martedì, 18 Gennaio 2022

Curiosità dal mondo

Home Curiosità dal mondo Pagina 3

Le 10 richieste più strane fatte dalle star in tour

Le star, si sa, a volte possono essere davvero bizzarre. E ce ne sono alcune che fanno richieste fuori dal comune. Durante i loro tour, infatti, le star internazionali del calibro di Madonna, Jennifer Lopez e Lady Gaga cominciano a fare richieste stranissime ai loro manager e accompagnatori. Chi per “riti propiziatori”, chi per sorte o buona fortuna, chi semplicemente per divertimento. Ecco le più strane:

Il celebre Moby, per esempio, vuole solo tante, tante mutande nuove.

Prince ha detto no alle bevande nutritive, ai drink energetici e alle barrette. Meglio delle iniezioni di vitamina B-12 prima di ogni concerto. Ma non basta, nel suo camerino, ad ogni tour, ogni singola cosa doveva essere ricoperta di una pellicola protettiva in plastica.

Madonna, invece, è attenta proprio a tutto, anche alle tavolette del WC che richiede assolutamente nuove.

E cosa dire di Jennifer Lopez? La cantante, infatti, esige che durante i suoi tour tutto sia di colore bianco. Ogni cosa, dall’arredamento alle stanze, dalle decorazioni ai vestiti.

Passione parrucche per Cher: anche per la star una richiesta super bizzarra. La cantate, infatti, esige di dormire in una stanza lontana da quella in cui ripone le sue parrucche preferite. Pur che possano prender vita?

Justine Timberlake è il più igienico di tutti: vuole, infatti, che tutti i pomelli con i quali entra in contatto siano perfettamente disinfettati, per paura di prendere malattie o germi.

Will Ferrell ha richiesto una cosa davvero strana: uno scooter elettrico con le ruote arcobaleno e un albero alto quasi 5 metri.

Ma la più stramba indovinate chi è? Sì, proprio lei, l’iconica e sempre diversa Lady Gaga: la star infatti richiede sempre un manichino in camerino. Particolarità? Che abbia i peli pubici rosa. Davvero, davvero strano.

Marylin Manson è il re indiscusso delle richieste originali in tour: vuole sempre trovare nel suo camerino una prostituta pallida, calva e senza denti. Cosa dire poi dei suoi orsetti di gomma preferiti? Rigorosamente Haribo, altrimenti son guai.

Ultimo, ma non per importanza o, meglio dire, per stranezza, la star Iggy Pop. Ha richiesto, tra le tante cose, una persona che diventasse Bob Hope per sette giorni, 24 ore al giorno; un articolo di USA Today sulle persone obese, e “I Sette Nani”!

Come rimuovere i tatuaggi senza sentir dolore

Tatuaggi, ora rimuoverli sarà molto più semplice.

Un tatuaggio è per sempre, o almeno così sembrerebbe. L’utilizzo di inchiostro permanente permette al tattoo di rimanere sulla pelle per tutta la vita. Ma a volte capita di non volerlo più: una data, una scritta, un nome. Siamo stanchi di vedere tatuaggi sulla pelle, ma cancellarli fa davvero male. Adesso, niente più laser, macchinari e dolori. Finalmente un ricercatore universitario ha trovato un sistema indolore per rimuovere i tatuaggi: ha creato una crema in grado di eliminare in maniera semplice e naturale l’inchiostro indesiderato.

Il brevetto è stato creato da un ricercatore di 27 anni, è uno studente del dipartimento di patologia di un’università canadese. Ma per capire come funziona dobbiamo prima spiegare cosa succede quando ci facciamo un tatuaggio. Forse non molti sanno che i tatuaggi sono la conseguenza immediata e visibile della risposta immunitaria che il corpo dà alla stimolazione in seguito all’iniezione di inchiostro: la pelle è in grado di trattenere l’inchiostro mendiante l’azione di cellule chiamate macrofagi, che assorbono di tutto. Questi macrofagi si anneriscono completamente e, rimanendo sulla superficie della cute, formano il tatuaggio vero e proprio.

La crema inventata dal ricercatore rappresenta la vera e propria svolta: opera nella maniera opposta in maniera tale da eliminare il tatuaggio attraverso il lavoro contrario rispetto alla sua creazione. L’idea alla base è quella di stimolare i macrofagi, in tale che possano assorbire tutto l’inchiostro e trasportarlo lontano dallo strato di pelle più visibile. Questa crema eviterebbe iniezioni dolorose.
Il ricercatore , però, poiché si tratta ancora di brevetto, non è in grado di affermare con sicurezza quante sessioni siano necessarie per rimuovere completamente un tatuaggio.

Il cuscino per addormentarsi sulla scrivania

È un cuscino perfetto per addormentarsi dovunque: su poltrone, panchine, in treno, a casa, in macchina, in aereo. Ma, soprattutto, per addormentarsi sulla scrivania. Magari dopo una serata di – troppa – festa, dopo un after devastante e, chissà, dopo una nottata passata su libri e appunti per preparare l’esame.

Da adesso, in Giappone, basta a scomode posizioni, mal di collo, schiena e dolori dappertutto sul corpo. Basta appoggiare la testa sul legno duro, basta scomodità di poltroncine e sgabelli. Pensato inizialmente come una semplice maschera da mettere sugli occhi per coprirsi ed evitare la luce del giorno, King Eye Mask è in realtà un vero e proprio cuscino super morbido progettato per esser addormentarsi in comodità in qualsiasi luogo e a qualsiasi ora.

Lo si può acquistare direttamente su internet. È perfetto per un regalo “alternativo” e originale per Natale. Soprattutto per tutti quelli pigroni che, se potessero, si addormenterebbero anche in piedi come i cavalli.

È molto semplice: ha una morbida imbottitura sul davanti, come se fosse una “fascia”, per potersi addormentare su scrivanie e tavoli, facendo proprio da cuscino su cui appoggiare la fronte. Stessa cosa anche dall’altra parte, un po’ più in basso, ero la nuca, per proteggere e aiutare il collo ad appoggiarsi su schienali di divani e poltrone.

Tatuaggi simili a disegni a matita (FOTO)

Avreste mai voluto anche voi dei tatuaggi simili a disegni e schizzi a matita sulla pelle? Sì, è questa la nuova moda dei tattoo che impazza sul web. Una grande idea, che in pochisismo tempo è diventata super popolare in tutto il mondo. I tatuaggi di Nomi Chi sembrano davvero essere dei bellissimi disegni a mano libera. L’artista di Vancouver è riuscita ad ottenere questo risultato semplicemente lasciando sulla pelle, sotto il tatuaggio “completato”, le “linee guida”, gli schizzi e le forme base usate per realizzare l’intero disegno. Questo, infatti, dà proprio l’impressione di guardare un’immagine su tela o carta da disegno. E l’opera finale, oltre ad essere molto precisa e con pochissime imperfezioni, dà un senso di vivo e di vissuto.

“La mia grtande passione per la visual art ha dominato il mio modo di disegnare, dipingere, realizzare opere. Ed è proprio per questo che quando realizzo i tatuaggi voglio che rimanga impresso il movimento della mano alla base dell’opera”, ha dichiarato Nomi Chi. “Non mi piace programmare le cose o seguire disegni prestabilit. Ecco perchè c’è molta improvvisazione nei miei tattoo. Questo è molto divertente per me, e sono contenta di vedere come reagiscono i miei clienti. Questo è gratificante”, ha poi concluso.

E voi, vorreste dei tatuaggi così?