martedì, 4 Ottobre 2022

Gossip

Home Gossip Pagina 3
News di gossip, pettegolezzi d’autore e cronaca rosa

Kate Middleton è la nuova principessa del Galles, la pesante eredità di Diana

Con l’ascesa al trono di re Carlo III, William è il nuovo principe del Galles e quindi Kate Middleton è la nuova principessa del Galles.

La duchessa di Cambridge è dunque chiamata ad assumere il ruolo che fu della suocera, Diana.

Il popolo ha nel cuore una sola principessa del Galles: Lady D. Pesante fardello per Kate.

Kate Middleton e William sono i nuovi principi del Galles

Carlo III prima di diventare re era il principe del Galles, ora il titolo passa a William e a Kate Middleton.

«Come mio erede, William adesso assume i titoli scozzesi che tanto hanno significato per me» ha dichiarato il nuovo re nel discorso alla nazione «Oggi sono fiero di nominarlo principe di Galles, il Paese di cui ho avuto il privilegio di portare il titolo durante un così lungo periodo della mia vita e del mio servizio. Con Catherine al suo fianco, i nostri nuovi principe e principessa del Galles continueranno – lo so – a ispirare e guidare l’attenzione nazionale, aiutando a portare gli emarginati al centro, dove può essere dato loro un aiuto vitale».

Ma Kate sembra molto restia ad utilizzare il titolo di principessa del Galles, perché tutti hanno nel cuore Diana, la principessa triste. La stessa Camilla non ha osato prendere il titolo di principessa del Galles.

Cosa cambia per Kate Middleton e William ora che hanno nuovi titoli?

Kate Middleton e William non sono solo più duchi di Cambridge ora sono anche duchi di Cornovaglia, oltre che principi del Galles.

Cosa cambia a tutti gli effetti? Kate e William avranno molti più impegni di prima e molte più responsabilità, inoltre il principe del Galles eredita una tenuta di 60.000 ettari distribuiti tra il Devon, la Cornovaglia, l’Herefordshire e il Somerset. Tutti questi possedimenti hanno fruttato a Carlo una rendita di 23 milioni di sterline, ma si suppone che entreranno nelle tasche dei nuovi principi circa un miliardo di sterline.

Tutti a domandarsi: e per i Sussex cosa cambia? C’è la possibilità che i loro figli siano nominati principi, possibilità che fu ipotizzata per Archie e respinta dai genitori.

Meghan Markle rifiutata e sbugiardata pubblicamente da re Carlo III

La tendenza di Meghan Markle nel “raccontare la sua versione dei fatti” sembra esser stata confermata da re Carlo III.

Sebbene il regno dell’erede di Elisabetta sia da poco iniziato, i grattacapi erano già lì ad attenderlo. Fra questi c’è appunto la duchessa del Sussex.

Cos’ha combinato stavolta?

Meghan Markle rifiutata da re Carlo III

Meghan Markle, appresa la notizia della morte di Elisabetta II, è saltata in auto con Harry direzione Balmoral.

Viaggio per lei durato pochissimo, perché re Carlo III chiama immediatamente il figlio: sua moglie non è la benvenuta.

L’evento era infatti riservato ai parenti più stretti ed il protocollo non prevede la presenza di mogli (oltre Camilla). Difatti neanche Kate è corsa con William a Balmoral.

Meghan ha quindi dovuto fare dietrofront, non essendoci Kate la sua presenza avrebbe creato solo imbarazzo.

Parlando con il figlio, Carlo avrebbe lasciato trasparire che sua moglie non era affatto gradita in quel contesto.

Harry non ha fatto scenate, ha semplicemente rimandato indietro la moglie, ma ciò ha causato il ritardo che lo ha fatto arrivare per ultimo.

Re Carlo III sbugiarda Meghan Markle in diretta tv

Durante il primo discorso alla nazione di Re Carlo III, Meghan Markle è stata sbugiardata in diretta.

Vi ricordate che nell’intervista a The Cut disse che Harry le aveva detto di aver perso suo padre? Ebbene Carlo, nel discorso, ha sottolineato l’amore per Camilla, ma soprattutto per i figli, entrambi. Ha dichiarato di «provare affetto» sperando che «continuino a costruire la loro vita oltreoceano» riferendosi a Harry e Meghan.

Parole sibilline, perché se da un lato Carlo conferma l’affetto per Harry, dall’altro sottolinea che non c’è più posto per loro fra i reali. In realtà Carlo non ha mai fatto mistero del suo voler snellire la monarchia. Quindi i Sussex non ci pensassero proprio a tornare.

Carlo è comunque amareggiato dal comportamento dei duchi, ma ha lasciato intendere alla nazione, ed a Meghan, che non ha affatto perso suo figlio Harry.

Tutti gli scheletri nell’armadio di re Carlo III

Carlo III è divenuto re da neppure un giorno e già si chiacchiera su di lui.

Chi sperava nell’abdicazione è rimasto deluso: l’eterno erede al trono, su quel trono ci si siederà davvero, William dovrà aspettare il suo turno.

Alla veneranda età di 73 anni, Carlo diventa re e tutti si domandano che monarca sarà. Impossibile non chiederselo visti i suoi trascorsi.

Re Carlo sale sul trono, tutti i riflettori puntati su di lui

È successo l’inevitabile: Elisabetta II è morta e Carlo ora è il re d’Inghilterra.

Tutti sapevamo che prima o poi sarebbe successo e quasi tutti ci siamo domandati almeno una volta se Carlo sarebbe stato adatto a fare il re o no. Secondo Diana non lo era, e secondo noi anche la madre aveva forti dubbi.

In molti speravano che avrebbe ceduto il passo a William, più giovane ed amato.

Carlo ha infatti 73 anni, un’età da nonno e da pensione che non ispira l’idea di un monarca innovativo ed al passo con i tempi.

Ma Charles ha aspettato tutta la vita questo ruolo, è stato educato per questo e non può certo lasciare il posto a William. Non subito per lo meno.

Fra l’altro tutti si aspettavano che avrebbe assunto il nome di Giorgio VII, per omaggiare il nonno e la madre e lui invece ha scelto il suo nome di battesimo. In molti hanno notato un certo spregio verso la superstizione: Carlo I fu decapitato e Carlo II fu spodestato e costretto alla fuga.

Il fantasma di Diana dietro il trono di Carlo III

Re Carlo III non è mai stato molto amato proprio per via di lady Diana, ex moglie defunta in un tragico incidente. Charles è stato etichettato come marito traditore dalla stessa Diana, che fra l’altro affermava che non era affatto la persona giusta per diventare un monarca. Dopo le parole della principessa, tutti ebbero la conferma che Charles aveva ancora una relazione con Camilla, suo primo ed unico grande amore, sebbene entrambi fossero sposati.

Charles è stato anche indicato come mandante “dell’incidente” in cui la sua ex moglie morì, perché secondo i complottisti, la famiglia reale voleva liberarsi di quella scomoda figura.

Camilla ha ora il ruolo che sarebbe spettato a Diana: regina consorte. Tuttavia riscontra maggiore consenso di una volta: è spigliata, divertente ed empatica.

Ma nessuno dimenticherà ciò che è successo alla principessa triste.

I vizietti di Re Carlo III

Un’altra storia che fa chiacchierare a proposito di Re Carlo III riguarda i suoi vizi. Secondo le voci sarebbe sempre stato pretenzioso e bizzoso. Ha l’abitudine di non trattare bene i collaboratori, si dice che avesse un valletto che spalmava il dentifricio sullo spazzolino e che in viaggio si porti asse del wc, carta igienica e materasso. Più viziato di così. In più pare avesse il vizio di cancellare gli impegni all’ultimo minuto, cosa che non può più permettersi.

Infine ha un altro vizio ben più insidioso: si immischia negli affari dello Stato e del governo, cosa che sua madre non ha mai fatto. Carlo a quanto pare non vuole solo rappresentare il popolo ma anche comandarlo e potrebbe interferire con le questioni governative che in realtà non gli competono.

Quanto ci metterà il nuovo re d’Inghilterra a finire nei guai?

Re Carlo III sul trono: ecco cosa sono le operazioni London Bridge is down e Spring Tide


Abbiamo dovuto salutare ieri la regina Elisabetta II, morta a 96 anni.

L’Inghilterra, dopo 70 anni, ha di nuovo un re: Carlo III.

Il figlio di Elisabetta non è ancora effettivamente stato incoronato, perché ci sono delle operazioni precise che devono essere seguite.
Una è London Bridge is down che porterà al commiato dalla regina e l’altra è Spring Tide che porterà invece Carlo sul trono.

Carlo III da il via all’operazione London Bridge is down

Carlo III, nuovo re d’Inghilterra, deve portare a compimento l’operazione London Bridge is down prima di poter essere incoronato.

Con London Bridge is down s’intende la procedura che viene messa in atto alla morte di Elisabetta II.

Il primo giorno è il D-Day, bandiere a mezz’asta e siti listati a lutto. La BBC manda in onda solo news in diretta con i conduttori televisivi vestiti a lutto (come abbiamo visto ieri). Il parlamento si riunisce per il messaggio del primo ministro.
Il primo ministro ha un’udienza con il nuovo re che terrà il suo primo discorso alla nazione, e questo avverrà oggi.

Domani, D-Day+1, il Consiglio proclama ufficialmente la successione del nuovo monarca. Da Hyde Park vengono sparate 41 salve di cannone. Il governo incontra il nuovo re.
D-Day+2, la bara viene portata verso Buckingham Palace, in treno, dopo le soste a Holyroodhouse e la cattedrale di St. Giles.
D-Day+3: condoglianze al nuovo re che parte poi per un giro del Regno Unito.
D-Day+4, il nuovo re arriva in Irlanda del Nord per le condoglianze in Parlamento, prove per lo spostamento del feretro da Buckingham Palace a Westminster.
D-Day+5: processione del feretro da Buckingham Palace a Westminster.
Dal D-Day+6 al D-Day+9 il feretro rimane al palazzo di Westminster aperto al pubblico. Il nuovo re visita il Galles.
D-Day+10, infine è il giorno del funerale alla Westminster Abbey. A mezzogiorno ci sono due minuti di silenzio in tutta la nazione. La regina viene sepolta.

Spring Tide: l’operazione che porterà Carlo III sul trono

Terminate le procedure per la sepoltura della regina è la volta dell’incoronazione di Carlo III, che non avverrà subito.

L’operazione si chiama ‘Spring Tide’, marea di primavera e comprende tutta una serie di regole da applicare: dai discorsi pubblici, ad eventuali attacchi terroristici, la gestione delle condoglianze e via dicendo.

L’incoronazione sarà in data da stabilirsi, passerà qualche mese, i figli dovranno baciare il suo anello e la cerimonia sarà presieduta dall’arcivescovo di Canterbury. L’inno viene modificato in God save the King ed anche lo stemma reale viene modificato.
Camilla assumerà il titolo di regina consorte.

Stasera fra le 18 e le 19 verrà trasmesso in onda il primo discorso alla nazione del nuovo re.