giovedì, 13 Maggio 2021

Benessere

Home Beauty Benessere
Consigli e notizie su come stare bene e rilassarsi all'insegna del benessere

I rimedi per dormire col caldo

Potrebbe sembrare la scelta più logica da fare: meno vestiti avremo, più staremo freschi. Ma bisogna resistere alla tentazione di spogliarsi durante le notti infernali: stando al parere del Dottor Neil Stanley, un esperto del sonno, è meglio indossare il pigiama, preferibilmente fatto di fibre naturali. Da levare sono piuttosto coperte e copriletti, non il pigiama che – assorbendo il sudore nel corso della notte – ci porterà sollievo. Alcuni esperti suggeriscono anche di dormire su un fianco, piuttosto che supini: in tal modo, infatti, la maggior parte del corpo è esposta all’aria. Per dormire meglio, inoltre, la nostra temperatura corporea dovrebbe scendere di almeno un grado: una condizione che è possibile raggiungere semplicemente facendosi una doccia fredda prima di mettersi al letto. Non è una cattiva idea neanche munirsi di un ventaglio, da utilizzare indirizzandolo all’altezza del volto: le guance sono tra le parti del corpo a rilasciare più calore.

Se poi non vogliamo privarci delle lenzuola, una buona idea è quella di piegarle, metterle in una busta apposita e infilarle in frigo per un’ora o due prima di andare a dormire: l’effetto refrigerante è però soltanto temporaneo, dato che il corpo ne riscalda i tessuti in breve tempo. Inoltre sarebbe meglio non tenere i piedi scoperti, qualcosa che – contrariamente a quanto si possa pensare – disturba il sonno. Se si è in due sarebbe bene anche cercare di dormire in camere separate: il corpo umano produce la bellezza di 116 watt all’ora.

Fare pasti abbondanti poco prima di mettersi al letto pure è sconsigliato perché riempirsi di calorie porta l’organismo a produrre calore: cercare, allora, di mangiare leggero dandosi il tempo necessario a digerire. Da evitare anche l’alcol, il cui consumo stimola l’afflusso del sangue alla pelle e dà un’iniziale sensazione di riscaldamento, ma dato che il sangue proviene in realtà dal centro del corpo, ciò ci rende invece più esposti al freddo.

L’aria condizionata è, per chi se lo può permettere, una delle soluzioni più semplici, ma comunque non comparabile al dormire in amaca: un rimedio che senz’altro stimola l’abbassamento della temperatura corporea. Un ultimo trucco? Annusare lavanda: direttamente dalla boccetta o spruzzandone alcune gocce sul cuscino. La lavanda agirà da sedativo leggero, “risvegliando” la sonnolenza di cui abbiamo bisogno.

I colori del cielo condizionano la nostra salute

salute-colori-cielo

Uno studio da poco pubblicato sulla rivista Plos Biology a cura dei ricercatori dell’Università di Manchester porterebbe a confermare l’ipotesi suggestiva secondo cui la nostra salute, ed in particolare il bioritmo del nostro organismo, sia influenzata anche dai colori dell’ambiente esterno soprattutto degli elementi naturali come cielo e nuvole. Quindi un bel tramonto può servire a molto di più che a postare una foto su Instagram. Il colore della luca al tramonto infatti ha un ruolo fondamentale sui nostri ritmi circadiani, ovvero i cicli di 24 ore che regolano le normali attività del nostro organismo (sonno, veglia, fame ecc.) e quindi in generale sul nostro stato di salute.

Lo studio dell’Università di Manchester affronta proprio quest’aspetto, il colore della luce fornisce al nostro corpo uno strumento molto affidabile per determinare l’ora del giorno e le funzioni vitali ad essa connesse. Del resto da tempo è noto di come la luce influenzi notevolmente i ritmi circadiani degli animali, ma quale delle sue tante proprietà contribuisce maggiormente, l’intensità o il colore? Lo studio partiva dal presupposto che i colori del cielo all’alba e al crepuscolo contribuiscono a condizionare il nostro stato di salute psico-fisica regolando i nostri ritmi di vita. Ma come? Quello che i ricercatori hanno osservato è che al tramonto la luce cala di intensità e i colori si spostano verso le tonalità del blu. Hanno quindi studiato l’attività di topi sottoposti a luce di intensità e colori differenti misurando l’attività elettrica dei neuroni del nucleo soprachiasmatico, cioè il gruppo di cellule situato nell’ipotalamo che regola l’orologio biologico dell’organismo.

I neuroni osservati hanno risposto positivamente al cambiamento cromatico rispetto al cambiamento di luminosità. Gli scienziati hanno poi costruito un finto cielo con LED colorati per simulare i cambiamenti di colore. Quello che è emerso è che il colore gioca un ruolo fondamentale nella regolazione dei ritmi biologici. Se trasferiamo questi dati sull’uomo, i risultati emersi potrebbero risultare fondamentali nella cura di alcuni disturbi di salute legati al mal funzionamento dell’orologio biologico, come i disturbi depressivi stagionali o il jet lag.

Bicarbonato, un alleato per levigare ogni parte del corpo

nonsprecare.it

Nel periodo estivo tutto il nostro corpo risente del caldo e dell’esposizione spesso prolungata ai raggi solari. Per rimanere in forma e donare nuova vitalità al nostro fisico c’è un valido alleato: il bicarbonato. Ecco alcuni consigli low cost e fai-da-te per utilizzarlo al meglio in ogni parte del corpo.

Pelle

Con l’estate la pelle è esposta ai raggi solari e rischia di seccarsi e irritarsi molto più facilmente. Un valido alleato per mantenere la cute levigata e morbida è senz’altro il bicarbonato. Con la sua capacità di purificare e rendere liscia la pelle, il bicarbonato ha un forte effetto tonificante sulla pelle. Durante un bagno caldo lo si può utilizzare come scrub: basta preparare 3/4 di basta di bicarbonato da immergere in 1/4 d’acqua, massaggiare delicatamente e con movimenti circolari su tutto il corpo. La pelle tornerà liscia e levigata, libera da impurità e cellule morte.

Igiene orale

Per l’igiene orale poi il bicarbonato lo si può utilizzare sciogliendone un cucchiaino in un litro d’acqua. Risultato? Acidi neutralizzati, prevenzione dalle carie e alito fresco. Ma non solo: questo sale infatti garantisce anche un sorriso smagliante grazie alla sua capacità di eliminare le macchie dei denti. Da provare – una volta ogni tanto per non rischiare di corrodere lo smalto – utilizzandolo al posto del normale dentifricio.

Capelli

Durante l’estate fra la salsedine e il sole i capelli tendono ad opacizzarsi e a diventare crespi e stopposi. Per dare nuova luce e vitalità alla propria chioma basta sciogliere un cucchiaino di bicarbonato nello shampoo, massaggiare il cuoio capelluto e risciacquare abbondantemente con acqua.

Ascelle

L’estate – si sa – porta via con se litri e litri di acqua e sali minerali. Producendo un risultato molto spesso non gradevole ne per la vista ne per l’olfatto. Per combattere la sudorazione eccessiva e sgradevoli odori, si può utilizzare una soluzione di acqua e bicarbonato con cui tamponare le ascelle. Oltre a prevenire il rischio di reazioni allergiche – il bicarbonato non contiene ne alcol ne profumi – questo deodorante fai-da-te aiuta a mantenere il naturale odore della pelle.

Mani

Per rimediare alla secchezza delle mani a causa del sole c’è un rimedio veramente low cost: prima della manicure basta immergere le mani per 10 minuti in una soluzione di acqua e bicarbonato, versandone due cucchiaini per litro. Il risultato? Mani morbide e levigate.

Piedi

Stesso procedimento seguito per le mani vale anche per i piedi: basta immergerli in un preparato di acqua e bicarbonato per una decina di minuti per farli tornare subito tonici e scattanti.

Libri per l’anima: il Tao per un anno di Deng Ming-Dao

Libri per l’anima: il Tao per un anno di Deng Ming-Dao.

Oggi trattiamo un libro che racchiude varie e molte massime (una per ogni giorno dell’anno) che toccano tanti aspetti della nostra vita.

Il giorno che ho scelto, oggi, per parlare di questo libro non è casuale poiché il lunedì è un inizio ed è esattamente con l’inizio che si apre questo libro.

Tutto ha un inizio, tutto incomincia con un primo passo e noi siamo pieni di progetti, attese, speranze ma prima di tutto questo dobbiamo prenderci l’impegno di restare sempre in contatto con noi stessi, dobbiamo aver ben chiare le nostre scelte e le nostre decisioni solo così porteremo a buon fine i nostri progetti.

Su questa linea d’onda si svolge il contenuto del libro che, come accennavo prima, si rifà alla filosofia taoista, l’autore del resto ne è uno studioso e si è impegnato affinchè i dettami di questa filosofia fossero a disposizione di tutti e soprattutto fossero semplici.

Il Tao per un anno di Deng Ming-Dao

Tempo 

Il fiume:corso impetuoso, 
ininterrotta corrente. 
Sorgente,canale,foce. 
Può tutto ciò esser diviso?

Ogni giorno ci troviamo di fronte a un problema particolare.

Dobbiamo verificare il passato,affrontare il presente,progettare il futuro. 
Chi crede che “ai vecchi tempi” la vita fosse migliore è talvolta cieco alla realtà del presente; chi vive solo per il presente ha spesso scarso rispetto per quanto lo segue o precede; chi vive solo in attesa di una ricompensa futura si affatica in un rifiuto continuo…alla fine questi tre elementi(passato,presente e futuro), devono equilibrarsi e riunirsi nella maniera appropriata. 

Dobbiamo cercare di capire in che modo il passato ci condiziona, arricchire il presente di esperienze soddisfacenti e dedicare un po’ delle nostre energie quotidiane alla costruzione del futuro. 
Così come un fiume si compone di parti non chiaramente divisibili,anche noi dovremmo considerare la totalità del nostro tempo,quando decidiamo come trascorrere la nostra vita. 

Di cosa tratta in sostanza il taoismo?

Il pensiero taoista si basa sul concetto di armonia universale che lega fra loro gli elementi. Questo si chiama Tao, esso è in ogni cosa, è un flusso vitale è l’origine delle cose ed è ciò, secondo la filosofia, a cui tutti dovrebbero mirare. L’equilibrio e l’armonia fra tutte le cose.

Probabilmente avrete visto quel cerchio tagliato in modo ondulato a metà, una bianca e l’altra nera, ognuna delle quali contiene a sua volta un piccolo cerchio del colore opposto, quella è la raffigurazione del Tao e le due metà si chiamano ying e yang: lo yin è il principio femminile, passivo ed oscuro, identificato con la luna mentre lo yang il principio maschile, attivo e luminoso, identificato con il sole.

Yin e yang sono opposti e complementari tra di loro su questo si basa l’equilibrio.

Il Tao per un anno di Deng Ming-Dao

Disastro

Notte muta e nera, fuoco improvviso. Distruzione.

I disastri possono cambiarci profondamente, ma passano. Dobbiamo aggrapparci alle nostre convinzioni più radicate e ricordare i nostri intenti. Se restare cenere, o diventare araba fenice, dipende da noi.

Io lo leggo molto spesso perché la trovo una lettura molto profonda e piacevole, perciò ve lo consiglio, sia che vi troviate ad un bivio della vostra vita, sia che avete voglia di una “lettura diversa” che vi dia un’interpretazione della vita da un altro punto di vista, sia che siate o no alla ricerca di risposte o di spunti per riflessioni.

Buona lettura a tutti!!