giovedì, 18 Luglio 2024

Salute

Home Salute Pagina 2
Notizie sulla salute, sugli stili di vita, scoperte mediche, farmaci, diete, fitness

Sono anemica cosa devo mangiare: cibi e consigli

Sono anemica cosa devo mangiare? È una domanda che io personalmente mi sono ritrovata a fare al mio medico.

L’anemia può esser data da tante cause, è molto importante indagarle insieme al medico di famiglia e poi seguire le sue indicazioni.

Come tutti sappiamo ci sono dei cibi da privilegiare ma quali sono?

Sono anemica cosa devo mangiare?

Sono anemica cosa devo mangiare? Se sei anemica, è importante seguire una dieta equilibrata e ricca di nutrienti per aiutare ad aumentare i tuoi livelli di emoglobina e ferro.

Vediamo quali sono i cibi da preferire:

  • Cibi ricchi di vitamina A: perché è importante per la produzione di globuli rossi. Puoi trovare la vitamina A in alimenti come carote, patate dolci, spinaci, cavoli, albicocche, meloni e zucca.
  • Alimenti ricchi di rame: il rame è un minerale essenziale coinvolto nella formazione dei globuli rossi. Alcuni alimenti ricchi di rame includono frutti di mare, noci, semi, cioccolato fondente, fagioli e cereali integrali.
  • Carne rossa e frattaglie: come manzo, agnello e maiale, fegato e polmoni. Sono una fonte eccellente di ferro eme, che viene assorbito più facilmente dall’organismo rispetto al ferro non eme presente negli alimenti vegetali.
  • Legumi: come fagioli neri, lenticchie, ceci e fagioli rossi, sono una fonte eccellente di ferro vegetale. Sono anche ricchi di fibre e proteine.
  • Tofu e tempeh: sono prodotti a base di soia e sono buone fonti di ferro vegetale, soprattutto se sono stati preparati con sali di calcio.
  • Semi di zucca: sono ricchi di ferro, oltre ad essere una buona fonte di proteine, fibre e acidi grassi essenziali.
  • Verdure a foglia verde scuro: gli spinaci, le bietole, il cavolo riccio e altre verdure a foglia verde sono ricche di ferro vegetale. Tuttavia, tieni presente che contengono anche composti (come l’acido ossalico) che possono interferire con l’assorbimento del ferro. Puoi migliorare l’assorbimento del ferro combinando queste verdure con fonti di vitamina C.
  • Cioccolato fondente: può essere una fonte di ferro. Scegli una varietà con almeno il 70% di contenuto di cacao per massimizzare i benefici.
  • Alghe marine: come la spirulina e la nori, sono ricche di ferro. Possono essere utilizzate in ricette come zuppe, insalate o snack.

Consigli e strategie per migliorare l’assorbimento del ferro

Evitare il consumo di inibitori dell’assorbimento del ferro, come il tè nero e verde, il caffè, il cioccolato, il vino rosso e i latticini, in concomitanza di pasti o assunzione di integratori.

Assumere cibi ricchi di vitamina C durante i pasti, poichè aiuta ad aumentare l’assorbimento del ferro.

Cosa sono le occhiaie: cause e rimedi naturali


Cosa sono le occhiaie?
Le occhiaie sono delle discromie o alterazioni del colore della pelle che si manifestano come una tonalità più scura o violacea nella zona intorno agli occhi. Sono caratterizzate da un’ombra o un’iperpigmentazione che può conferire un aspetto stanco, affaticato o invecchiato al viso.


Vediamo quali sono le cause e i rimedi naturali.


Cosa sono le occhiaie e cosa le causa

Ma perchè si formano le occhiaie? Vediamo da cosa possono essere causate:

  • Ereditarietà: le occhiaie sono genetiche molto spesso, se i tuoi genitori o altri membri della tua famiglia hanno occhiaie, potresti averle ereditate.
  • Mancanza di sonno: quando non si riposa a sufficienza, la pelle intorno agli occhi può diventare più pallida e sottile, evidenziando i vasi sanguigni sottostanti.
  • Stress e stanchezza: possono contribuire alla comparsa di occhiaie, a causa dell’aumento dei nostri livelli di cortisolo (l’ormone dello stress), il che può influire sulla salute della nostra pelle.
  • Allergie: l’allergia al polline o alla polvere, può causare l‘infiammazione dei vasi sanguigni intorno agli occhi.
  • Cattiva alimentazione: una dieta poco equilibrata può influire sulla salute della pelle, compresa la zona intorno agli occhi. Una carenza di nutrienti essenziali, come le vitamine C, E e K, può contribuire alla formazione del problema.
  • Fumo e consumo di alcol: entrambi possono influire sulla circolazione sanguigna e sulla salute della pelle.

Le occhiaie sono sintomo di malattia? Se si sospetta una dermatite è il caso di rivolgersi ad un dermatologo.

Occhiaie cosa fare: i rimedi naturali più efficaci


Occhiaie cosa usare per eliminarle? Ci sono alcuni rimedi naturali che potresti provare per ridurre l’aspetto delle occhiaie, ne vediamo alcuni:

  • Impacchi freddi: applica una compressa fredda sugli occhi per ridurre il gonfiore e la congestione dei vasi sanguigni. Puoi utilizzare sacchetti di tè freddi, di camomilla, fette di cetriolo refrigerate o impacchi di ghiaccio avvolti in un panno sottile.
  • Fette di patata: le patate contengono enzimi e amido che possono ridurre il gonfiore e schiarire la pelle. Taglia due fette di patata cruda fredda e mettile sugli occhi per circa 15-20 minuti. Ripeti questo trattamento una o due volte al giorno.
  • Tè verde: contiene antiossidanti e tannini che possono aiutare a ridurre l’infiammazione e restringere i vasi sanguigni intorno agli occhi. Metti due bustine di tè verde in acqua calda, lasciale raffreddare in frigorifero e poi posizionale sugli occhi per 15-20 minuti.
  • Massaggiatore per il contorno occhi: ci sono dei piccoli massaggiatori adatti a stimolare la circolazione in questa area del viso, oppure puoi fare dei massaggi delicati con l’anulare.
  • Oli naturali: ad esempio l’olio di mandorle dolci che è noto per le sue proprietà idratanti e lenitive, oppure l’olio di rosa mosqueta è ricco di antiossidanti e vitamina A. Applica delicatamente alcune gocce di olio sulla zona delle occhiaie prima di andare a dormire e lascialo agire durante la notte. Al mattino, risciacqua con acqua tiepida.

Cosa posso usare come antinfiammatorio naturale: ricette delle tisane

Cosa posso usare come antinfiammatorio naturale? Ne esistono diversi. Va tenuto conto però che se stai affrontando una condizione medica seria o persistente, dovresti consultare un professionista sanitario prima di assumere qualsiasi rimedio naturale.

Cosa posso usare come antinfiammatorio naturale?

Cosa posso usare come antinfiammatorio naturale? Gli antinfiammatori naturali svolgono un effetto similare a quello dei medicinali, meno forte e con molte meno controindicazioni. Tuttavia consigliamo un consulto medico. Vediamo quali sono gli antinfiammatori naturali:

  • Curcuma: è una spezia dalle proprietà antinfiammatorie ben note. Contiene un composto chiamato curcumina, che può aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo. Puoi aggiungere la curcuma ai tuoi piatti cucinati o assumerla come integratore.
  • Zenzero: è un’altra radice con potenti proprietà antinfiammatorie. Può essere consumato fresco, in polvere o come tè allo zenzero, per alleviare l’infiammazione associata a disturbi gastrointestinali e dolori muscolari.
  • Boswellia: noto anche come incenso indiano, è utilizzato nella medicina tradizionale per le sue proprietà antinfiammatorie. Può essere assunto come integratore per ridurre l’infiammazione, specie quella delle articolazioni.
  • Olio di pesce: l’olio di salmone o di krill, sono ricchi di acidi grassi omega-3 che hanno dimostrato di avere effetti antinfiammatori. Puoi assumere gli oli di pesce sotto forma di integratori.
  • Bromelina: è un enzima presente nell’ananas che ha proprietà antinfiammatorie. Puoi consumare l’ananas fresco o prendere integratori di bromelina per beneficiare delle sue proprietà.
  • Tè verde: è ricco di antiossidanti e polifenoli che possono avere effetti antinfiammatori. Puoi bere il tè verde caldo o freddo per godere dei suoi benefici.

Tisane antinfiammatorie fai da te

Vediamo alcune tisane facili da fare in casa:

Tisana alla curcuma e allo zenzero

Ingredienti: 1 cucchiaino di curcuma in polvere, 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato, succo di mezzo limone.

Metti la curcuma e lo zenzero in una tazza. Versa acqua calda sulla mistura e lascia in infusione per 10-15 minuti. Aggiungi il succo di limone e, se desideri, dolcifica con un cucchiaino di miele.

Tisana alla camomilla e alla menta

Ingredienti: 1 bustina di camomilla, 1 cucchiaino di foglie di menta secca (o alcune foglie fresche).

Metti la bustina di camomilla e le foglie di menta in una tazza. Versa acqua bollente sulla miscela e lascia in infusione per 5-10 minuti.

Tisana all’ibisco e alla rosa canina

Ingredienti: 1 bustina di tè all’ibisco, 1 cucchiaino di rosa canina essiccata, succo di mezzo limone.

Metti la bustina di tè all’ibisco e la rosa canina in una tazza. Versa acqua calda sulla miscela e lascia in infusione per 5-10 minuti. Aggiungi il succo di limone se lo tolleri bene.

Cistite come curarla: i rimedi naturali

Cistite come curarla? La cistite è un’infiammazione della vescica che può essere causata da diversi fattori. Di seguito vedremo le cause e i rimedi naturali.

Cistite come curarla: per quale motivo viene la cistite?

Prima di parlare di come curare la cistite, dobbiamo vedere alcune cause:

  • Infezione batterica: è la causa più comune, spesso causata da batteri provenienti dall’intestino. L’E. coli è il batterio più comune responsabile delle infezioni delle vie urinarie, compresa la cistite.
  • Fattori anatomici: ci sono persone più suscettibili alla cistite a causa di fattori anatomici che rendono più facile per i batteri raggiungere la vescica. Ad esempio, le donne hanno un’uretra più corta rispetto agli uomini, il che può facilitare il passaggio dei batteri dalla zona anale alla vescica.
  • Mancanza di igiene: una scarsa igiene personale può aumentare il rischio di sviluppare una cistite. Ad esempio, non pulirsi correttamente dopo aver utilizzato il bagno può favorire la proliferazione dei batteri nell’area uretrale.
  • Rapporti sessuali: Le attività sessuali possono favorire l’ingresso dei batteri nell’uretra femminile, aumentando il rischio di sviluppare una cistite. Questo è particolarmente comune nelle donne.

Cistite come curarla: i rimedi naturali

Ricordiamo che è importante consultare un medico per una diagnosi accurata e un trattamento appropriato, inoltre ci sono alcuni rimedi naturali che si possono provare per alleviare i sintomi della cistite:

  • Uva ursina: è un’erba che contiene un componente chiamato arbutina, che può avere proprietà antibatteriche. È stata tradizionalmente utilizzata per trattare le infezioni del tratto urinario. Tuttavia, è importante consultare un professionista della salute prima di utilizzarla, in quanto può interagire con altri farmaci e può non essere adatta a tutti.
  • Ortica: ha proprietà diuretiche e antinfiammatorie. Può essere utilizzata per aumentare la produzione di urina e ridurre l’infiammazione nella vescica. È disponibile sotto forma di tisana o integratore.
  • Camomilla: ha proprietà calmanti e antinfiammatorie. Può aiutare ad alleviare il dolore e il disagio associati alla cistite. Preparare una tisana di camomilla e berla calda può essere rilassante e lenitivo.
  • Semi di finocchio: proprietà diuretiche e antispasmodiche, che possono aiutare ad alleviare i sintomi della cistite. Puoi preparare una tisana di semi di finocchio lasciandoli in infusione in acqua calda per alcuni minuti.
  • Succo di mirtillo: può aiutare a prevenire l’adesione dei batteri alle pareti della vescica. Assicurati di bere succo di mirtillo puro senza zuccheri aggiunti.