venerdì, 24 Settembre 2021

Turismo

Home Turismo Pagina 3
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Viaggi per universitari: cosa sono, mete e come programmarli

Viaggi per universitari: cosa sono, mete e come programmarli

Viaggi per universitari: comodi, vantaggiosi, con mete low cost.

Cosa sono? Dove si va? Come si organizzano?

Se stai cercando una risposta a queste domande sei nel posto giusto. Risponderemo in modo chiaro e semplice a questi quesiti.

Cosa sono i viaggi per universitari

Si tratta di viaggi dedicati esclusivamente agli studenti universitari. Mete interessanti, pacchetti all inclusive e prezzi competitivi.

Cerchiamo di farci un’idea chiara: consideriamo ad esempio di voler organizzare uno di questi viaggi per universitari. Per prima cosa ci si può affidare a siti specializzati, utili agli studenti universitari e ai loro amici under 30 che vogliono intraprendere questo viaggio.

Il meccanismo è semplice, si seleziona il periodo in cui si vuole fare la vacanza e si sceglie uno dei pacchetti:

  • Baang! Le mete prevedono Baleari (Maiorca, Minorca ed Ibiza) o le isole greche tra Kos, Naxos, Rodi e Creta o ancora Tenerife;
  • Yeah! Con mete come Cuba, Zanzibar, Kenya e Messico
  • Wow! Destinazione a scelta tra Maldive, Madagascar e Oman

Le formule all inclusive sono quelle giuste per viaggiare senza pensieri. Con questa formula anche i pasti sono inclusi e le serate negli open bar assicurate.

Se sei un universitario non esitare, un viaggio fantastico ti attende.

Le esperienze con i viaggi universitari

Prenotare un viaggio se si è universitari è davvero semplice, si va sul sito dedicato, si sceglie la meta e si fanno le valigie.

L’offerta è molto ampia e molto varia, i prezzi sono competitivi e le esperienze uniche.

I pacchetti non prevedono solo mete ma anche divertimenti, svaghi ed attività, per tutti i gusti.

E’ vero che ci sono le sessioni estive degli esami, ma non si può solo studiare ci vuole anche un po’ di vacanza.

I viaggi low cost per studenti universitari sono convenienti e studiati appositamente per essere davvero una meravigliosa parentesi di svago in una estate di studio.

Viaggi per universitari: le mete low cost

Ami divertirti? Viaggiare? Vivere esperienze uniche? Se sei uno studente universitario saprai molto bene che una vacanza ha un certo costo.

Abbiamo pensato anche a questo e stilato un elenco delle mete più economiche.

In Italia:

  • la Puglia, spettacolare con i suoi trulli, i borghi, il mare cristallino e le notti mozzafiato in Salento;
  • la Calabria, con le sue splendide baie, il mare ritagliato dalle scogliere e i locali sulla spiaggia;
  • la Basilicata, luogo accogliente, ideale per rilassarsi e staccare la spina da una vita frenetica;
  • l’Abruzzo, un mix di divertimento e relax con eventi imperdibili;
  • la Sicilia, splendide spiagge, tanta cultura e panorami indimenticabili;

All’estero:

  • Croazia, con le sue spiagge paradisiache e isole splendide,
  • Bulgaria, con ampi litorali e ristorantini niente male;
  • Grecia, economica e bellissima;
  • Portogallo, un insieme di natura e cultura da vivere;

Qualunque sia la meta l’importante è divertirsi!

Viaggio a Cancun

Viaggio a Cancun

Viaggio a Cancun: piccola guida pratica per una destinazione indimenticabile.

Se hai sempre sognato un viaggio nel profondo sud messicano, questa estate potrebbe essere la vacanza giusta per te.

Cancun si trova nella penisola dello Yucatán, adagiata fra distese di sabbia corallina e acque turchesi. Da piccolo villaggio di pescatori si è tramutato in favolosa meta turistica, tutto merito dei suoi panorami e della rigogliosa natura che la circonda.

Come partire per un viaggio a Cancun

In primis ci occorre una buona organizzazione affinché il viaggio a Cancun sia veramente indimenticabile. C’è chi preferisce affidarsi ad una agenzia che possa aiutarci a prenotare il nostro viaggio.

Poi ci occorre una valigia, magari uno zaino con il necessario: ovviamente costumi, cappello, t-shirt, pantaloncini, crema solare e via dicendo.

Bisogna anche avere le idee chiare sulle mete da visitare, girare a vuoto è uno spreco di tempo.

Cosa vedere durante un viaggio a Cancun

Assolutamente da non perdere le spiagge:

  • Playa Langosta, sita nella Bahia de Mujeres con splendidi fondali graduali, ideali per lo snorkeling e per i bambini
  • Playa Las Perlas, ideale per chi ama il surf e gli altri sport acquatici
  • Playa Delfines è perfetta per chi ama la natura selvaggia ed incontaminata

E poi ci sono gli itinerari culturali:

  • i siti archeologici delle civiltà Maya come il piccolo sito di Yamil Lu’um e la zona archeologica di El Rey
  • i resti del tempio dedicato a Ixchel, la divinità della fertilità e della luna
  • lo zoo di Crococun e Acquario Tortugranja
  • il giardino botanico Dr. Alfredo Barrera Marin
  • Parque Kabah e Parque de las Palapas per chi desidera rilassarsi nella natura
  • Dolina Cenote Siete Bocas, riserva protetta che mostra ai visitatori la varietà di specie animali e vegetali presenti nella regione
  • Parco nazionale Arrecife de Puerto Morelos e Parco Nazionale di Costa Occidental de Isla Mujeres

Dove dormire in un viaggio a Cancun

Si trovano alloggi per tutte le tasche, dai villaggi ai resort di lusso, in alternativa si può cercare un ostello o un appartamento.

Come arrivare a Cancun

I voli si trovano presso gli aeroporti di Verona, Roma, Milano Malpensa, Napoli, Venezia, Bologna.

L’aeroporto di Cancun non dista molto dal centro e vi sono dei bus che lo collegano.

Visitare Cancun non significa solo vivere un’esperienza irripetibile, è la vacanza ideale per chi vuole unire relax e divertimento.

Tutto sul Burj Khalifa, l’edificio più alto del mondo

Sapete già che non esiste una struttura creata dall’uomo capace di superarlo in altezza, ma del Burj Khalifa, inaugurato nel 2010 e simbolo dell’espansione di Dubai, si potrebbe parlare per ore senza annoiare. Noi ci limiteremo a raccontarvi qualche curiosità che probabilmente non conoscete.

Costato un miliardo e mezzo di dollari, prende il nome dall’emiro all’emiro di Abu Dhabi Khalifa bin Zayed Al Nahayan, a cui è stato dedicato. Dentro possono “abitare”, senza pestarsi i piedi, circa 35.000 persone: praticamente una piccola città. Ufficialmente la pianta dell’edificio è ispirato al fiore di hymenocallis, una pianta molto popolare a Dubai, ma ricorda molto anche il più importante tra i progetti incompiuti dell’architetto statunitense Frank Lloyd Wright (il grattacielo Illinois). I piani sono 161, a uso commerciale e residenziale; nello specifico, i primi 37 piani del podium – il basamento che consente l’accesso alla torre – sono occupati da uffici, mentre gli appartamenti privati iniziano al 19° piano del grattacielo vero e proprio, e finiscono al 108°.

Non mancano una palestra, una piscina, un ristorante panoramico, terrazze e la moschea più alta del mondo, oltre che sedi per emittenti radiotelevisive – questo perché il Burj ospita anche antenne. Quel che è altrettanto certo è che un giorno, forse non troppo lontano, il suo record sarà battuto: tra i grattacieli in lizza per il primato ci sono l’Al Burj (sempre a Dubai), la Jeddah Tower (Arabia Saudita), la Murjan Tower (Bahrain) e la Mubarak al-Kabir Tower (Al Kuwait). Tutti questi edifici dovrebbero superare il chilometro di altezza, ma è bene specificare che per tutti parliamo di ipotesi non confermate o di progetti sulla carta.

Dal suolo alla cima, che è posta a 830 metri di altezza, ci sono ben sei gradi centigradi di differenza. Tenete presente però che i turisti possono arrivare “solo” a 636 metri. Se avete voglia di arrivare ancora più in alto potete cliccare su questo link e godere del collage digitale realizzato dal fotografo Gerald Donovan. Se invece volete saperne di più sulla città del Burj Khalifa, scoprite subito cosa fare a Dubai!

Cosa vedere a Siviglia

Siviglia

Se avete in progetto un viaggio in Spagna non potete non considerare l’Andalusia: è una terra magica capace di offrire un mix unico di arte, cultura, tradizioni che si perdono nella notte dei tempi ed antichi sapori. In questo articolo ci occuperemo di una piccola perla, la città di Siviglia, suggerendovi cosa vedere a Siviglia. Parleremo, in particolare, delle attrazioni più famose: Plaza de Espana e la Cattedrale di Siviglia.

Plaza de Espana

Plaza de Espana a Siviglia è forse una delle attrazioni simbolo della città più suggestiva, ammaliante ed incantevole dell’Andalusia. Situata nel cuore del Parco Maria Luisa è una sorta di anfiteatro, che simbolicamente rappresenta l’abbraccio della Spagna alle sue ex colonie, ricoperto dai colori brillanti delle azulejos. Esse sono le piastrelle in ceramica tipicamente utilizzate per le decorazioni nell’architettura spagnola e portoghese i cui colori principali sono il giallo, il blu ed il verde.

Sembra di stare a Venezia poiché il canale è attraversato da ben quattro ponti, ognuno dei quali dedicato ad un re spagnolo. Tutto il perimetro del semicerchio è caratterizzato da 48 medaglioni, rappresentanti le 48 provincie spagnole, con busti raffiguranti importanti personaggi spagnoli. Altrettante sono le panche decorate con la ceramica tipica del luogo, per un risultato davvero magico e suggestivo.

Cattedrale di Siviglia

Visitare Siviglia , così come l’Andalusia, è un’esperienza da fare una volta nella vita: tanti sono i luoghi di interesse e le cose da vedere a Siviglia e tra queste vi è, sicuramente, la Cattedrale di Siviglia.

Si tratta del monumento più importante della città andalusa che è costituito dalla Giralda la quale ha la funzione sia di torre che di campanile, è alta 104 metri ed offre un panorama mozzafiato. Esternamente vi è il cosiddetto Giardino degli Aranci, con chiosco annesso, a forma rettangolare costituito da sette archi per quanto riguarda i lati minori e tredici archi per i lati più grandi. Vi è un ulteriore arco al centro a costituire la “Puerta del Perdòn”. La facciata principale presenta tre portali: Puerta de la Asunción, la Puerta del Nacimiento e la Puerta del Bautismo. Internamente sono presenti ben 25 cappelle che meritano, assolutamente, di essere visitate.

Per quanto riguarda la visita della Cattedrale di Siviglia è previsto l’orario invernale e quello estivo: l’orario invernale prevede l’accesso dal lunedì al sabato dalle ore 11,00 alle ore 17,30, la domenica è possibile visitare la cattedrale dalle 14,30 alle 18,30. Nei mesi estivi di luglio ed agosto si osserva il seguente orario: dal lunedì al sabato dalle ore 9,30 sino alle ore 16,30 mentre la domenica, invece, è possibile visitare la cattedrale dalle ore 14,30 alle ore 18,30. Il prezzo del biglietto d’ingresso è pari a €9, mentre il lunedì l’entrata è gratuita.