dedicarsi alla scrittura.

Copenhagen attraverso Karen Blixen

Un’altra scrittrice divenuta molto famosa è Karen Blixen nota soprattutto per il meraviglioso romanzo La mia Africa, possiamo visitare e scoprire Copenhagen ricostruendo la sua vita attraverso i luoghi che frequentava come l’Odd Fellow Palæet la scuola d’arte al 28 di Bredgade, la Biblioteca Reale dove sono raccolte alcune sue opere e a Rungstedlund dov’è nata e dove si trova il museo che le è stato intitolato.