sabato, 4 Dicembre 2021

La Serialist

Home La Serialist Pagina 2
La Serialist parla con il lettore, in modo ironico, di serie tv in relazione alla società di oggi, per comprendere a fondo cosa vuol dire essere una telefilm dipendente.

Cosa abbiamo imparato dai triangoli amorosi delle serie tv (LA SERIALIST)

Credits: tribunaitalia.it

L’amore, questo sconosciuto, che quando colpisce due persone ci sforza a tifare per loro, fino alla fine, affinché diventino una coppia a tutti gli effetti. Poi arriva il terzo incomodo: colui o colei creati dalla mente perfida dello sceneggiatore per rovinare qualunque rapporto amoroso nella vostra serie tv preferita. Che si tratti di un nuovo elemento, o di un parente stretto, oppure di una fiamma del passato che non si è ancora sbiadita, ecco che il duo perfetto diventa un triangolo. E spetta sempre a lui o lei decidere tra le/i due pretendenti. La scelta non sarà facile e se siamo fortunati, si risolverà tutto in una stagione, altrimenti la storia andrà avanti fino all’ultimo episodio. Alla fine dei giochi, però ne siamo certi: ci sarà sempre un vincitore e un perdente. Ecco cosa abbiamo imparato dai triangoli amorosi delle serie tv.

La regola dell’amico

Credits: cinefilos.it
Credits: cinefilos.it

“Se sei amico di una donna non ci combinerai mai niente.” Lo sa bene Dawson che, nella serie tv, dopo estenuanti stagioni di tira e molla con Joey, l’amica d’infanzia perennemente cotta di lui, alla fine si fa da parte per dare spazio a Pacey. E ricordiamo tutti com’è andata la storia. Lui anche prova a fare l’amico con Joey, ma fino a quanto può competere con la storia che lei ha avuto con Dawson? Sappiamo che alla fine la ragazza ha scelto il suo vero amore, Pacey, e tutti ne siamo stati felici. Se c’è una cosa che abbiamo imparato è questa: l’amicizia tra uomo e donna non esiste. A meno che uno dei due sia gay.

Io, Ross, prendo te, Rachel

Credits: www.televisionando.it
Credits: www.televisionando.it

Da “Friends” abbiamo imparato questo: mai pronunciare il nome della donna di cui sei innamorato mentre stai facendo le tue promesse alla tua futura moglie. Ross nella serie tv fa questo ‘piccolo’ errore, e tutti lo giudicano. La povera Rachel, nel sentire il suo nome, ha avuto un colpo al cuore. Uno dei triangoli del telefilm era proprio quello tra Ross, Rachel ed Emily. Concluso con il secondo divorzio per il caro paleontologo in tempi record.

La tua scelta è semplice: o lei o me

Credits: tvzap.kataweb.it
Credits: tvzap.kataweb.it

E poi c’è l’opzione: tu, lui e la moglie. Non fidatevi degli uomini quando vi dicono che lasceranno la propria consorte: nella maggior parte dei casi, voi sarete sempre “l’altra”. Lo sa bene Meredith Grey, che fa una dichiarazione da sciogliere il cuore a quel Derek Shepherd indeciso tra la ragazza del bar e la moglie dai capelli rossi fuoco. Una scelta semplice, ma che gli uomini raramente compiono.

Evitare gli intrighi in famiglia

Credits: daringtodo.com
Credits: daringtodo.com

Perché uscire con un tuo amico se trovi l’amore della tua vita in due fratelli? Elena, l’eterna indecisa della serie tv “The Vampire Diaries”: da un lato il bravo Stefan, dall’altro il bad guy Damon. Affascinanti, tenebrosi e vampiri. E fratelli. Evitate come la peste di finire in un triangolo del genere, perché nella peggiore delle ipotesi, potrebbe finire in un lago di sangue.

Il buono, il brutto e il cattivo

Non c’è niente da fare: noi donne siamo sempre attratte dal fascino del cattivo ragazzo. Ci proviamo a cercarne uno buono, tranquillo, che ci tratti da principesse, ma inevitabilmente finiamo per perdere la testa per quello che si comporta male e ci fa soffrire. È il caso del famoso triangolo nella serie tv “Lost” tra Jack, Kate e Sawyer. Uno buono e sexy, l’altro cattivo e dannato. Quante di voi hanno invece invidiato Buffy, la cacciatrice dell’omonimo telefilm, che avrebbe dovuto odiare i vampiri e invece è finita per innamorarsi per due di loro? Il primo, Angel, tormentato ma dall’animo sincero, il secondo, Spike, cattivissimo ma affascinante. Due prototipi diversi che renderebbero la scelta difficile per chiunque. Indovinate chi hanno scelto alla fine Kate e Buffy? Tanto per la cronaca, non c’era nessun ragazzo brutto a farle il filo.

I problemi di un telefilm addicted disordinato (LA SERIALIST)

Credits: cosmopolitan.it

La confusione può essere gestita in due modi diversi. Una persona ordinata avrà la costante concezione maniacale di sistemare ogni cosa fuori posto. Una persona disordinata continuerà a riempire la sedia di panni finché, quando avrà raggiunto il limite, passerà a posare ogni vestito sul pavimento, sul comodino e così via. Quando il disordine colpisce un telefilm addicted, le cose sono leggermente diverse. Il maniaco seriale, infatti, vedrà ogni cosa sotto l’occhio del suo personaggio preferito. Un esempio? “Anche tizio fa così in quel telefilm, quindi lo faccio anche io.”

Il peggior incubo? Non riuscire a ricordare l’ordine delle serie tv della settimana

Credits: sugarpulp.it
Credits: sugarpulp.it

Continui a lamentarti spazientito, chiedendoti: “Dov’è l’agenda? Dov’è l’applicazione dove ho salvato il calendario delle serie tv?” Fiato sprecato.

Quando criticano il caos nella tua stanza

Credits: buzzfeed.com
Credits: buzzfeed.com

Anche Critina Yang ha la stanza in disordine e nessuno le ha mai detto niente.

C’è sempre qualcuno che tenta di rimetterti in ordine

Credits: buzzfeed.com
Credits: buzzfeed.com

Le cose altrui non si toccano. Non lo sanno che è maleducazione?

Il ripostiglio di una persona disordinata è il portale verso un altro mondo

Credits: friends.wikia.org
Credits: friends.wikia.org

Che sia Narnia o Diagon Alley, quello è il tuo posto segreto e nessuno deve conoscerlo. Per Monica, ad esempio, era il luogo dove aveva buttato tutte le sue cianfrusaglie.

Sotto il letto potrebbe nascondersi qualche mostro

Credits: MTV
Credits: MTV

Non c’è niente di peggio del guardare sotto il letto di un telefilm addicted disordinato. Potresti trovare di tutto. Anche vampiri, zombie e licantropi.

Qualunque cibo cada a terra, non deve essere sprecato

Credits: tumblr.com
Credits: tumblr.com

Se “Friends” ha insegnato qualcosa è che niente deve essere buttato né sprecato. Per questo quando si litiga per una torta che desideri ardentemente e questa cade sul pavimento, meglio approfittare e mangiarla anche col tuo pessimo nemico.

Il tuo bagno è come la roulotte di Walter White

Credits: movieplayer.it
Credits: movieplayer.it

Un caos: bottigliette ovunque, dentifricio finito ancora al suo posto, asciugamani ovunque. Per entrare hai bisogno di una maschera antigas. Non si butta niente però: anche la crema solare scaduta potrebbe esserti utile un giorno.

Tutte le persone disordinate sono creative

Credits: www.theatlantic.com
Credits: www.theatlantic.com

Un dato di fatto. I disordinati sono anche i più intelligenti. Non prendetevela quindi se vi danno del cinico come Sheldon Cooper: in realtà, le persone sono solo invidiose. E tu sei solo un genio incompreso come Albert Einstein.

San Valentino: come festeggiarlo ispirandosi alle serie tv (LA SERIALIST)

Credits: sorrisi.com

San Valentino può non piacere ai single, che vorrebbero far scoppiare qualunque coppia felice che vedono sulla loro bacheca di Facebook, ma quando si tratta di serie tv, il telefilm addicted per eccellenza si ritrova a tifare come un pazzo per la propria ship. E allora l’amore diventa una cosa bellissima. Dopo aver parlato dei motivi per cui San Valentino può essere anche la festa dei single, questa settimana è dedicata alle coppie “reali”: non sapete cosa fare il 14 febbraio? Prendete esempio da questi telefilm.

Siete alla vostra prima uscita ufficiale e decidete di farla proprio nel giorno di San Valentino. Le opzioni sono due: o andrà bene o andrà male. Nelle peggiori delle ipotesi, le cose andranno decisamente peggio. Vi cito il San Valentino che passarono Seth e Summer in “The OC”. Finalmente avevano deciso di essere onesti coi loro sentimenti e avevano avuto la loro prima volta. Niente di più semplice del lasciarsi andare, ma appena si erano resi conto di aver corso troppo, si erano fatti prendere dal panico. La cosa più bella di una relazione? Saper fare un passo indietro, ammettere le proprie paure e decidere insieme di affrontarle.

Credits: theocmusic.co.uk
Credits: theocmusic.co.uk

Avete deciso di passare una serata romantica con il vostro partner ma in casa non avete la tranquillità necessaria? Organizzate qualcosa fuori, fate una sorpresa al vostro lui o alla vostra lei. Come Callie ha fatto con Arizona in un episodio di “Grey’s Anatomy”. La serata è garantita.

Credits: greysanatomy.wikia.com
Credits: greysanatomy.wikia.com

Per un San Valentino alternativo però evitate incantesimi. Ne è la prova il povero Xander di “Buffy”. Il ragazzo, lasciato da Cordelia, per vendicarsi chiede aiuto alla strega Amy: un potente sortilegio per spezzare il cuore della sua ex. Il risultato è catastrofico e comico: la magia colpisce tutte le donne di Sunnydale che faranno letteralmente a botte per accaparrarsi lo scapolo d’oro, Xander. Ovviamente solo Cordelia ne sarà immune. Un episodio che ci ricorda come le incomprensioni amorose possono risolversi anche senza mali estremi.

Credits: buffy.wikia.com
Credits: buffy.wikia.com

Se invece pensate che San Valentino sia l’occasione per dire addio agli ex, prendete esempio da Rachel, Monica e Phoebe che nell’episodio di “Friends” dedicato alla festa degli innamorati, decisero di fare un falò con tutte le foto dei fidanzati. Attente però a non dar fuoco alla vostra casa.

Credits: longagoandohsofaraway.wordpress.com
Credits: longagoandohsofaraway.wordpress.com

Comunque vogliate passare San Valentino, ricordate che non importa saper realizzare la serata perfetta, perché la vita, purtroppo, non è come nei telefilm. Piuttosto sedetevi e guardate negli occhi il vostro partner: ecco, quella è la felicità e l’amore che stavate cercando.
Buon San Valentino dalla vostra Serialist!

San Valentino? Single, ma non troppo (LA SERIALIST)

Credits: rlsbb.com

Chi ha detto che San Valentino debba essere necessariamente la festa delle coppie? Quando un telefilm addicted si innamora lo fa con passione, arrivando a baciare lo schermo del suo pc pur di stabilire una specie di connessione con il bel personaggio della sua serie tv. Però ammettiamo che nel profondo desideriamo poter incontrare una persona che assomigli almeno vagamente alla nostra crush seriale (e aggiunto ‘vagamente’ perché insomma non possiamo pretendere che Jensen Ackles o Ian Somerhalder si innamorino a prima vista di noi). Siamo pur sempre delle fangirl.

E così mentre il 14 febbraio vedremo i nostri amici festeggiare San Valentino con la propria anima gemella, noi saremmo bloccati qui, davanti uno schermo del computer a deprimerci. Situazione sentimentale: single. Ma non troppo. Atteggiamento sbagliato quella della depressione: San Valentino deve essere il momento in cui diamo pensiamo a noi stessi.

Quali sono le serie tv in cui abbiamo visto personaggi femminili forti anche da soli, senza necessariamente aver bisogno di un partner? Viene in mente Buffy Summers, la cui vita amorosa da cacciatrice di vampiri non è stata certamente felice e che non ha potuto festeggiare un San Valentino ma neanche un compleanno senza che qualche mostro spuntasse dietro l’angolo per rovinare l’atmosfera. Pensate che si sia arresa all’idea che l’amore non facesse parte della sua vita? Ha lavorato duramente per anni ma alla fine le è stata concessa la possibilità di una vita normale.

Credits: greyhavensya.files.wordpress.com
Credits: greyhavensya.files.wordpress.com

Ultimamente ho pensato anche all’agente Peggy Carter. Donna forte che negli anni ’40 cercava di combattere non solo contro le spie russe, ma che tentava di farsi valere contro un mondo fatto di pregiudizi verso le donne. Aveva perso l’amore della sua vita, Capitan America, e si era arresa all’idea di non poter amare ancora. Ma se nel presente la vediamo invecchiata e con una nipote, vuol dire che alla fine ha avuto il suo lieto fine.

Credits: leganerd.com
Credits: leganerd.com

E che dire di quella Meredith Grey che quando ha capito che Derek non era il sole, ma era lei ad essere al centro dell’universo, ha realizzato che era il momento di smettere di piangere, ma di alzarsi e risplendere.

Credits: tvline.com
Credits: tvline.com

Perciò, care donne, sopravvivere alla festa più odiosa dell’anno, San Valentino, è possibile. Il segreto è prendersi cura di sé, andare avanti e costruirsi il proprio futuro perché le qualità non ci mancano. E certamente non sarà un uomo a dirci come essere e cosa fare. Viva l’amore verso voi stesse e le serie tv che più adorate.