venerdì, 1 Luglio 2022

Benessere

Home Beauty Benessere
Consigli e notizie su come stare bene e rilassarsi all'insegna del benessere

Meditazione: a cosa serve davvero?

Sappiamo bene cosa la maggior parte della gente pensa quando sente la parola “meditazione”: fricchettoni new-age a gambe incrociate nella posizione del loto che pronunciano incessantemente il loro amato mantra “ommm“. Eppure, la meditazione non è una cosa da hippy: è uno stile di vita che può contribuire positivamente al nostro stato d’animo, in molti, molti modi.

Sicuramente tutti sapranno di quanto aiuta a combattere l’ansia e ad alleviare lo stress, secondo i classici rinomati stereotipi. Ma esistono molti altri aspetti di cui ignoriamo l’esistenza: stando a quanto riportato sul blog di salute e benessere Art of Living, “la meditazione conduce le onde cerebrali verso uno stato Alpha che stimola la guarigione”, assieme a tutta una serie di benefici per la propria salute. Ovviamente si tratta di qualcosa di difficile da dimostrare al livello scientifico, dal momento che il motore che sta alla base della meditazione è l’energia spirituale.

Detto questo, è un dato di fatto largamente condiviso che la meditazione porti ad accrescere la propria consapevolezza: nota per il suo potere di dar forma alla mente e apportare un senso di armonia interiore, quest’attività ci dà la certezza che – qualsiasi cosa accada – noi ce la caveremo grazie a un modo di guardare alle cose rinvigorito e rafforzato.

Al contrario, scientificamente dimostrabili a proposito della meditazione sono alcuni benefici fisici, come l’accelerazione del metabolismo (e quindi il dimagrimento): stando alle parole di Lisa Johnson, personal trainer e fondatrice del centro Lisa Johnson Fitness, “gli scienziati del Benson-Henry Institute hanno sviluppato un nuovo studio sulla meditazione, riscontrando un miglioramento permanente nel metabolismo dovuto proprio alla pratica regolare della meditazione”. Nell’esperimento da loro condotto, i soggetti — metà dei quali non avevano alcuna esperienza meditativa — si sono sottoposti a un programma di meditazione di 8 settimane: al termine di questi due mesi, ai partecipanti sono stati effettuati dei test genetici i cui risultati hanno mostrato che la meditazione aveva sollecitato in loro una risposta positiva per quanto riguarda la produzione di insulina e un aumento di mitocondri.

Ancora, la meditazione può migliorare l’attività cardiaca: secondo Laura di BlueOfTime.com, si tratta di un’attività che può ridurre il rischio di attacchi di cuore e di ictus. Un recente studio condotto da Robert Schneider, professore presso la Maharishi University of Management, su 201 afro-americani a rischio di problematiche cardiache ha portato alla conclusione che, dopo cinque anni di meditazione costante, le loro possibilità di attacchi cardiaci, di ictus e di morte si sono ridotte del 48%.

Ovviamente, la meditazione migliora anche lo stato d’animo: come riportato da Stephanie Pappas su Live Science, essa va a migliorare il funzionamento delle attività mentali, nonché emotive. Una ricerca conclusasi ultimamente ha riscontrato che l’esercizio mentale, come può esserlo la meditazione, insegna alle persone a essere lucide e presenti a se stesse senza lasciarsi sopraffare dall’emotività. Ma, attenzione, perché la chiave di tutto resta sempre l’esercizio costante.

Ballare fa bene al fisico e all’umore

Credit photo: www.groupon.sg

Fare attenzione a ciò che si mangia, bere tanta acqua e camminare almeno 30 minuti al giorno sono solo alcune delle regole perfette per mantenersi in forma, anche se a volte ci costano tanta fatica e mettono a dura prova la nostra forza di volontà.

Il sogno di tutti è quello di avere un fisico perfetto senza fare troppi sacrifici e soprattutto senza dover avere il morale a terra se non si ottengono i risultati ottenuti, anche per qualsiasi piccolo problema che capita quotidianamente. E quale miglior modo se non attraverso la danza? È scientificamente provato che la danza, oltre ad essere estremamente divertente, è anche una delle discipline che porta più benefici, sia al fisico che all’umore.

Flessibilità

Ballare è una delle attività migliori per chi ha una vita sedentaria: tra scrivania e divano, gli unici movimenti che si fanno sono quelli per passare da una all’altro. I muscoli delle persone che fanno poco movimento fisico sono molto tesi e rigidi e per renderli più flessibili basta veramente poco. Serve solo un po’ di stretching e qualche passo di danza, anche imparati da tutorial sul web proprio per non stare troppo lontani dall’amato divano.

Memoria

La danza stimola l’ippocampo, l’area del cervello che si occupa della memoria. Ballare infatti aiuta sia a migliorare la memoria che a prevenire alcune malattia collegate ad essa, come l’Alzheimer e la demenza senile.

Meno stress

Come ogni tipo di esercizio fisico, anche il ballo aiuta a sfogarsi e a ridurre lo stress. Ma perché? Secondo la scienza, l’attività fisica porta alla produzione di endorfine, che aiutano a diminuire l’ansia e ad addormentarsi senza alcuna preoccupazione.

Salute del cuore

Per coloro che soffrono di malattie cardiovascolari, uno dei rimedi è proprio la danza, che porta un miglioramento nella qualità della vita delle persone che la praticano. Ballare è perfino meglio che camminare e andare in bicicletta.

Dimagrire

Il sogno di tutte le donne è dimagrire, senza dover fare troppi sacrifici. E la danza è uno dei metodi migliori: si può dimagrire con divertimento, senza eccessivi sforzi. Non importa come e dove lo fate, l’importante è ballare.

Energia

Affaticati, appesantiti e spossati. La soluzione a tutti questi problemi é un po’ di movimento fisico, che aiuta a sentirsi meno stanchi e a far salire le energie. E la danza è una delle attività più consigliate: diverte e stanca, ma senza mai far sentire il livello di energia sotto zero.

Rimini Wellness 2014, tutte le novità della nona edizione (EVENTO)

Giunge quest’anno alla nona edizione il Rimini Wellness, evento internazionale di spicco nel mondo del benessere, dello sport e del fitness, previsto dal 30 maggio al 2 giugno a Rimini Fiera e sulla Riviera romagnola: all’inaugurazione di domani (fissata per le 11) presenzieranno l’avvenente testimonial di Freddy Laura Barriales, insieme con Roberto Cammarelle, pluripremiato campione mondiale di pugilato.

Tra le novità 2014 a risaltare maggiormente è senz’altro il Food Well, costituito da una serie di incontri divulgativi con workshop finalizzati ad approfondire tematiche riguardanti la sana e corretta alimentazione: presso gli espositori sarà, dunque, possibile non solo assaggiare i prodotti, ma anche apprendere le tecniche culinarie dei migliori chef, assistere ad approfondimenti scientifici e chiedere consigli ai dietisti.

Ma non è tutto: interessanti sono le novità concernenti le discipline olistiche e bionaturali e le arti orientali applicate allo sport. Essendo il leitmotiv del Biovillaggio di quest’anno l’“Acqua” – l’elemento naturale che, cioè, stimola le energie di fluidità fisica ed emotiva ed che aiuta il corpo a disintossicarsi dalle tossine – il Rimini Wellness si è munito della più grande area acqua mai realizzata indoor (con 350 metri quadrati di vasche, per un totale di 1.200 metri cubi di acqua). Qui sarà possibile praticare l’innovativo Thai Fit Water, disciplina che combina il format Thai Fit con uso del sacco ed il Thai Fit Kombat a corpo libero per sfruttare le proprietà allenanti dell’acqua, ma anche molti altri tipi di training: dall’Acquafit Cross all’Acqumba, dall’Acqua&Pilates all’Acquafight, senza dimenticare lo spettacolare Acquapole, nuova sfida dell’Acqua Fitness con oltre 150 possibili esercizi in cui cimentarsi al palo.

Per quanto riguarda l’aerobica, invece, sarà presentato, direttamente dall’America, il Country Fitness, neo-disciplina aerobica che si avvale della musica country per ritmare i movimenti, insieme col Sambafit, in cui ci si avvale di musicalità esclusivamente brasiliane, col Thai Fit Kombat e il Thai Fit Shao, arti marziali orientali a livelli finora inediti nel fitness, e con lo Street Workout, fusione anglosassone di preparazioni atletiche che prevedono l’uso non solo di svariati attrezzi sportivi, ma anche di muretti, panchine e alberi. Infine, in anteprima mondiale, sarà possibile assistere e partecipare al Dansyng 3D, mix di danza, canto e tecnologia 3D: grazie ad appositi occhialini, le parole usciranno dallo schermo per avvolgere i partecipanti e renderanno la lezione un’esperienza unica. In questo contesto, evento d’eccezione sarà il compleanno di Reebok Step, che quest’anno festeggia un quarto di secolo: un’occasione d’eccezione, celebrata con l’esibizione del celebre artista Boy George, il cui concerto è previsto per sabato 31 maggio.

Ma la manifestazione, che riunisce in sé tutte le anime del benessere, non tralascia neanche il settore del relax: da tecniche del passato come l’Antico Massaggio Termale Romano alla pratica cinese del Tai Ji, sorta di meditazione dai movimenti lenti, circolari e fluidi che donano equilibrio e pace interiore, allo stretching dei 5 elementi, allo Yoga per il dimagrimento e all’Aerobic Yoga, anche l’armonia da ritrovare con se stessi e col circostante diventa protagonista.

Dieta detox: riposare di più, mangiare meglio (FOTO)

credits: telegraph.co.uk

Ci sono i reporter di viaggi che nei diari ci racchiudono esperienze di vita tra un aereo e un altro e chi, invece, i diari li scrive per informare la gente su come seguire una dieta detox, o disintossicante, senza stressarsi troppo. Sadie Frost è una di questi.

Nel suo diario la Frost ci racconta di come sia iniziato tutto questo inseguire affannosamente un processo disintossicante da calorie in eccesso per il corpo. Un giorno ha ricevuto una chiamata piena di bisogno dalla sua amica Deidre che la implorava di darle qualche consiglio su come perdere peso per risultare in forma per la sua festa di 50 anni. La decisione di affidarsi agli stretti, a tratti strettissimi, regimi della dieta detox è stata presa in due. E quindi, consapevoli dei rischi -perché sì, essere disposto a disintossicarti dai cibi che ti regalano piccoli morsi di felicità è tutta una questione di coraggio- le due amiche hanno deciso di fare questo enorme passo.

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Sadie Frost si è sempre ritenuta una donna piuttosto in forma, una di quelle che alla salute e alla perfetta forma fisica ci tengono molto. È stata da sempre, o almeno finché la sua memoria può spingersi, vegetariana e ha sempre praticato molto esercizio fisico, dalle cinque alle sei volte a settimana. Non che sia un’atleta da Olimpiadi pronta a correre la staffetta, ma le sue lezioni settimanali di yoga e pilates l’hanno sempre alleggerita, dentro e fuori. Lo yoga e tutta la calma che si porta dietro, sta incontrando sempre di più i suoi gusti, tanto che ha pensato di aprire un suo centro nei prossimi cinque anni. Sadie fa l’attrice e sa che tra una ripresa e l’altra è praticamente impossibile resistere a tutte le tentazioni e seguire una dieta sempre sana.

Quando non è impegnata sul set di qualche film, riesce a dedicare del tempo alla cura del suo corpo e ciò che le riesce meglio è mettersi a dieta un paio di volte all’anno. Non una dieta normale, però, una di quelle detox, che ti disintossicano anche dal sapore dell’acqua. Ogni volta che riesce a concedersi questi momenti di pausa, preferisce, infatti, spendere i soldi in uno di questi processi detox medicalmente assistiti piuttosto che andare in vacanze con le amiche.

Quindi, dopo aver deciso che per essere in forma per il compleanno di 50 anni la cosa migliore da fare era dedicarsi ad una cura disintossicante, e dopo essersi accordate sul periodo adatto alla spedizione punitiva, Sadie e Deidre sono partite per un viaggio che ha ben poco a che vedere con quelli da scarpe comode e zainetto in spalla.

La medical-spa scelta si chiama VivaMayr Altaussee, tra le Alpi austriache. Un’amica che l’aveva visitata prima di loro aveva espresso pareri molto positivi sui trattamenti svolti che avevano convinto le due a recarsi lì. L’approccio adoperato si basa su un regime molto duro. La Modern Mayr Medicine aiuta ad aumentare lo stato di salute del nostro apparato digerente e a regolare il livello di PH nel nostro corpo.

La clinica ha aperto solo l’anno scorso ma comunque offre trattamenti che non hanno nulla da invidiare alle sue “colleghe” centenarie. È situata in un bellissimo palazzo di nuova costruzione, sparso tra le montagne vicino ad un lago. La stanza della Frost aveva una vista mozzafiato. A detta del direttore della medi-spa, la clinica è molto propensa a mettere a disposizione stanze che possano offrire tutti comfort possibili, tra cui una strabiliante vista che riuscirebbe ad aiutare il paziente a trovarsi in uno stato di calma.

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

La spa è grande e molto silenziosa: è possibile, infatti, ospitare solo pochi pazienti alla volta. Il primo giorno nella clinica ė dedicato ad un check-up gnerale: tutti dovranno sottoporsi ad analisi del sangue e delle urine per favorire la selezione di un giusto e corretto processo di disintossicazione intestinale. Ogni giorno sono consigliate lunghe passeggiate vicino al lago che aiuto il metabolismo a mettersi in moto.

Certo è che se si va in una medical-spa non ci si deve poi necessariamente aspettarsi di trovarsi in un parco divertimenti. Di fatto, l’unico luogo in cui è possibile svolgere un’attività ricreativa è la piscina, dove è possibile fare una piacevole nuotata o una sauna bollente. Esistono anche delle sale dove è possibile praticare yoga.

Il problema principale è il cibo. Perché è chiaro che se si tratta di un processo a base di dieta detox il cibo in eccesso sarà un nemico da combattere. All’interno della clinica ci sono delle regole da rispettare: l’acqua non va mai bevuta durante i pasti, solo mezz’ora prima o dopo; non si può parlare mentre si sta mangiando. Una colazione standard potrebbe essere il porridge con un bicchiere di latte o dei salatini con del formaggio di capra spalmabile . Il pranzo è solitamente una zuppa, il che, comunque, non sarebbe un grande ostacolo da superare. Il momento più duro della giornata è senza ombra di dubbio quello della cena: solo una tazza di the da bere con il cucchiaino. Purtroppo non sono ammesse furbizie e imbrogliare per ricevere doppie porzioni di cibo.

credits: telegrpah.co.uk
credits: telegrpah.co.uk

Questa settimana di disintossicazione dai cibi -che più che fare bene fanno davvero tanto male al nostro organismo- ha portato notevoli e piacevoli risultati nella vita delle due amiche. Prima di questa dieta detox Sadie non seguiva un’alimentazione sana per il suo fisico, mangiava poco e quello che mangiava era troppo basato su una dieta vegetariana. Nella clinica ha capito che non serve mangiare poco per essere sani, serve adeguare l’alimentazione all’età.