lunedì, 27 Maggio 2024

Miss Fit

Home Miss Fit
Se vi stanno divorando i sensi di colpa per quello che avete appena divorato a tavola, non preoccupatevi, Miss Fit è qui per questo. Consigli, esercizi e attività fisiche per ritornare in forma; anche se siete golosi e non riuscite a rinunciare ai piaceri della tavola

I migliori sport per bruciare calorie (MISS FIT)

Credit: huffingtonpost.it

Partendo dal presupposto che muoversi fa dimagrire, in ogni caso, è certamente vero che fare sport contribuisce maggiormente a scolpire la silhouette grazie alla convergenza di diversi fattori. Infatti, quando siamo impegnati a fare un’attività aerobica il nostro organismo va ad utilizzare l’ossigeno dell’aria ed i substrati energetici (dai carboidrati, dai grassi e in minima parte anche dalle proteine) per produrre l’energia necessaria a soddisfare le aumentate richieste metaboliche.

E allora, visto che il tempo stringe e la prova costume è alle porte, abbiamo bisogno di uno sport capace di coinvolgerci e appassionarci così da garantirci un allenamento costante e farci davvero dimagrire.
Ecco una sorta di hit parade per voi degli sport che fanno bruciare più calorie.

Boxe

La boxe fa bene al corpo e allo spirito, e conta dalle 600 alle 800 calorie bruciate in un’ora, in base all’intensità con cui si svolge l’attività. Si tratta di uno sport completo che sviluppa in armonia la muscolatura, aumenta la resistenza, migliora i riflessi e l’agilità. È evidente che l’energia richiesta è tanta perché si è sempre in movimento.

Nuoto

Tutti gli sport praticati in acqua hanno la capacità di allungare la muscolatura, migliorando la postura, sollecitando continuamente tutti i muscoli delle braccia, delle gambe, del busto. Migliorando il ritorno venoso, snellisce le gambe. Le calorie bruciate sono tra le 500 e le 600.

Salto della corda

Come abbiamo già detto, saltare la corda ha molti vantaggi e molti benefici. È uno sport molto pratico, che si può fare dappertutto: l’unica cosa, piuttosto ovvia, è necessaria una corda. I benefici sono numerosi: migliora l’equilibrio, la resistenza e aiuta anche la postura. In un’ora si bruciano circa dalle 680 alle 800 calorie.

Trekking

Questo sport fa bruciare circa 400 calorie in un’ora, e allena soprattutto le gambe. Secondo uno studio dei ricercatori della Quebec’s Laval Univerity di Ville de Quebec in Canada, fa dimagrire se praticato tre volte alla settimana, facendo una passeggiata di almeno 45 minuti e per un periodo di quattro mesi.

Ciclismo

Pedalare fa lavorare i muscoli, le articolazioni delle gambe e la cintura addominale; per non dimenticare il fatto che fa bruciare 850 calorie se fatto con una certa intensità. Si può praticare tutto l’anno, ed è ottimo per aumentare la propria capacità respiratoria e cardiaca.

Jogging

La corsa mette in moto il metabolismo aerobico, brucia i grassi e più di 800 calorie all’ora. C’è un trucco per individuare l’intensità ideale per ognuno di noi: bisogna sottrarre la propria età alla cifra 220 e si calcola il 70% del totale. Il risultato è il numero di battiti cardiaci al minuto da tenere durante la corsa, provate.

Ora che avete presente quali sono gli sport che fanno più bruciare calorie e dimagrire, a voi la scelta.

Stay tuned, stay fit

Tutti i falsi miti del fitness (MISS FIT)

Credit. redefineyourbalance.com

Non è tutto oro quello che luccica, e non è tutto vero quello che dicono in giro. Anche sul fitness. Il mio obiettivo di oggi è quello di sfatare tutti quei falsi miti che fino ad oggi abbiamo sempre creduto veri. Incominciamo.

Sudare non fa perdere chili più in fretta

Siamo sempre stati convinti che sudare ci avesse fatto dimagrire più in fretta, ed eravamo anche quasi contenti di grondare di sudore senza far niente con il caldo di questi gironi. Purtroppo però, non è vero che sudare ci fa raddoppiare i risultati in termini di dimagrimento. Quello che fa però, è disperdere acqua e sali minerali, aiutando l’organismo a eliminare le tossine nocive presenti nel nostro corpo. Ma non fa dimagrire. Anche perché, dopo una sudata super post allenamento, bere acqua (come è vivamente consigliato) ci fa riprendere subito gli etti persi.

Più si fatica, più si dimagrisce

Sicuramente è vero che le attività fisiche ad alta intensità aumentano il battito cardiaco e il metabolismo, ma queste non sono le attività migliori per dimagrire. Sicuramente fare zumba, spinning, corsa veloce, step, aiuta a perdere peso, perché l’organismo sotto sforzo brucia velocemente prima lo zucchero di riserva e poi la massa magra. Ma per un dimagrimento costante e visibile nel tempo bisogna lavorare su attività a lunga durata. “Per dimagrire e mantenere nel tempo il risultato ottenuto bisogna optare per attività fisiche più dolci – avverte Claudia Conti, biologa nutrizionista – Camminate, bicicletta, nuoto sono l’ideale. Vanno svolte con costanza, per almeno 45 minuti di seguito a ritmo ragionevolmente sostenuto, con una frequenza minima di quattro volte la settimana”.

Bere acqua fa perdere peso

È di vitale importanza bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, sopratutto in una stagione calda come questa, perché, oltre a idratare l’organismo, depura, aiuta i reni a svolgere al meglio il loro compito, contribuisce alla fluidità del sangue. Ma non ha effetti miracolosi, per cui no, bere tanta acqua non fa dimagrire.

La cellulite si combatte a tavola

Un fondo di verità c’è eccome, ma avere abitudini alimentari sane non è sufficiente per combattere l’effetto buccia d’arancia sulla pelle. “Corresponsabile dell’alterazione è una cattiva circolazione del sangue e della linfa, quasi sempre riconducibile alla vita sedentaria (a cui si può dire basta) e all’appartenenza al genere femminile, per via del particolare assetto degli ormoni. E su questo non si può fare nulla”.
Le attività fisiche più consigliate per sconfiggere la cellulite sono quelle a basta intensità, come la camminata, che favorisce il corretto ritorno del sangue verso l’alto e svolge indirettamente un’azione drenante.

Si inizia a bruciare grassi dopo 20 minuti di fitness

Di solito si dice che solo dopo 20 minuti di attività fisica inizio a bruciare i grassi presenti nel nostro corpo. Ma questo avviene solo se ci sono effettivamente degli zuccheri presenti nel nostro organismo. Ecco quindi perché il movimento, sia esso una camminata o il nuoto, danno maggiori risultati in termini di dimagrimento se vengono effettuati durante una dieta povera di zuccheri semplici, cioè i dolci di ogni genere, i gelati, le torte e così via.

Lo stretching va fatto prima dell’attività fisica

Non c’è una vera e propria regola a riguardo. Tutto dipende dal tipo di esercizi che si intende fare: ci sono attività fitness che richiedono dello stretching prima di essere svolte, altre in cui è invece meglio farlo dopo. In ogni caso, un po’ di stretching sia prima che dopo lo sport non fa mai male.

Fare pesi gonfia i muscoli

L’idea che fare i pesi possa portarci ad avere braccia e gambe da bodybuilder è piuttosto diffusa. Tanto diffusa quanto sbagliata. Gli esercizi svolti in sala pesi, ovviamente se ben calibrati e svolti correttamente, servono ad aumentare i muscoli (che sono la massa magra), a tonificarli e a rendere il corpo più asciutto e più snello.

Il lato B da urlo che tutti vogliono (MISS FIT)

Si sa, noi donne pretendiamo molto da noi stesse, e sopratutto dal nostro aspetto fisico. Vorremmo essere sempre perfette, senza un capello fuori posto o la pelle floscia attaccata addosso. E allora stiamo lì a guardarci ore e ore allo specchio e spesso ci soffermiamo su quei rotolini di ciccia e quelle maniglie dell’amore, per noi decisamente fastidiose.
Ma anche il lato B – il fatidico lato B – è uno dei nostri punti deboli: sempre osservato (e non solo da noi) e mai perfetto come lo vorremmo. Ma a tutto c’è rimedio, basta solo volerlo.

Ma sì, se in questo momento vi riconoscete nelle mie parole e vi state guardando allo specchio perplesse, state tranquille, siete ancora in tempo per sfoggiare un fondo schiena da urlo sulle passerelle mare di quest’estate.

Ecco allora degli esercizi che, se fatti con impegno e costanza, possono risollevare le vostre chiappe. Impegnatevi, provate, e rimarrete soddisfatte di voi stesse.

Squat

Gli esercizi per i glutei sono davvero molti, ma gli squat sono forse i più famosi. Io vi consiglio di prendere una sedia o uno sgabello e di usarlo come punto di riferimento. Posizionatevi davanti alla sedia, a gambe divaricate alla stessa larghezza delle spalle, poi è tutto semplice: abbassatevi tenendo ferme le ginocchia (che si piegheranno circa 90 gradi) e la schiena dritta; non dovete sedervi, ma solo sfiorare il riferimento che avete scelto. Una volta toccato tornate su, il più piano possibile, per tenere più in trazione i muscoli.
Ispirate quando scendete, espirate quando tornate su. E non aiutatevi tenendo le mani sulle ginocchia, altrimenti lo sforzo che state facendo va a finire in niente.
Consiglio di partire con 3 serie da 15 ripetizioni, da fare almeno una volta al giorno. Per chi è, invece, già un pochino più allenato, ecco una tabella da seguire per vedere un vero e proprio cambiamento del fisico.

11100564_1086588558023393_1783974268_n

Attenzione però a non fare errori di postura durante le ripetizioni degli squat, potrebbero danneggiare la vostra schiena o non essere utili come dovrebbero. No quindi a schiene inarcate e faccia tra le braccia, e no anche ad andare in punta di piedi mentre ci si abbassa.

11125288_1086588544690061_336697339_n

Plie squat

La differenza tra questi squat e quelli precedenti è minima: entrambi servono per rafforzare glutei, quadricipiti e muscoli delle anche.
Divaricate le gambe, portando i piedi a un’ampiezza leggermente superiore rispetto a quella delle spalle, e girate la punta dei piedi verso l’esterno. Tenete le mani sui fianchi e abbassatevi come per sedervi, fin quando le vostre gambe non saranno parallele (o quasi) al pavimento. Fate attenzione: il vostro ginocchio non deve mai superare la punta del vostro piede.
Dopodiché solleva i fianchi per tornare alla posizione iniziale, ma mentre ti alzi, assicurati di tenere il peso sui talloni.
Ispirate quando scendete, espirate quando tornate su. Anche qui il consiglio è di fare 3 serie da 15 ripetizioni, alternando magari un giorno squat normali e un giorno pile squat. I più allenati possono, se vogliono, impugnare un peso con entrambe le mani davanti al corpo, scendere finché il peso non tocca terra, e poi risalire.

11092662_1086655438016705_1995852746_n

Estensione della gamba

Questo esercizio è davvero facile, ma i risultati sono ottimi. In piedi, gambe larghezza spalle, spostate il piede solo sulla gamba sinistra, e staccate il piede destro da terra. Portate dunque la gamba destra all’indietro, facendole fare delle piccole oscillazioni verso l’alto: fatene 20, poi, piano, appoggiate il piede destro a lato di quello sinistra, e ripetete l’esercizio con l’altra gamba; per 3 serie. Più la gamba va in alto, più i muscoli dei glutei lavorano. Ma tenete sempre la schiena dritta, mi raccomando.
Un consiglio: tenete le mani sui fianchi, ma se il vostro equilibrio è un po’ precario appoggiatevi a un sostegno.

Ponte

Sdraiati a terra, in posizione supina, poi piega le gambe portando i talloni verso i glutei; piedi e spalle devono essere in linea. Allunga le braccia lungo i fianchi. Esercitando il massimo peso sui talloni, alzate il bacino, le anche e infine la schiena: pensate a una sorta di “riuscchio” verso l’altro che vi faccia alzare, come se ci fosse un filo invisibile che vi tira in su. Quando riabbassi il corpo, non far toccare terra al sedere: appena sfiori il pavimento rialza subito il tutto.
Ispira quando porti in alto il bacino, espira quando lo riporti in basso. Anche per quest’esercizio consiglio 3 serie da 15 ripetizioni.

11101905_1086588551356727_1076198655_n

Stay tuned, stay fit

Maniglie dell’amore addio (MISS FIT)

Quante volte abbiamo provato un paio di jeans e abbiamo rinunciato all’acquisto per quelle terribili maniglie dell’amore che ci spuntavano in vita? Conosco la sensazione.
Perché, nonostante il nome, le maniglie dell’amore non hanno nulla di tenero, sopratutto per chi non vede l’ora di liberarsene; ma come fare? Essendo l’addome una sede di accumulo preferenziale del grasso, sopratutto sui fianchi, una dieta aiuta di certo, ma non basta. Si tratta infatti di una zona che deve essere (ri)modellata con degli esercizi specifici.
Ecco per voi alcuni esempi:

Addominali laterali

Mettete a terra un tappetino, e sdraiatevi sopra, pancia in su. Avvicinate i talloni ai vostri glutei e tenete le braccia distese lungo il corpo. Per lo svolgimento dell’esercizio dovete alzare testa e spalle, finché non sentite gli addominali contratti, e successivamente “allungarvi” prima da un lato e poi dall’altro, fino a toccare il piede destro con la mano destra e poi il piede sinistro con la mano sinistra.
Dove prestare attenzione a non “alzare” o “abbassare” il livello di testa e spalle, per il resto l’esecuzione dell’esercizio non è molto difficile.
Consiglio 3 serie da 15 ripetizioni (per lato).

Allungamenti laterali da in piedi

In piedi, con le gambe divaricate quanto la larghezza delle spalle. Tenete le braccia stese lungo il corpo, e da questa posizione flettete il busto da un lato, facendo scorrere il braccio lungo la gamba e tenendo la schiena dritta. Da un lato e poi dall’altro. La cosa importante è che nel fare il movimento dovete tenere i muscoli addominali contratti, così da proteggere la schiena.
Non essendo un esercizio troppo difficile si possono fare 3 serie da 50 ripetizioni; oppure si possono tenere in mano due pesi (consiglio sempre di partire da numeri bassi, così da evitare dolori) e svolgere l’esercizio con questi, sempre per 3 serie ma da 30 ripetizioni ciascuna.

side-bend

Plank side

Stendetevi lateralmente sul tappetino, appoggiate l’avambraccio a terra e sollevate il busto. Da questa posizione di partenza sollevate anche i fianchi e le gambe, rimanendo appoggiati solo sull’avambraccio e sui piedi. Nei movimenti, cercate di tenere i muscoli ben contratti, così da evitare gli oscillamenti del vostro corpo. Essendo un esercizio più complicato, consiglio 3 serie da 10 ripetizioni per lato.

109902

Da questa posizione si possono fare anche gli addominali isometrici: una volta sollevati fianchi e gambe, restate per 10/15 secondi in appoggio su avambraccio e piedi; più i muscoli sono contratti, migliore sarà il vostro equilibrio. Ripetete l’esercizio sul lato opposto, per un totale di 6 ripetizioni, 3 per lato.

Stay tuned, stay fit