domenica, 5 Dicembre 2021

Paese che vai

Home Paese che vai Pagina 2
Zaino in spalla, con Paese che vai si gira il mondo

Pasqua: 5 itinerari per le gite in famiglia (FOTO)

Credits: www.villadeste.com

A Pasqua il mondo si divide in due categorie ben precise: c’è chi ama passare la giornata con gambe e piedi sotto un tavolo, a mangiare come si fa solo a Natale, e poi c’è chi preferisce fare una gita fuori porta, per passare un giorno diverso con la propria famiglia.

Se fate parte del secondo gruppo, non potete fare a meno di prendere macchina, treno o aereo insieme a tutta la combriccola e passare la Pasqua lontano dal posto in cui vivete. Se poi amate i viaggi non vi farete scappare l’occasione di trascorrere tutto il weekend fuori, compreso il lunedì. Ecco quindi 5 itinerari da seguire per una gita fuori porta con la famiglia.

Como

Credits: www.villacarlotta.it
Credits: www.villacarlotta.it

Il Lago di Como è una delle mete più ambite, soprattutto per quest’inizio primavera per i più piccoli. Le attività a cui partecipare sono molteplici: gite in barca o su traghetto, visite alle ville che si trovano sul lungo lago, come i giardini botanici di Villa Carlotta o Villa del Ballabiello.

Ozzero

Credits: www.ilmangiaweb.it
Credits: www.ilmangiaweb.it

Cascina Selva di Ozzero si trova in provincia di Milano ed è una delle destinazioni più adatte per i bambini: si tratta, infatti, di una fattoria nella quale chi ha più di 5 anni può prendere parte a corsi di pasticceria. Non mancano nemmeno i percorsi per ammirare gli animali che vivono lì.

Parma e Piacenza

Credits: www.castellodirivalta.it
Credits: www.castellodirivalta.it

Le due città aprono le porte delle proprie fortezze, dei propri castelli e delle proprie roccaforti. Al loro interno si praticano giochi adatti a tutta la famiglia, come la visita alla storia dei giochi antichi al Castello di Rivalta. Per una Pasqua con i fiocchi c’è anche la possibilità di partecipare alla caccia all’uovo di drago.

Trentino

Credits: www.periodofertile.it
Credits: www.periodofertile.it

In Trentino, più precisamente ad Ortisei, si trova Il Cavallino Bianco Family Spa, un hotel molto famoso e frequentato di quella zona. L’albergo è adatto alla gita di Pasqua per la famiglia essenzialmente per due motivi: ci sono circa mille metri quadrati di spazio giochi per i bambini e si tengono corsi di pianificazione, pizza e bricolage.

Slovenia

Credits: viaggiarenews.com
Credits: viaggiarenews.com

Se sognate una Pasqua più lontana, il Kempinski Palace di Portoroz in Slovenia è perfetto per voi. Si fanno la caccia all’uovo la domenica, oltre ai laboratori di cioccolata e al mercatino per i bambini nel parco dell’edificio.

Come scoprire il mondo viaggiando in treno (FOTO)

Si dice che in un viaggio ciò che conta veramente non è la meta, ma tutto quello che avviene tra la partenza e l’arrivo, tra l’inizio e la fine. Come potrebbe essere altrimenti? Un viaggio regala emozioni, nuove amicizie, paesaggi incredibili e occhi diversi. Occhi con cui guardare il mondo in un altro modo.

E se si applicasse questa “regola” anche al viaggio vero e proprio? Quello per cui stiamo ore ed ore in ballo, con la valigia che pesa, la borsa che non si chiude e i biglietti in mano. Se durante il viaggio tenessimo gli occhi bene aperti, attenti a non perdere nemmeno un piccolo pezzetto del paesaggio che ci circonda? Se si fa in treno, tutto questo è possibile.

Per questo, ecco i viaggi più belli by train. Per contemplare, comodamente seduti, un panorama favoloso.

California Zephyr Train – Stati Uniti


È il treno più lungo dell’Amtrak: si parte da Chicago e, attraversando il deserto dell’Utah, il Salt Lake City e il Nevada, si arriva fino a San Francisco. La durata del viaggio? 52 ore, ossia 37 fermate in due notti.

Treno storico Sulmona-Roccaraso – Italia

treno-storico-pescocostanzo
Il treno ripercorre i binari della Transiberiana d’Italia, raggiungendo i 1.268 metri di altezza. Parte da Sulmona e si ferma a Roccaraso, con tappe a Palena, Campo di Giove e Roccaraso e facendo ammirare i paesaggi dell’Abruzzo.

Tunnel of love Train – Ucraina


Il cosiddetto Tunnel dell’amore si trova a Klevan, a ovest dell’Ucraina, ed è il tratto più romantico del mondo. La sua storia, però, è molto semplice: questo treno, che percorre circa 3 chilometri, ha come compito quello di trasportare legname ad una fabbrica locale.

Lucertola rossa – Tunisia


43 chilometri in una locomotiva a diesel, passando per il Chott el Djerid – la più grande salina del Sahara – e le Giole del Selja – un magnifico anfiteatro naturale. Il suo percorso va dalla stazione di Métlaoui a Redeyef ed è perfetto per chi ama la tranquillità del deserto.

Rovos Rail – Africa


Il treno più lussuoso del mondo è questo che parte da Città del Capo e arriva fino a Pretoria e Johannesburg, con la possibilità di continuare fino in Zambia, Tanzania e Namibia. Il Rovos Rail è formato da saloni, carrozze ristoranti, cabine letto con bagni privati ed enormi finestre dal quale ammirare la natura e gli animali.

The Shinkansen Bullet Train – Giappone

shinkanse-train
Un treno puntualissimo, chiamato “treno proiettile” perché viaggia su un unico tronco ad alta velocità e rispetta perfettamente gli orari. Le città collegate sono tantissime: Kyoto, Osaka, Niigata, Nagano.

Transiberiana – Mosca, Mongolia, Cina


Questo viaggio è per chi ama l’avventura, per chi ama venire a contatto con persone e culture differenti. La Transiberiana è la linea ferroviaria più lunga del mondo: 9000 chilometri da Mosca fino a Pechino e Vladivostok.

Belmond Hiram Bingham – Perù

percorso-su-rotaie-peru
Treno tipico, con musica peruviana e il paesaggio della Valle Sacra da godere dal finestrino. Si parte a Cusco e si giunge a Machu Picchu.

The Golden Chariot – India


The Golden Cariot attraversa tutto lo stato del Karnataka, in India. Il viaggio è all’insegna del cosmopolitismo, grazie ai numerosi panorami differenti, e del lusso, con tutti i possibili ed immaginabili comfort.

Il Ghan – Australia

the-ghan-railway
Il viaggio perfetto per conoscere tutta l’Australia in 3000 chilometri, per un totale di tre giorni e due notti.

[Credits e credits photos: www.skyscanner.it]

Treno letterario: un viaggio tra le mete culturali della Toscana (FOTO)

Credits: www.illibraio.it

Molti dei nostri viaggi sono fuori dall’Italia, alla scoperta di un mondo, una cultura ed una tradizione differenti dalla nostra. Il più delle volte, però, non ci accorgiamo di quello che abbiamo intorno: della bellezza dei paesaggi e dei monumenti ricchi di storia che popolano ogni minima parte del nostro Paese. Proprio per far scoprire e valorizzare al massimo il nostro territorio, Toscana Libri, portale della cultura della regione, ha dato vita ad un’interessantissima iniziativa.

L’evento organizzato, che avrà inizio domani, domenica 13 marzo, prevede un percorso, articolato in sei giornate, su quello che è stato chiamato “treno letterario“. Il treno si muoverà nella tratta Saline di Volterra-Cecina, tra Pisa e Livorno, che è poco conosciuta ma nasconde un’infinità di attrazioni e paesaggi in grado di lasciare a bocca aperta anche i viaggiatori più instancabili.

Credits: www.volterratur.it
Credits: www.volterratur.it
Credits: www.bellalavita.it
Credits: www.bellalavita.it

Quest’iniziativa è nata con lo scopo di far scoprire, attraverso visite guidare ed incontri con gli autori e gli scrittori più adatti al tema prescelto per la giornata, il territorio toscano e la sua storia. “La Toscana offre infinite possibilità per valorizzare il proprio patrimonio, sia quello storico-artistico e letterario, sta quello infrastrutturale – spiega Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale alle infrastrutture – Noi abbiamo scelto di valorizzare il treno e farlo diventare una ‘leva’ culturale, un modo per creare nuovi itinerari adatti ai turisti ma anche ai residenti che vogliono saperne di più sul loro territorio. La Regione Toscana ha riattivato alcune linee ferroviarie poco utilizzate nel quotidiano, ma di grande valore storico-culturale e sociale e lo ha fatto con il preciso intento di renderle uno strumento di valorizzazione e promozione delle risorse locali. La Cecina-Saline collega due luoghi di grande bellezza e ricchi di spunti per riflessioni storiche o letterarie oltre ad esser stata essa stessa protagonista di un’opera di Cassola, “Ferrovia locale”. Credo che lavorando sul binomio ferrovia storica-cultura potremo raggiungere buoni rislutati in termini di promozione del territorio

I viaggi organizzati sono sei, ognuno con un itinerario ben preciso in base al tema trattato.
Domenica 13 marzo si inizia seguendo le orme di Carlo Cassola, scrittore che ha trascorso buona parte della sua vita a Volterra, percorrendo più volte la tratta Saline-Cecina.
Domenica 3 aprile, invece, si parte alla scoperta degli Etruschi, con la visita in uno dei musei più belli della Toscana e dell’Italia intera: il Museo Guarnacci di Volterra.
Sempre a Volterra si svolge il terzo incontro, domenica 10 aprile, ma questa volta il tema è la storia romana della città. Sono previste, infatti, le visite al Teatro Romano, all’Acropoli Etrusca e agli scavi dell’Anfiteatro.
Gli Etruschi saranno il tema principale anche di domenica 24 aprile: le mete sono Cecina e la Val di Cecina, dove si visiterà il Museo Archeologico del comune.
Domenica 8 maggio, poi, ci sarà la visita alla Villa Romana di San Vincenzino, sempre nella bellissima Cecina.
Per concludere in bellezza, si tornerà sui passi di Carlo Cassola, per scoprire i suoi luoghi a Marina di Cecina, domenica 29 maggio.

Alla scoperta dell’Italia attraverso i suoi laghi (FOTO)

Credits: www.hoteledendro.net

Quanti laghi ci sono in Italia? Sono tantissimi ed è quasi un’impresa riuscire a contarli tutti. I laghi, da sempre, sono tra le mete più frequentate dai turisti durante l’estate, ma anche in inverno. Sarà che hanno quasi la capacità di unire mare e montagna? Gli amanti del primo non rinunciano a tuffi e ore al sole, i secondi a lunghe passeggiate.

Tra i numerosi laghi presenti nel nostro Paese, ce ne sono alcuni che vale la pena vedere, per l’atmosfera quasi magica data dal suo specchio d’acqua, per la fitta vegetazione che lo circonda e, perché no, anche per i paesini che si trovano lì intorno. Scopriamo, quindi, i laghi più particolari della penisola.

Lago di Garda

Credits: www.tripiteasy.it
Credits: www.tripiteasy.it

Tra Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige, con una vegetazione da far invidia e le cime delle montagne come sfondo. Cosa desiderare di più?

Lago di Scanno

Credits: www.visitarescanno.it
Credits: www.visitarescanno.it

Il centro storico del Paese, in Abruzzo, è costituisce uno dei borghi più belli d’Italia. Il lago ha poi una particolarità: se lo si guarda dall’alto ha la forma di un cuore.

Lago Maggiore

Credits: buonricordo.com
Credits: buonricordo.com

Il secondo per superficie in Italia e il maggiore – da qui il suo nome – dei laghi prealpini. Come non ricordare, poi, le splendide isole Borromee, Arona, Stresa e Pallanza.

Lago Trasimeno

Credits: www.omnidreams.net
Credits: www.omnidreams.net

In Umbria c’è questo bellissimo lago. Una delle sue tre isole, l’Isola Maggiore, è anche abitata. Intorno al lago, inoltre, si possono visitare i castelli, con le rocche e le torri di secoli fa.

Lago di Lesina e Varano

Credits: www.pizzicatobeb.com
Credits: www.pizzicatobeb.com

Si trova tra il Tavoliere delle Puglie e il Gargano, ed è collegato direttamente al mare attraverso foci differenti. Uno dei paesi lì vicini, Cagnano, spicca per il bianco delle sue case.

Lago di Bolsena

Credits: roma.corriere.it
Credits: roma.corriere.it

Il lago di Bolsena è il lago vulcanico più grande d’Europa, situato nel Lazio. Questo è decisamente il posto per chi ama l’avventura, tra immersioni, gite in kayak e parapendio.

Lago di Carezza

Credits: www.lagone.it
Credits: www.lagone.it

Lago alpino a pochi chilometri da Bolzano, spettacolare perché le sue acque assumono sfumature differenti in base alla luce del sole.